Torta alla rosa con crema di ricotta e ciliege

Ed eccoci al consueto appuntamento con Re cake. Stavolta la sfida era sulla torta di rose, o meglio la White rose cake. Una base un po’ particolare, senza uova ma con lo yogurt, una crema al formaggio all’interno, l’aroma dell’acqua di rose e tanti petali di rose come decorazione. Ora, posto che io non ho trovato le rose eduli e che i miei petali non sono quindi commestibili (vi auguro di essere più fortunati), veniamo alle mie modifiche (cito solo le più importanti) rispetto all’originale: intanto ho dimezzato la dose, ricavando quindi due monoporzioni, una più piccola e una più grande, che ho sovrapposto. Nel post però considero che voi facciate un’unica torta del diametro di 18 centimetri circa. Poi la farcia: ho sostituito il Philadelphia con la ricotta e ho aggiunto delle ciliege spadellate, visto che siamo in stagione e che io le adoro.  Infine, visto che in famiglia preferiscono i dolci umidi, ho preparato una bagna al maraschino per inumidire gli strati. In pratica, ho fatto una torta di nozze anticipata per mio fratello, che si sposa il 12 luglio…

Ingredienti per una torta a 3 strati di circa 18 millimetri di diametro:
per la base

  • 115 grammi di farina 00
  • 6 grammi di baking powder
  • 3 albumi
  • un pizzico di sale
  • 120 grammi di burro morbido
  • 110 grammi di zucchero semolato extrafino
  •  40 grammi di yogurt greco
  • 30 millilitri di latte intero
  • 1 cucchiaio di acqua di rose
  • 2 cucchiai di estratto di vaniglia biologico

per la farcia

  • 150 grammi di ciliege
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • qualche goccia di succo di limone
  • 300 grammi di ricotta di pecora fresca
  • 200 millilitri di panna liquida fresca da montare
  • 150 grammi di zucchero semolato extrafino

per la bagna

  • 150 millilitri di acqua
  • 40 grammi di zucchero
  • 30 millilitri di maraschino

e ancora

  • tanti tanti tanti petali di rosa, meglio se eduli, del colore che preferite

Preriscaldare il forno a 180 gradi statico.

Per la base: mettere in una ciotola gli ingredienti secchi ovvero farina e lievito setacciati. In un’altra ciotola sbattere con il frullatore leggermente gli albumi con il sale e la vaniglia: non vanno montati a neve ma sbattuti in modo che formino una schiuma leggera. Lavorare con il mixer il burro con lo zucchero finché non diventa bianco e spumoso. Unire, sempre frullando, lo yogurt, il latte e l’acqua di rose, quindi aggiungere piano un po’ di farina setacciata con il lievito e un po’ di albumi sbattuti, alternando fino a incorporare tutto al composto. Otterrete un composto molto chiaro, profumato.

Per non dovere tagliare la base, vi suggerisco di cuocerla direttamente in stampi monodose della dimensione che vi serve, o addirittura di stenderla in teglia a una altezza di 2 centimetri e poi ricavare dei dischi con il coppapasta, come ho fatto io. Se stenderete la base in questo modo 20-25 minuti di cottura saranno sufficienti. Una volta che la base sarà cotta e dorata, farla raffreddare su una gratella e poi copparla della dimensione che vi serve.

Per la farcia, setacciare per due volte la ricotta, poi lavorarla con lo zucchero e aggiungere piano piano la panna montata a neve. Riporre la farcia nel frigorifero fino al momento di farcire la torta.

Denocciolare le ciliegie e cuocerle in padella per 5 minuti con lo zucchero di canna e il limone: devono solo ammorbidirsi e il succo caramellizzarsi leggermente. Lasciare raffreddare completamente.

Per la bagna, mettere in una casseruola acqua e zucchero, portare a ebollizione e fare ridurre di un terzo. Quindi aggiungere il maraschino e fare raffreddare.

Per comporre la torta: bagnare tutti gli strati con la bagna al maraschino, quindi farcire il primo strato con la crema di ricotta (io ho usato il sac à poche) e distribuirvi sopra un po’ di ciliege, coprire con il secondo strato e procedere a farcire e così via con il terzo. Una volta terminato, ricoprire uniformemente la torta con la crema di panna e ricotta aiutandovi con una spatola. Se volete potete anche decorare la torta usando il sac à poche. Riporre il dolce nel frigorifero per almeno un’ora. Prima di servire, guarnire la torta con i petali di rosa

Dai una occhiata anche a...

4 comments

Anna 19 Maggio 2014 at 16:17

Brava, brava, la mia Ada, ogni cosa sai far tu. E’ semplicemente fantastica e da acquolina in bocca. Sto deglutendo! Sig! Anna

Reply
Siciliani creativi in cucina 19 Maggio 2014 at 16:39

Anna! Ma che carina che sei… provala la torta dai… Un abbraccio, Ada

Reply
elisa 19 Maggio 2014 at 12:02

e brava Ada!!!

Ps: facciamo 18 centimetri, va là!!! ahahahahh!!
ciaoooooo

Reply
Siciliani creativi in cucina 19 Maggio 2014 at 12:24

E menomale che esisti Elisa! Una torta di 18 millimetri sfido chiunque a portarla a termine! Ah ah ah! Baci, Ada

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.