Vellutata di finocchi e vongole con panna al limone

Lo sapete che in questo periodo vi sto pensando molto? Perché so che siete tutti già concentrati sui menu delle feste e voglio darvi una mano con qualche ricetta elegante, golosa ma facile. La ricetta di oggi nasce così: vellutata di finocchi e vongole con panna al limone. Facile è facile, perché dovete solo fare la crema di finocchi e patate, aprire le vongole e mettere un po’ di limone nella panna. Però è elegante, originale, con la nota aromatica del finocchio e quella acidula e fresca della panna al limone. Secondo me è perfetta come antipasto in un menu di pesce, che sia Natale o Capodanno, a secondo delle vostre tradizioni familiari e regionali. Amo sempre servire frutti di mare alle cene importanti, mi sembra un atto di cura e attenzione verso i miei ospiti, e questo è ancora più vero durante le feste natalizie. Vi suggerisco di servire la vellutata di finocchi e vongole con panna al limone nelle fondine, completando la crema con qualche crostino dorato: mettere in tavola un piatto raffinato, non banale, ma poco impegnativo dal punto di vista della preparazione, visto che potete preparare tutti gli elementi che lo compongono in anticipo anche di un giorno. Salvate la ricetta e buona giornata!

VELLUTATA DI FINOCCHI, VONGOLE E PANNA AL LIMONE (ricetta facile)

Print This
PORZIONI: 4 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • 3 finocchi
  • 2 patate piccole
  • brodo vegetale, quanto basta
  • uno scalogno
  • uno spicchio di aglio
  • qualche gambo di prezzemolo
  • 600 grammi di vongole già spurgate
  • 150 millilitri di panna liquida fresca
  • il succo di mezzo limone
  • prezzemolo tritato, quanto basta
  • olio extravergine di oliva, quanto basta
  • sale e pepe, quanto basta
  • pane casareccio per i crostini, quanto basta
  • semi misti, quanto basta

PROCEDIMENTO


Vellutata di finocchi e vongole

Preparare la vellutata di finocchi con vongole e panna al limone è semplice e potete preparare in anticipo ogni elemento che poi andrà a comporre il piatto.

Lavare le vongole con cura sotto l’acqua corrente. Mettere in una padella un filo di olio extravergine di oliva, uno spicchio di aglio e qualche gambo di prezzemolo. Scaldare la padella e aggiungere le vongole. Coprire e cuocere a fuoco alto per pochi secondi, finché le vongole non si saranno aperte. Via via che le vongole si aprono, toglierle dalla padella e metterle in una ciotola. Quando tutte le vongole si saranno aperte, filtrare il liquido di cottura e metterlo da parte. Togliere dal guscio la metà delle vongole e lasciare il resto nel guscio (solo per una questione estetica, ma se preferite non avere gusci nel piatto pulite tutte le vongole).

Per la vellutata di finocchi, pulire i finocchi eliminando le parti esterne e le estremità, lavarli con cura e tagliarli a pezzi. Pelare le patate, lavarle e tagliarle a pezzi. Pulire e tritare grossolanamente la cipolla. Rosolare la cipolla in olio extravergine di oliva finché non sarà appena dorata. Aggiungere le patate e i finocchi e rosolare le verdure per qualche minuto nell’olio. Aggiungere poco brodo vegetale fino a coprire le verdure e un po’ del liquido di cottura delle vongole. Cuocere finché le verdure non saranno tenere. Mettere da parte un po’ dell’acqua di cottura delle verdure (in modo da dosarla poi con calma per ottenere una vellutata della densità desiderata). Frullare le patate e i finocchi fino ad ottenere una crema vellutata e omogenea, quindi unire se necessario un po’ dell’acqua di cottura. Assaggiare la crema di verdure per verificare se sia necessario aggiungere un po’ di sale, pepare e mantecare con un filo di olio extravergine di oliva. Potete conservare la vellutata di finocchi in frigorifero, coperta da pellicola per alimenti a contatto, fino al momento di usarla.

Per la panna al limone (potete prepararla anche il giorno prima), versare la panna in una ciotola, aggiungere un pizzico abbondante di sale fino e il succo di mezzo limone. Mescolare e assaggiare: deve avere un gusto sapido e acidulo. Conservare la panna coperta a temperatura ambiente finché non si sarà addensata e, quando si sarà addensata, conservare la panna al limone in frigorifero fino al momento di utilizzarla.

Tagliare a cubetti il pane e tostarlo in padella con poco olio extravergine, aggiungendo a fuoco spento i semi misti (zucca, sesamo, lino). Tritare finemente il prezzemolo.

Servire la vellutata di finocchi calda nelle fondine individuali, distribuire le vongole (calde), i crostini di pane tostato e un po’ di prezzemolo tritato. Irrorare con un filo di olio extravergine di oliva e completare, un attimo prima di servire, con una cucchiaiata di panna al limone. Buon appetito!

L’ABBINAMENTO: Soave Doc “Roncathe”, prodotto dall’azienda Corte Moschina, nel paese di Roncà, in provincia di Verona. Un bianco delicato, con profumi di frutta bianca e sentori vegetali; buona l’acidità e discreta la sapidità, che accompagna questa ricetta che mette assieme terra e mare. Da bere fresco, intorno ai 10 gradi.

Dai una occhiata anche a...

4 comments

MARITA 20 Dicembre 2018 at 09:03

buongiorno,
a volte ho a cena persone che non mangiano pesce e/o vegetariane e pensare un menù che si adatti a carnivori, non carnivori, vegetariani e non-mangiatori di pesce diventa un impresa: sarebbe interessante poter sostituire, perché non le ama, le vongole con un’alternativa da offrire solo ad alcuni… cosa potrebbe essere?
grazie mille
MB

Reply
Ada Parisi 20 Dicembre 2018 at 09:46

Salve Marita, allora, per chi preferisce la carne potresti mettere dei dadini di pancetta croccante, saltata in padella. Per chi invece è vegetariano potresti mettere dei carciofi fritti croccanti. In entrambi i casi aggiungi la panna al limone, i semi misti e i crostini. Fammi sapere, Ada

Reply
elisabetta corbetta 7 Dicembre 2018 at 08:37

Adoro le vongole in questo piatto gustoso
Grazie
Un bacione

Reply
Ada Parisi 10 Dicembre 2018 at 14:35

Se lo provi fammi sapere! Ada

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.