Viva la semplicità: crostata alle pesche

Una semplice crostata: pasta frolla e marmellata di pesche. Nulla di particolare, se non fosse che una pasta frolla ben fatta, burrosa e friabile ma croccante, profumata di limone, che si scioglie in bocca e che lascia sulla punta della lingua  quella punta di sale… non so a voi, ma a noi fa impazzire. Quanto alla marmellata, quella di pesche si sposa perfettamente con la frolla: il colore morbido, il gusto dolce ma con una persistente acidità, gli aromi di miele…Provatela a colazione e in qualunque momento della giornata, non ne avrete mai abbastanza .Se vi piacciono le crostate non dimenticate di andare a vedere la nostra crostata con ricotta e cioccolato , quella con crema gialla e marmellata e quella con ganache al cioccolato fondente e composta di fragole.


CROSTATA DI MARMELLATA, dosi per una tortiera di 24-26 centimetri di diametro (ricetta facile)

Print This
PORZIONI: 8 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • 300 grammi farina 00
  • 180 grammi di burro freddo
  • 130 grammi di zucchero
  • la scorza di un limone grattugiato
  • un tuorlo
  • tuorlo e latte per spennellare il dolce, quanto basta
  • un pizzico di sale
  • poco latte, se necessario
  • 350 grammi di confettura di pesche o altri gusti, con almeno il 70% di frutta

PROCEDIMENTO


Costata alle pesche

Per preparare la crostata di marmellata bisogna innanzitutto preparare la pasta frolla.

Preriscaldare il forno statico a 180 gradi. Mettere sul piano da lavoro la farina e fare un buco nel centro: disporvi il burro freddo tagliato a pezzetti e lavorare velocemente con la punta delle dita. Unire il tuorlo, lo zucchero, la scorza di limone e il pizzico di sale e lavorare la pasta finché non sarà liscia e omogenea, senza grumi di burro. Se la pasta frolla risultasse troppo granulosa, potete aggiungere poco latte freddo, facendo attenzione a non esagerare. La pasta frolla deve essere consistente, tanto da permettere di farne un panetto che avvolgerete nella pellicola per alimenti e metterete in frigorifero a riposare per almeno 30 minuti.

Imburrare e infarinare la tortiera. Stendere poco più della metà della pasta frolla sul piano di lavoro usando un mattarello (a una altezza di 3-5 millimetri) e rivestire il fondo e i bordi della tortiera. Bucherellare la base di pasta frolla con i rebbi di una forchetta,

Distribuire la confettura o la marmellata sulla pasta frolla e, con l’impasto avanzato, fare le strisce di copertura, disponendole molto ravvicinate le une alle altre e in diagonale. Se volete, potete divertirvi con stampini per biscotti o ravioli a fare decorazioni fantasiose e personalizzate sulla crostata di marmellata. Spennellare la superficie della crostata di marmellata con un poco di tuorlo d’uovo mescolato con poco latte e infornare per 30-40 minuti o finché la crostata di marmellata non sarà dorata. Lasciare raffreddare completamente prima di servire.

L’ABBINAMENTO: con questo dolce scegliamo un vino dolce della Sardegna, un vino da uve stramature e locali (come il Nasco e il Vermentino) che viene  prodotto dalle cantine Pala: Assoluto si caratterizza per la morbidezza, rotondità e i sapori che ricordano il miele.

SUGGERIMENTI

La crostatadi marmellata si presta a innumerevoli varianti: potete usare anche la cioccolata o la crema per farcirla. Se conservata in un ambiente fresco e asciutto si mantiene perfettamente per 5 giorni.

Dai una occhiata anche a...

6 comments

simona 24 Marzo 2014 at 16:09

La proveró mercoledi!!

Reply
Siciliani creativi in cucina 24 Marzo 2014 at 19:54

E fammi sapere Simona!!!!

Reply
conunpocodizucchero.it 24 Marzo 2013 at 09:27

diciamo così: è deliziosamente semplice!

Reply
fratelli_ai_fornelli 24 Marzo 2013 at 18:46

Grazie Elena, è ‘tradizionale’, diciamo così…un abbraccio

Reply
lu 10 Settembre 2013 at 21:00

questa torta non ha il lievito…solitamente io ne metto un cucchiaino..
ciao

Reply
Siciliani creativi in cucina 10 Settembre 2013 at 22:31

Ciao Luciana, benvenuta! Non metto mai il lievito nella pasta frolla. Non lo mette mia madre e non lo metteva mia nonna, per noi la frolla croccante è un gusto di famiglia. So che molti lo mettono, io l’ho provato, il sapore è ottimo ma la consistenza della frolla è più morbida e io la preferisco friabile e croccante. Ma come sempre si tratta solo di gusti personali. Un caro saluto e grazie, Ada

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.