fbpx

Zuppa di verza e castagne

Zuppa di verza e castagne con uova in camicia

Zuppa di verza e castagne, con uovo in camicia. Oggi un’altra zuppa a cui non potete dire di no. Se dovessi descriverla con un solo aggettivo userei la parola ‘dolce’, perché è davvero così: i porri, la verza e le castagne sono tutti a tendenza dolce, e si sposano magnificamente con il tuorlo liquido dell’uovo che, una volta aperto, si sparge nella ciotola. Il rosso d’uovo morbido, quasi liquido, si mescola alla zuppa creando un gusto unico.

E’ un altro piatto unico – visto che si tratta di una ricetta molto sostanziosa – pienamente autunnale e naturalmente senza glutine. E’ vegetariano (e se siete vegani basta togliere l’uovo) e senza glutine. Sono sicura che vi scalderà il cuore ora che le notti diventano via via più fredde. Abbondate con il pepe nero perché ci sta benissimo.

Stavolta non vi raccomando di accompagnare la zuppa di verza e castagne con il pane perché le castagne sono già una ricca fonte di carboidrati. Questa è comunque una zuppa molto ben equilibrata, adatta anche a chi è a dieta se mangiata come piatto unico. A questo punto, vi suggerisco di provare tutte le mie RICETTE CON LE CASTAGNE e le mie RICETTE DI ZUPPE E MINESTRE. Buona giornata.

ZUPPA DI CASTAGNE E VERZA CON UOVO IN CAMICIA (ricetta facile)

Print This
PORZIONI: 4 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • 800 grammi di verza
  • 20 castagne
  • 2 cipollotti o una cipolla piccola
  • 2 porri
  • 200 grammi di patate
  • sale e pepe, quanto basta
  • olio extravergine di oliva, quanto basta
  • brodo vegetale, quanto basta
  • due foglie di salvia
  • 4 uova
  • 3 cucchiai di aceto bianco di vino

PROCEDIMENTO

Zuppa di verza e castagne con uova in camicia

Per la zuppa di castagne e verza, lavare la verza, eliminare il torsolo e le parti più dure e tritarla finemente. Pulire i porri e tagliarli a rondelle molto sottili, pulire i cipollotti e tritarli finemente. Lavare la patata, pelarla e tagliarla prima a fette e poi a dadini.

Rosolare a fuoco basso in un ampio tegame il porro e il cipollotto con l’olio extravergine di oliva, e quando saranno appassiti aggiungere la patata tagliata a dadini, la salvia e la verza. Coprire con brodo vegetale, salare e portare quasi a cottura.

Mentre la zuppa di castagne e verza cuoce, praticare una incisione sulle castagne, quindi lessarle per 20 minuti in acqua salata. Lasciarle raffreddare qualche minuto (non troppo a lungo, perchè altrimenti avrete difficoltà a togliere la pellicina interna) e pulirle dalla prima buccia e anche dalla pellicina interna.

Quando la zuppa sarà praticamente cotta, unire le castagne (se siete fortunati e vi sono rimaste intere tagliatele a metà), cuocere ancora 10 minuti, aggiustare di sale e quindi spegnere. Fare riposare la zuppa di castagne e verza per almeno 30 minuti in modo che i sapori si amalgamino.

Per le uova in camicia, portare a ebollizione l’acqua non salata in una pentola capiente con 3 cucchiai di aceto, sgusciare un uovo per volta e versarlo in un piattino. Con l’aiuto del manico di un cucchiaio creare un vortice nel liquido, quindi farvi scivolare in mezzo l’uovo. Spegnere il fuoco, coprire e attendere un minuto e mezzo, non di più, quindi prendere l’uovo con una schiumarola, scolarlo bene, tenere in caldo e proseguire con le altre tre uova.

Composizione del piatto: servire la zuppa di castagne e verza calda ma non bollente in fondine individuali, con un uovo in camicia in ogni porzione. Spolverizzare sia l’uovo sia la zuppa con pepe nero macinato fresco, un pizzico di Fior di sale e un filo di olio extravergine di oliva. Buon appetito!

L’ABBINAMENTO: Malvasia del Lazio, Greco e Chardonnay sono i vitigni che compongono l’uvaggio di questo vino bianco chiamato “Donnaluce” e che viene prodotto dall’azienda Poggio Le Volpi. Lo suggeriamo con questa ricetta perché è un vino dagli intensi aromi esotici di mango e banana, molto morbido al palato, con un residuo zuccherino che si fa sentire durante la degustazione, e con un’acidità molto contenuta che gli consente di essere avvolgente e mai spigoloso. Forse un po’ di acidità in più non avrebbe guastato, ma ve lo suggeriamo in abbinamento a questa ricetta la cui tendenza è dolciastra grazie al contributo gustativo delle cipolle e delle castagne.

Zuppa di verza e castagne
Zuppa di verza e castagne

Potrebbero piacerti anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.