Tortiglioni al ragù veloce di salsiccia e semi di finocchio

Una ricetta per gli amanti della carne, dei gusti decisi e dei piatti veloci. Tortiglioni con un ragù veloce di salsiccia, semi di finocchio e pecorino sardo Dop semistagionato. Dico veloce perché il sugo si prepara in 30 minuti, anche se, come ogni sugo di carne, più si prolunga la cottura più i sapori sono equilibrati e decisi. E’ sufficiente rosolare la salsiccia, unire la cipolla, il concentrato, il pomodoro, un po’ di vino e fare cuocere tutto a fuoco vivace: il gusto è strepitoso e nessuno capirà che lo avete preparato in fretta e furia.

Ingredienti per 4 persone:

  • 360 grammi di tortiglioni
  • 400 grammi di salsiccia fresca
  • un cucchiaino colmo di semi di finocchio
  • maggiorana o timo freschi quanto basta
  • 6 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • 500 millilitri di passata di pomodoro
  • sale quanto basta
  • un pezzetto di peperoncino fresco
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • una cipolla di Tropea piccola
  • mezzo cucchiaino di zucchero
  • una foglia di alloro
  • pecorino sardo Dop semistagionato quanto basta
  • Tritare finemente la cipolla. Togliere la salsiccia dal budello e tritarla grossolanamente al coltello. Mettere in una casseruola larga l’olio e farlo scaldare, poi unire la salsiccia sbriciolata e farla rosolare a fuoco vivo finché non prende colore. Unire la cipolla tritata, il peperoncino, i semi di finocchio e il concentrato di pomodoro, fare soffriggere per un minuto e sfumare con il vino.

    Lasciare evaporare, poi unire la passata di pomodoro, l’alloro, la maggiorana o il timo tritati, lo zucchero e aggiustare di sale (attenzione perché la salsiccia è sapida e il sugo restringendosi potrebbe risultare salato). Fare cuocere a fuoco medio-alto per almeno 30 minuti. Se avete un po’ di tempo in più, coprite e lasciate cuocere più a lungo. Ricordate di rimuovere l’alloro e il peperoncino a fine cottura.

    Cuocere la pasta in abbondante acqua salata e scolarla al dente, conservando poca acqua di cottura. Mantecare la pasta in padella con il sugo e un po’ di acqua di cottura e aggiungere il pecorino grattugiato. Servire la pasta spolverizzandola con altro pecorino e con qualche seme di finocchio.

    L’ABBINAMENTO: Un Lambrusco Grasparossa di Castelvetro Doc è uno tra i vini più adatti a questa ricetta molto saporita. La forte componente fruttata del vino si unisce a una buona bevibilità e a un grado alcolico non eccessivo che rende gradevole il piatto, valorizzandolo senza coprire il suo gusto. Suggeriamo “Fojonco“, un vino delle Cantine cooperative Riunite, appartenenti al Consorzio del Marchio storico dei Lambruschi modenesi.

    Dai una occhiata anche a...

    14 comments

    Adriana 4 Marzo 2014 at 18:53

    Ada, che bontà! Ogni volta che vedo queste ricette tradizionali è come se fossi a casa in Sicilia e sogno ad occhi aperti.. Ahimé sono in UK e molte delle ns ricette siciliane/messinesi sono impossibili da realizzare qui… Questa pasta, per esempio, l’ho fatta un paio di volte con le salsicce inglesi e, per quanto buono possa essere il risultato finale, non è mai lo stesso… Però non demordo e continuo a cucinare quanto piu’ possibile vicino ai sapori della nostra terra…! A presto e buona serata.

    Reply
    Siciliani creativi in cucina 4 Marzo 2014 at 23:04

    Ciao Adriana e benvenuta nel mio blog! Lo capisco che tu non riesca a trovare gli ingredienti giusti all’estero. Io viaggio molto e il primo posto dove mi precipito sono proprio le botteghe e i supermercati per vedere cosa c’è a disposizione, quindi so bene le tue difficoltà. TU non demordere, la Sicilia resta nel cuore! Ada

    Reply
    Barbara 30 Gennaio 2014 at 14:33

    Ada ciao, non sono Sarda ma Tedesca e mi piace tantissimo la tua ricetta che propongo al mio marito che un ottimo cuoco. In questi giorni piovosi si vuole un piatto così come da te proposto.
    Auguro una buona giornata e ancora tante proposte di piatti buonissimi!

    Reply
    Siciliani creativi in cucina 30 Gennaio 2014 at 14:43

    Ciao Barbara! Grazie! Io parlo tedesco, quindi se vuoi o hai bisogno di consigli possiamo tentare anche in quella lingua! Un caro saluto e spero che da te torni il sole! Buona giornata! Ada

    Reply
    Cuoca tra le Nuvole 30 Gennaio 2014 at 10:39

    I ragù di salsiccia lo preparo spesso avendo un fidanzato sardo 🙂 ma non avevo mai pensato di aggiungere i semi di finocchio, proverò senz’altro la tua versione!

    Reply
    Siciliani creativi in cucina 30 Gennaio 2014 at 13:16

    Anche tu un fidanzato sardo! Siamo in due! E lo prepari con gli gnocchetti sardi??? Un abbraccio, Ada

    Reply
    claudia 30 Gennaio 2014 at 09:36

    Buongiorno Ada!!!
    E’ buonissima!!! La faccio spesso e proprio l’altro ieri l’ho riproposta a cena…!!!

    Reply
    Siciliani creativi in cucina 30 Gennaio 2014 at 13:18

    Ciao Claudia! Anche io l’ho mangiata proprio l’altroieri, telepatia! Buona giornata!

    Reply
    anna 30 Gennaio 2014 at 09:19

    Buongiorno Ada,
    ti faccio i miei sinceri complimenti. Aprire la posta, e leggere una tua ricetta , da acquolina in bocca, anche se mattina, è fantastico.
    Ti auguro una serena giornata con affetto Anna

    Reply
    Siciliani creativi in cucina 30 Gennaio 2014 at 13:17

    Anna grazie, veramente, di cuore! E per me aprire il blog e leggere parole come le tue fa iniziare magnificamente la giornata! Buona giornata, Ada

    Reply
    alessandro 18 Ottobre 2016 at 19:29

    ciao 🙂
    vorrei fare questa ricetta perche tutte le altra ricette che ho provato sono state meravighiose…complimenti!!
    mi puoi dire cosa intendi per “mezzo bicchiere”?
    quando dai misure per salsa or per olio etc etc mi puoi dire quanti millilitri circa intendi per mezzo biccchiere di vino, non voglio metterne troppo e rovinare la ricetta
    grazie ea presto 🙂

    Reply
    Ada Parisi 18 Ottobre 2016 at 20:32

    Ciao Alessandro! Grazie mille per l’apprezzamento, sono felice che le mie ricette ti piacciano e soprattutto che ti riescano bene. Quando indico mezzo bicchiere di vino intendo 50 ml, massimo 60, considerando che un bicchiere standard in cucina é circa 100 ml. Fammi sapere se anche con questa ricetta facciamo centro, pensa che io l’ho mangiata proprio questa sera, ma fatta con una salsiccette leggermente piccante. Cari saluti,

    Reply
    alessandro 19 Ottobre 2016 at 12:30

    Hello Ada 🙂
    thank you very much for your quick reply..i will make this dish very soon and i am sure it will be delicious like all your other recipes!!
    ciao!! 🙂

    Ada Parisi 19 Ottobre 2016 at 16:32

    Grazie a te, have a nice day!

    Leave a Comment

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.