Torta morbida alla panna e cioccolato

Sapete cosa mi piacerebbe? Mi piacerebbe che ciascuno di voi, a turno, venisse a casa mia e aprisse il mio frigorifero: solitamente è strapieno, con tantissima verdura e ingredienti bizzarri in attesa di essere sperimentati, talvolta però è veramente desolato, vuoto come il deserto. Succede in genere quando parto per un fine settimana. Ecco, l’ultimo fine settimana in cui sono partita, ho trovato al rientro un frigorifero vuoto contenente solo acqua, Parmigiano Reggiano, condimenti vari, una vaschetta di ribes quasi moribondi e 500 millilitri di panna liquida fresca con scadenza da lì a due giorni. Potevo io buttare la panna? Assolutamente no, io non butto mai il cibo. Ed ecco che è nato questo dolce, pronto in 15 minuti (oltre al tempo di cottura, non posso fare miracoli), morbidissimo, profumato. Glassato con una ganache al cioccolato fondente e scagliette di mandorle tostate (in dispensa ho chili di frutta secca di ogni tipo e cioccolato sempre a disposizione) e decorato con i ribes sopravvissuti (solo per l’estetica, potete ometterli). Insomma, la panna nell’impasto rende la torta di una morbidezza eccezionale, ed è un ottimo modo per riciclare qualcosa che, altrimenti, avreste gettato. Provatela nel caffè e latte oppure a cena servendola con una pallina di gelato alla vaniglia.

Ingredienti per una tortiera a cerniera del diametro di 24-26 centimetri circa:

per la torta

  • 250 grammi di farina 00
  • 16 grammi di lievito per dolci
  • un pizzico di sale
  • 2 cucchiai di Cointreau o altro liquore all’arancia
  • 360 millilitri di panna liquida fresca
  • un pizzico di cannella
  • 3 uova intere
  • 180 grammi di zucchero semolato extra fine
  • farina e burro per lo stampo quanto basta

per la ganache al cioccolato

  • 200 grammi di cioccolato fondente al 70%
  • 150 millilitri di panna liquida fresca

e ancora

  • filetti di mandorle tostate per guarnire, quanto basta
  • ribes rosso per guarnire, quanto basta (facoltativo)

tortapannacacao7

Preriscaldare il forno a 180 gradi statico. Mettere in una ciotola le uova, il Cointreau e il sale e sbattere leggermente con una forchetta fino a ottenere un liquido fluido. Semi montare la panna con lo zucchero e unire, sempre montando con le fruste e poco a poco, le uova sbattute. Quando tutte le uova si saranno assorbite, aggiungere a farina setacciata con il lievito e continuare a montare fino a ottenere un impasto cremoso, morbido e senza grumi.

Imburrare e infarinare lo stampo e versarvi il composto, lasciando un centimetro e mezzo almeno dal bordo, perché gonfierà molto in cottura. Infornare per 45 minuti, anche se come sempre fa fede la prova stecchino: dovrà uscire asciutto. Fare intiepidire il dolce su una gratella.

Per la ganache al cioccolato, tritare grossolanamente il cioccolato fondente e metterlo in una ciotola. Versare la panna in una casseruola e portarla a ebollizione, quindi versarla sul cioccolato. Attendere un minuto e mescolare il cioccolato con una spatola fino ad ottenere una crema lucida e senza grumi. Versarla sulla torta e ricoprirla interamente: aiutatevi con una spatola. Non preoccupatevi di fare una copertura liscia e uniforme: questo dolce è bello con un aspetto un po’ rustico e vissuto! Decorare con i ribes, se avete deciso di metterli e con le mandorle tostate. Potete conservare il dolce per due-tre giorni coperto da pellicola per alimenti: si manterrà morbido. Buon appetito!

 

Dai una occhiata anche a...

6 comments

Angelica 27 Novembre 2015 at 18:42

Questa torta deve essere morbidissima!

Reply
Ada Parisi 30 Novembre 2015 at 13:00

In effetti sì Angelica! Ed è davvero buona e golosa, d’altra pare tra panna e cioccolato le calorie non si fanno pregare! Ma una volta tanto… a presto e grazie, Ada

Reply
tania 27 Novembre 2015 at 10:09

ma che meraviglia!!!!!!!

Reply
Ada Parisi 27 Novembre 2015 at 10:27

Tania è facilissima, solo che si presenta bene: diciamo che il rosso ribes le dona! Un abbraccio grande, Ada

Reply
Mila 27 Novembre 2015 at 09:48

Ma quanto buona era???? SLURP!!!

Reply
Ada Parisi 27 Novembre 2015 at 09:58

Mila grazie! Che ti posso dire? era buona, morbida, pannosa e golosa. Purtroppo ne potrei mangiare anche tre di seguito. Torte, non fette… Ti abbraccio, Ada

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.