fbpx

Risotto con crema di asparagi e zenzero

Risotto con crema di asparagi e zenzero

Risotto con crema di asparagi e zenzero. Correte a comprare un bel mazzetto di asparagi e un pezzetto di zenzero, perché dovete assolutamente fare questo risotto, semplicissimo ma gustoso. E bello, con questo punto di verde incredibile. Io amo gli asparagi, ma il risotto con questo ortaggio, soprattutto se non si tratta di asparagi selvatici, spesso sa di poco. Se li trovate, vi consiglio però di provare gli asparagi  di Altedo Igp, quelli bianchi di Cimadolmo Igp, di Bassano Dop e quelli violetti di Albenga: tutti dal gusto particolarmente saporito.

Per questo motivo io ho personalizzato un metodo che a me sembra funzionare. stacco le punte degli asparagi e la parte più dura del gambo, mentre pelo con il pelapatate tutto il resto del gambo: poi lo lesso, per ammorbidirlo, e lo frullo ottenendo una purea verde brillante. Uso l’acqua di cottura dei gambi e la crema per cuocere il risotto e così tutto il sapore si sprigiona in cottura. Provate e ditemi se questo metodo funziona anche per voi. Il risotto con crema di asparagi e zenzero è semplicissimo da preparare e delicato. Se utilizzate l’olio extravergine di oliva al posto del burro per mantecare e non mettete il formaggio diventa un delizioso risotto vegano. Ancora più leggero.

Mi piace molto come si sposa lo zenzero con gli asparagi, dà un tocco aromatico che trovo gradevole. Ovviamente, vi consiglio di dare una occhiata tutte le mie RICETTE CON GLI ASPARAGI e alle  mie RICETTE PRIMAVERILI. E, se amate i risotti con gli asparagi, non lasciatevi scappare il RISOTTO CON CREMA DI ASPARAGI BIANCHI, STRACCHINO E NOCI e quello, senza burro, ALL’OLIO EXTRAVERGINE, PARMIGIANO, ASPARAGI E BRESAOLA. Buona giornata!

RISOTTO CON CREMA DI ASPARAGI E ZENZERO

Print This
PORZIONI: 4 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • un mazzetto di asparagi, circa 200 grammi sono sufficienti
  • 320 grammi di riso Carnaroli o Arborio
  • olio extravergine di oliva, quanto basta
  • 40 grammi di burro freddo ( o olio se volete farlo vegano)
  • sale e pepe quanto basta
  • una striscia di zenzero di circa 2 centimetri
  • provolone della Valpadana Dop stagionato grattugiato (omettetelo per farlo vegano)
  • un cipollotto fresco

PROCEDIMENTO

Lavare gli asparagi, togliere l’estremità più dura e mettere da parte le punte con 3 centimetri di gambo, ossia la parte più tenera. Pelare con attenzione il resto dei gambi, farli a pezzetti e lessarli in acqua leggermente salata insieme allo zenzero a fettine, finché non saranno teneri (circa 10-15 minuti). Scolarli mettendo da parte l’acqua di cottura e frullarli con il mixer fino a ottenere una crema completamente liscia e verde brillante.

Tagliare a pezzetti le parti tenere del gambo che avete messo da parte, lasciando intatte le punte. Tritare finemente il cipollotto e rosolarlo in un tegame con l’olio, a fuoco basso, finché non diventa trasparente e aggiungendo uno o due cucchiai di acqua tiepida per non farlo bruciare: ci vorranno circa 10 minuti. Aggiungere il riso, tostarlo per qualche minuto mescolandolo continuamente,  aggiungere i pezzetti di gambo e la crema di asparagi e quindi iniziare la cottura del risotto versando pian piano l’acqua in cui avete lessato gli asparagi.

A metà cottura unire le punte degli asparagi e portare a cottura all’onda. Mantecare fuori dal fuoco il risotto con il burro freddo e quindi con il provolone Val Padana. Aggiustare di sale e pepe e servire. Io ho guarnito il piatto con un pomodoro confit, due punte di asparagi e dei crescioni, ma potete anche servirlo semplicemente spolverizzato con un po’ di provolone.

L’ABBINAMENTO: Con un piatto dall’impostazione vegetariana come questo suggeriamo un vino bianco prodotto in provincia di Vicenza, nelle colline di Breganze. Abbiamo scelto Pino & Toi, prodotto con uve Tai, Pinot bianco e Pinot grigio dall’azienda Maculan: profumi floreali, gusto delicato, leggero unito a una gradevole acidità.

Risotto con crema di asparagi e zenzero

 

Risotto con crema di asparagi e zenzero

Potrebbero piacerti anche

6 comments

edvige 2 Maggio 2015 at 20:30

Come tu sai io sono risottara e quindi questo risotto per me è ok. mi piacciono gli asparagi e adoro lo zenzero (fa anche tanto bene).
Si è vero a Trieste sull’altopiano si trovano gli asparagi selvatici (posticino segreto…) però li trovi anche da acquistare. Sono molto più amari di quelli usuali io adoro i violetti. Non andrebbe male nemmeno quelli che noi chiamiamo “bruscandoli” ma che in lingua è il luppolo. Ci facciamo la frittata usualmente sono anche amari ma in modo diversi da quelli selvatici.
Tengo…copiato il risotto e preferisco il carnaroli.
Buona domenica

Reply
Ada Parisi 4 Maggio 2015 at 13:45

Lo so, anche a me piacciono i violetti ma qui a Roma non li trovo da nessuna parte…

Reply
alice 3 Giugno 2014 at 12:41

Ciao Ada, io sono triestina e gli asparagi selvatici li raccolgo nei boschi intorno ..
Ci faccio di tutto: zuppe, frittate, paste, lasagne, risotti con e senza aggiunte di scampi o salsicce, qui da noi si trovano contadini che le fanno a casa e agi inizi di primavera sono perfette un po’ stagionate!
Adoro anche lo zenzero e lo uso spesso, ma mai mi e’ venuta in mente questa combinazione!
Ti ringrazio e la provero’, ne ho messi via nel congelatore un bel po’, perche’ sono troppo buoni!
Saluti 🙂
Alice

Reply
Siciliani creativi in cucina 3 Giugno 2014 at 12:55

Ciao Alice! Benvenuta nel mio blog! Ma che invidia i tuoi asparagi selvatici! Io li raccolgo quando vado in Sardegna, ne faccio mazzetti che porto con me in borsa trattandoli come dei bambini….Prova l’abbinamento con lo zenzero, usandone più o me a secondo dei tuoi gusti: secondo me esaltano il sapore degli asparagi. Fammi sapere!!! Ada

Reply
Anna 20 Maggio 2014 at 22:25

Ciao Ada , da brava milanese io adoro i risotti , devo ammettere però che con lo zenzero non l’ho mai fatto. Adesso sono proprio curiosa di provarlo. Un abbraccio , Anna

Reply
Siciliani creativi in cucina 20 Maggio 2014 at 22:55

Ciao Anna cara! Anche io adoro i risotti… saranno i 7 anni passati a Milano o la nonna milanese che mi hanno contagiata. Un abbraccio a te. Ada

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.