fbpx

Torta Fedora con ricotta (ricetta siciliana)

orta Fedora con ricotta e mandorle, ricetta siciliana

Torta Fedora con ricotta e mandorle: il mio dolce per la Pasqua 2020 non poteva non essere una ricetta siciliana. Anche se questo dolce non è di certo tra i più noti al grande pubblico. Eppure si tratta di un dolce buonissimo e molto semplice e veloce da preparare, tipico della pasticceria catanese. Insomma, la torta Fedora non ha sicuramente la fama dei CANNOLI SICILIANI o della CASSATA SICILIANA (da provare anche nella versione AL BICCHIERE o AL FORNO), ma è un dolce fresco e goloso con tutti i profumi e i sapori della Sicilia.

La base è un semplice pan di Spagna, bagnato abbondantemente con uno sciroppo di acqua, zucchero, succo e scorza di arancia e un po’ di rum. Il ripieno è lo stesso dei cannoli e della cassata: una morbida crema di ricotta e zucchero a velo con gocce di cioccolato fondente. Come sapete, la ricotta è la base per innumerevoli DOLCI SICILIANI. La superficie della torta, cosparsa della stessa crema di ricotta, è decorata da lamelle di mandorle tostate e pistacchi. Le prime di Avola e i secondi di Bronte. La tradizione vorrebbe che la torta Fedora fosse decorata anche con ciliegie candite, ma le omesse. Per due motivi: non mi piacciono e hanno al dolce un’aria anni Ottanta. Io ho voluto renderlo più moderno creando un dolce alto e con una decorazione minimale.

Mia zia diceva che la bravura di un pasticciere catanese si misurava sulla torta Fedora e sulle OLIVETTE DI SANT’AGATA, ma oggi questo dolce è forse un po’ sottovalutato. La facilità di esecuzione e la sua grande freschezza, invece, rendono la ricetta siciliana della torta Fedora con ricotta un dolce perfetto per chiunque. Anche per i principianti in pasticceria, che non incontreranno nessuna difficoltà nel realizzarla. E’ una torta freschissima adatta anche a concludere un pranzo estivo e, ovviamente, ve la propongo pensando anche alla Pasqua.

Se invece volete cimentarvi con dolci più impegnativi, come i cannoli, date una occhiata anche alla VIDEO RICETTA DEI CANNOLI SICILIANI sul mio canale YouTube (fatti e rifatti con successo da tanti di voi). E guardate la maestria dei pasticcieri della pasticceria Costa di Palermo che in 3 minuti preparano una meravigliosa CASSATA SICILIANA. Vi auguro buona giornata!

TORTA FEDORA CON RICOTTA (ricetta siciliana)

Print This
PORZIONI: 4 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • DOSI PER UNA TORTIERA DA 20-22 CM:
  • PER IL PAN DI SPAGNA:
  • 4 uova
  • 90 grammi di farina doppio zero
  • 100 grammi di zucchero semolato extrafine
  • la scorza di un limone biologico grattugiata
  • un pizzico di sale
  • PER LA CREMA DI RICOTTA:
  • 650 grammi di ricotta di pecora
  • 150 grammi di zucchero a velo
  • 60 grammi di cioccolato fondente in gocce
  • PER LA BAGNA
  • 150 millilitri di acqua minerale naturale
  • 150 grammi di zucchero
  • la scorza di una arancia biologica grattugiata
  • poco rum ( o succo di arancia se non amate l'alcol)
  • E ANCORA
  • mandorle tostate in lamelle, quanto basta
  • pistacchi non salati, quanto basta

PROCEDIMENTO

orta Fedora con ricotta e mandorle, ricetta siciliana

Torta Fedora, ricetta siciliana

La preparazione del pan di Spagna è semplicissima: mettere in una ciotola le uova, lo zucchero e il pizzico di sale e frullare in planetaria o con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto gonfio, spumoso e con un volume aumentato di almeno 4 volte. Aggiungere la farina setacciata e incorporarla alla massa montata di uova e zucchero con una spatola, facendo un movimento dall’alto verso il basso per non smontare il composto. Aggiungere la scorza di limone grattugiata. Se siete alle prime armi e volete essere sicuri di ottenere un pan di Spagna alto e leggero, potete aggiungere un pizzico di lievito per dolci, ma se avrete montato le uova abbastanza a lungo non vi servirà.

Imburrare e infarinare una teglia a cerniera da 24 cm, versarvi il composto e livellarlo. Cuocere il pan di Spagna in forno a 170 gradi per 20 minuti o fino a doratura. In ogni caso, fate la prova stuzzicadenti: infilato al centro del dolce, deve uscirne asciutto.

Per la bagna, mettere in un pentolino l’acqua, lo zucchero e la scorza di arancia. Portare a ebollizione e fare bollire finché lo sciroppo non si sarà ridotto di un terzo. A bagna ultimata e a fuoco spento, aggiungere il rum.

Per la crema di ricotta, lavorare la ricotta con lo zucchero a velo fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Aggiungere le gocce di cioccolato fondente e conservare in frigorifero coperto da pellicola per alimenti.

Quando il pan di Spagna si sarà raffreddato, tagliarlo a metà. Punzecchiare le due metà di pan di Spagna con una forchetta, quindi bagnarle entrambe abbondantemente. Coprire il primo strato di pan di Spagna con abbonante crema di ricotta (esagerate, tanto la ricotta è soda e il dolce resterà stabile), tenendo da parte la quantità necessaria a ricoprire poi il dolce. Sovrapporre alla ricotta il secondo disco di pan di Spagna già bagnato, pressando bene.

Ricoprire l’intero dolce (superficie e lati) con la crema di ricotta avanzata, usando una spatola e facendo uno strato sottile, in modo che la torta Fedora ne sia completamente ricoperta. Tostare le mandorle e i pistacchi e lasciarli raffreddare completamente. Cospargere il dolce con le mandorle e i pistacchi, pressando delicatamente per farli aderire alla superficie. Io ho messo un coppapasta al centro della torta e vi ho versato i pistacchi e poi ho ricoperto il resto con le mandorle. Vi consiglio di preparare il dolce il giorno prima, in modo che la ricotta ceda umidità e che il pan di Spagna diventi morbidissimo. Conservare il dolce in frigorifero e servirlo fresco. Buon appetito!

Torta Fedora con ricotta (ricetta siciliana)
Torta Fedora con ricotta (ricetta siciliana)

Potrebbero piacerti anche

2 comments

Cristina 11 Maggio 2020 at 22:36

Molto scenografica ! La conoscevo. Quello strato bello spesso di crema di ricotta è una vera goduria

Reply
Ada Parisi 11 Maggio 2020 at 22:47

Grazie! È un dolce che andava forte quando ero piccola; ora molti l’hanno dimenticato ma a me piace molto. Un caro saluto!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.