Home » Torta rustica di carciofi e ricotta

Torta rustica di carciofi e ricotta

by Ada Parisi
5 min read
Torta rustica di carciofi e ricotta

Torta rustica di carciofi e ricotta. Oggi una torta rustica facile e gustosa, di quelle che piacciono a tutti, con un ortaggio che è ormai sul finire (vi sto dicendo in modo subliminale che dovete preparare questo piatto con molta molta fretta!). E’ una sfoglia farcita di ricotta e carciofi. I carciofi sono tagliati a metà e cotti in umido per 10 minuti, in modo da ammorbidirli, quindi vengono disposti sulla ricotta che, in cottura, gonfia creando una sorta di fiore sulla superficie. Se volete, potete anche tritare uno o due carciofi e mescolarli alla farcia di ricotta, per ottenere un sapore ancora più marcato. Sul mio canale YouTube trovate anche un VIDEO TUTORIAL su come pulire alla perfezione i carciofi.

La torta rustica di carciofi e ricotta è un piatto unico facilissimo, chic e gustoso, pronto davvero in tempo reale, che potete accompagnare con una insalata, oppure potete servire in un buffet o anche per un pic nic. Insomma, è una ricetta versatile! Spero che vi piaccia, a me è piaciuta molto e il giorno seguente era ancora più buona. E se vi piacciono i carciofi ma preferite un primo piatto o un contorno saporito, date una occhiata a tutte le mie RICETTE CON I CARCIOFi oppure, sempre in tema di quiche e torte rustiche, al mio SPECIALE RICETTE DI TORTE SALATE. Buona giornata!

Torta rustica di carciofi e ricotta

TORTA RUSTICA DI CARCIOFI E RICOTTA (ricetta facile)

Porzioni: 6 Preparazione: Cottura:
Nutrition facts: 250 calories 20 fat
Rating: 4.0/5
( 2 voted )

Ingredienti

un rotolo di pasta sfoglia già pronta (se volete farla in casa trovate la ricetta qui)

5 carciofi

600 grammi di ricotta di pecora

2 uova intere

sale e pepe, quanto basta

60 grammi di pecorino stagionato Dop grattugiato

un pizzico di noce moscata

menta fresca, quanto basta (facoltativa)

olio extravergine di oliva, quanto basta

Procedimento

Per preparare la torta rustica di carciofi e ricotta, dovete innanzitutto pulire i carciofi, eliminando le foglie esterne più dure e le parti legnose del gambo. Tagliare i cuori del carciofo a metà, rimuovere la barbetta interna e metterli a bagno per 15 minuti in acqua fredda, leggermente acidulata con succo di limone.

Mettere un filo d'olio in una padella e rosolare i carciofi a fuoco alto per qualche minuto, finché non saranno leggermente dorati. Aggiungere poca acqua, coprire e cuocere per 10-15 minuti, finché non saranno teneri (fate la prova spiedino).

Nel frattempo, frullare la ricotta con le uova, il pecorino, la menta fresca tritata e la noce moscata. Aggiungere sale e pepe. Otterrete un composto omogeneo e denso.

Preriscaldare il forno a 200 gradi. Stendere la pasta sfoglia in una tortiera rivestita con carta forno e fare dei buchi sul fondo e sui lati con i rebbi di una forchetta. Versare dentro la tortiera, la crema di ricotta e distribuire i carciofi sulla superficie, facendo un po' di pressione con le mani.

Infornare la torta rustica di carciofi e ricotta e cuocere per 25-30 minuti, oppure finché la superficie della torta non sarà ben dorata. Fare raffreddare leggermente e servire. Buon appetito!

L'ABBINAMENTO: Provate questa ricetta con un Prosecco Docg superiore, extra dry, ovvero con un residuo zuccherino che gli conferisce una lieve nota dolciastra. Suggeriamo Cuvée 1926, prodotto dall'azienda Valdo Spumanti, a Valdobbiadene, con metodo charmat lungo (cinque mesi) e poi affinamento in bottiglia per tre mesi. E' un vino che ricorda la data di nascita di questa storica azienda della provincia di Treviso. Profuma di pera, pesca e ananas, con un perlage fine e persistente; va servito in bicchieri a flute a una temperatura di circa sette gradi.

Hai provato questa ricetta?
Se ti è piaciuta taggami su Instagram @sicilianicreativi

Hai già visto queste ricette?

2 commenti

ale 22 Aprile 2015 - 10:47

Buongiorno cara Ada, un tuo illuminato parere… ultimamente non gradisco particolarmente la sfoglia, mi piacerebbe sostituirla con una brise’ rustica (impastata con olio evo e vino bianco secco). Che ne pensi? Ovviamente, complimenti – scontati – per le tue magnifiche ricette!!!!

Reply
Ada Parisi 22 Aprile 2015 - 12:31

Ciao Ale! Allora, ti confesso che anche io non vado matta in assoluto per la sfoglia, a meno che non sia fatta in casa. Quella che si acquista pronta non la digerisco affatto. Io sono una fanatica della pasta brisè in versione senza uovo e in versione con uovo. E ovviamente in questa torta sta benissimo. Penso che dovresti darle una prima cottura di 15 minuti in bianco prima di mettere la ricotta, altrimenti rischi che non cuocia bene e non diventi croccante come deve essere. Fammi sapere, ti abbraccio, Ada

Reply

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. * By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.