Spaghetti al pomodoro e basilico

Indovinate cosa ho mangiato oggi a pranzo? Spaghetti al pomodoro, con la passata fatta in casa d’estate (semplicemente con pomodoro, sale, zucchero e basilico) arricchita da qualche pomodoro Pachino che tengo sempre in casa, basilico fresco (non ci crederete, ma è ancora quello che ho sul balcone, c’è un ramo che mi fa ancora delle foglie) e parmigiano Reggiano Dop. Oggi non lavoro e solitamente a pranzo mangio yogurt o frutta, ma si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale delle cucine italiane (IDIC – International day of Italian Cuisines), giunta alla sua settima edizione e gli spaghetti al pomodoro e basilico, il piatto più conosciuto della cucina italiana, ne sono i protagonisti. Potevo non partecipare, almeno idealmente, a questa giornata importantissima per il made in Italy agroalimentare? Ovviamente no, e ho deciso di preparare gli spaghetti nel modo tradizionale, insieme a chef, cuochi dilettanti e appassionati di cucina in tutto il  mondo.

Ingredienti per 4 persone: 

  • 350 grammi di spaghetti
  •  500 millilitri di passata di pomodoro fatta in casa o di una ottima passata di pomodoro biologica (ce ne sono di buonissime in commercio)
  • qualche foglia di basilico fresco (altrimenti astenersi)
  • parmigiano Reggiano Dop grattugiato, quanto basta
  • qualche pomodoro Pachino (facoltativo)
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • uno spicchio di aglio in camicia
  • un pezzetto di sedano
  • un cucchiaino di zucchero
  • sale quanto basta

Mettere in una casseruola l’olio extravergine, l’aglio in camicia e il pezzetto di sedano, farli soffriggere leggermente senza prendere colore e unire i pomodori pachino tagliati a metà. Rosolarli e unire la passata di pomodoro e lo zucchero. Aggiustare di sale e fare cuocere a fuoco basso e coperto fino a ottenere un sugo molto denso, ben ristretto, controllando che i pomodorini Pachino si siano disfatti. Rimuovere l’aglio e la costa di sedano.

Lessare gli spaghetti in abbondante acqua salata e scolarli molto al dente, tenendo da parte un po’ dell’acqua di cottura. Mantecare gli spaghetti con la salsa di pomodoro, unendo uno o due cucchiai di acqua di cottura e aggiungere, al termine, un filo di olio extravergine.

Impiattare gli spaghetti spolverizzando con parmigiano Reggiano Dop a piacere e guarnendo il piatto con una foglia di basilico fresco.

L’ABBINAMENTO: Un Lugana Doc è il nostro suggerimento con questo classico italiano. La buona mineralità e i profumi di mela, nocciola e timo selvatico sono le caratteristiche prevalenti nel Lugana Prestige, prodotto dalle Cantine Provenza, a Desenzano del Garda (Brescia).

Dai una occhiata anche a...

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.