Risotto ai marroni, con porcini e tartufo

Risotto alle castagne, con porcini e tartufo. Il risotto è uno dei piatti italiani per eccellenza e qui è finita una parte dei marroni Dop di San Zeno che ho raccolto nel veronese qualche fine settimana fa: in un magnifico risotto ai marroni arricchito da funghi porcini e da sottili lamelle di tartufo dei monti Lessini, anche questo ‘bottino’ della mia caccia a San Zeno. Il risotto alle castagne, con porcini e tartufo è un risotto molto semplice ma dal sapore raffinato, leggermente dolce pur se bilanciato dall’aroma della salvia, dei porcini e dal tartufo. Un risotto frutto del sottobosco, potrei dire, che penso di inserire in uno dei miei menù natalizi, perché nel complesso è facilissimo da preparare. Non dimenticate di dare una occhiata, visto che siamo nella stagione giusta, a tutte le mie RICETTE CON I FUNGHI e ovviamente non perdete tutte le mie RICETTE DI RISOTTI. Buona giornata!

RISOTTO ALLE CASTAGNE CON PORCINI E TARTUFO

Print This
PORZIONI: 4 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • 200 grammi di marroni (io ho usato quelli Dop di San Zeno) o di castagne
  • 2 foglie di salvia
  • 300 grammi di riso Carnaroli
  • 60 millilitri di vino bianco secco
  • sale e pepe, quanto basta
  • 1 scalogno
  • 30 grammi di burro
  • olio extravergine di oliva, quanto basta
  • 2 funghi porcini
  • 1 tartufo scorzone
  • 1,2 litri di brodo vegetale fatto con una carota, una cipolla, una costa di sedano

PROCEDIMENTO

Per preparare il risotto alle castagne, tartufo e porcini, preriscaldare il forno statico a 200 gradi. Praticare sui marroni o sulle castagne una piccola incisione e cuocere in forno già caldo per 20 minuti, quindi sbucciarle (mi dispiace, dovete sbucciarle mentre sono ancora calde, altrimenti la pellicina interna non verrà mai via…) e lessarle per 15 minuti in poca acqua con le due foglie di salvia. Trascorso questo periodo, frullarle con parte dell’acqua di cottura e poco olio extravergine di oliva fino a ottenere una crema densa e omogenea.

Pulire i funghi e tagliarli in pezzi piuttosto grossi, quindi saltarli a fuoco vivo in una padella con poco olio extravergine per un minuto, salare, pepare e mettere da parte.

Tritare finemente la cipolla, quindi farla appassire lentamente finché non diventa trasparente. Unire il riso e tostarlo per un minuto, quindi sfumare con il vino bianco. Lasciare evaporare la parte alcolica e iniziare la cottura unendo via via il brodo vegetale. Salare. A circa tre quarti della cottura unire la crema di castagne e proseguire sempre mescolando fino ad ottenere un risotto all’onda. Mantecare con il burro freddo e aggiustare eventualmente di sale e pepe.

Servire il risotto alle castagne guarnendo il piatto con qualche pezzetto di fungo porcino, sottili lamelle di tartufo e una foglia di salvia. Buon appetito!

L’ABBINAMENTO: Il Sauvignon prodotto in Alto Adige dall’azienda Franz Haas è il nostro suggerimento per questo risotto. Vista la presenza di tartufi neri e porcini andiamo su un bianco profumato, dagli aromi variegati, che vanno dai fiori bianchi (sambuco e pesca) alla frutta secca, a note vegetali. Questo Sauvignon è un vino dal gusto sapido con note minerali evidenti, dotato di buona persistenza. Risulterà bilanciato e mai invadente.

Dai una occhiata anche a...

2 comments

Berry 1 Dicembre 2014 at 20:32

Eccomi eh!! Ora ti seguo!!! ^_^
E il tuo risotto lo vorrei ora al posto delle mie patate lesse…
Bacione enorme tesoro!!

Reply
Siciliani creativi in cucina 2 Dicembre 2014 at 13:13

Ah ah ah! Ciao carissima e grazie. Te lo manderei tanto tanto volentieri questo risotto e mi prenderei le patate lesse, tra l’altro mi piacciono moltissimo. Una carezza a Mirtillo. Ada

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.