Tarte tatin alle pesche e timo al pepe

Un dolce semplice e raffinato della tradizione francese, la tarte tatin, classica ‘torta rovesciata’, preparata però in versione estiva con le pesche gialle, quelle sode e profumate, aromatizzata con il timo al pepe. Come base io uso la pasta brisée in versione dolce ma non troppo, che preferisco di gran lunga alla pasta sfoglia, troppo burrosa. A me piace servirla tiepida e, se volete esagerare potete accompagnarla a del gelato alla crema o alla vaniglia.

Ingredienti per una teglia di circa 22-24 centimetri:

per il ripieno

  • 5-7 pesche (a secondo della dimensione)
  • 3 cucchiai di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • il succo di mezzo limone
  • 30 grammi di burro
  • un rametto di timo al pepe

per la pasta brisèe

  • 250 grammi di farina 00
  • un uovo
  • 70 grammi di zucchero semolato
  • un pizzico di sale
  • 120 grammi di burro freddo
  • un cucchiaio di estratto di vaniglia

per guarnire

  • un rametto di timo al pepe

Preparare la pasta brisée mettendo in una ciotola tutti gli ingredienti e impastando con la punta delle dita fino a ottenere un composto in grosse briciole, poi amalgamare rapidamente il tutto e formare un panetto che dovrà riposare nel frigorifero per almeno un’ora.

Mentre la pasta riposa, preparare il ripieno: sbucciare le pesche, tagliarle a metà e rimuovere il nocciolo, poi tagliarle in quarti. Lavare e tritare il timo al pepe. Mettere nella teglia (la stessa che poi andrà in forno) il burro e i due tipi di zucchero e fare caramellare il tutto a fuoco basso: quando si sarà formato un caramello denso ma non troppo scuro, adagiare nella teglia le pesche, il più possibile vicine le une alle altre e senza lasciare spazi vuoti, con la parte piatta rivolta verso il basso. Fare caramellare le pesche per 3-4 minuti a fuoco medio e poi girarle dall’altra parte. Caramellarle per altri 3-4 minuti e mettere la teglia da parte.

Preriscaldare il forno a 180 gradi statico. Prendere l’impasto e metterlo sul piano di lavoro ben infarinato. Aiutandosi con il mattarello, anch’esso ben infarinato, ottenere un cerchio di dimensioni leggermente superiori (circa 2 centimetri) a quelle della teglia, poi sollevarlo con cura e deporlo sulle pesche avendo cura di rimboccare un poco i bordi eccedenti verso l’interno della teglia.

Cuocere per 25 minuti e poi per altri 2 a forno ventilato: la pasta brisèe dovrebbe essere ben dorata. Fare intiepidire per 10 minuti,passare un coltello lungo i bordi della teglia e sformare su un piatto della stessa misura. Servire la torta ancora tiepida, guarnita con un rametto di timo.

Dai una occhiata anche a...

8 comments

Kenneth Kapasi 22 Settembre 2013 at 17:34

Very nice dish Ada thank you so much for sharing.Keep up the good work.:)

Reply
Siciliani creativi in cucina 22 Settembre 2013 at 23:22

Hi Kenneth! Thanks a lot!!!

Reply
luisa 21 Settembre 2013 at 16:30

eh.. sfiziosa? buona?.. direi di più.. la adoro!

Reply
Siciliani creativi in cucina 22 Settembre 2013 at 01:19

Ciao Luisa! Grazie di cuore, Ada

Reply
Pattipa 21 Settembre 2013 at 15:29

Ada mi hai fatto venire un’acquolina con questa tarte abbinata al gelato di vaniglia….. Sgnam! Un bascio!

Reply
Siciliani creativi in cucina 22 Settembre 2013 at 01:20

Ciao Patti, grazie! E benvenuta!

Reply
silvana leonardi 21 Settembre 2013 at 00:23

ciao è un po’ che seguo le vostre ricette sono siciliana anch’io anche se vivo a Milano da tanti anni vi faccio tanti auguri siete bravissimi

Reply
Siciliani creativi in cucina 21 Settembre 2013 at 14:23

Ciao Silvana! Di dove sei? Io a Milano ho vissuto sette anni. Grazie e benvenuta sul blog! Ada

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.