fbpx

Sarde gratinate al forno alla siciliana

Sarde al forno gratinate alla siciliana

L’amore dei siciliani per le sarde è grande: trovarle a Roma è raro, ma se dovessero capitarvi a tiro non potete non  provare le sarde gratinate al forno alla siciliana. Si tratta di un tortino molto simile alle ALICI IN TORTIERA, con l’aggiunta di pomodoro a pezzetti per rendere più umido l’impasto. Quello che differenzia le due ricette è il gusto, perché quello delle sarde è molto più intenso  e complesso di quello delle alici. E vi rimando al mio articolo su SARDE, ACCIUGHE E ALICI e COME USARLE IN CUCINA.

Le sarde devono essere aperte a libro, senza lisca e potete farlo da voi (io pulisco tutto il pesce da me, mi piace tanto) o farlo fare al vostro pescivendolo. Ovviamente, trovate le sarde fresche, mettetene una decina da parte per preparare la straordinaria PASTA CON LE SARDE (anche in VIDEO RICETTA) o le intramontabili SARDE FRITTE, carnose e saporite. Oppure le SARDE A BECCAFICO, regine della cucina palermitana.

Le sarde gratinate al forno alla siciliana sono condite con pane grattugiato condito con aglio, olio, prezzemolo, capperi tritati e pecorino grattugiato. Se avete acquistato sarde già pulite a preparare il tortino ci metterete un attimo. Per la cottura bastano 15 minuti. Il mio suggerimento è di prepararlo in anticipo di qualche ora, in modo che i gusti si armonizzino al meglio. E sentirete il sapore del mare siciliano.

Sarde al forno gratinate alla siciliana

SARDE GRATINATE AL FORNO ALLA SICILIANA

Print This
PORZIONI: 4 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • 1 chilogrammo di sarde da pulire o 700 grammi già pulite
  • 100 grammi di pane grattugiato, quanto basta
  • un mazzetto di prezzemolo fresco
  • capperi sotto sale, quanto basta
  • 70 grammi di pecorino sardo Dop grattugiato
  • il succo di due limoni biologici
  • 3-4 pomodori Piccadilly
  • sale e pepe, quanto basta
  • olio extravergine di oliva, quanto basta

PROCEDIMENTO

Le sarde gratinate al forno alla siciliana sono semplicissime da realizzare: se avete acquistata sarde già pulite, non farete alcuna fatica. Se invece avete acquistato sarde intere, dovete aprirle a libro togliendo la testa con le interiora ed estraendo la lisca. Lavare il pesce ed asciugarlo con cura con la carta assorbente.

Lavare i pomodorini e tagliarli finemente, conservando l’acqua di vegetazione, necessaria per inumidire un po’ il ripieno. Tritare l’aglio, i capperi e il prezzemolo.

Mettere in una ciotola il pane grattugiato, l’aglio, i capperi e il prezzemolo tritati. Aggiungere il pecorino grattugiato, sale e pepe, i pomodori a pezzettini e tanto olio extravergine di oliva quanto necessario per ottenere un composto soffice ma sgranato. Assaggiate il composto per verificare se sia giusto di sale.

Sarde al forno gratinate alla siciliana

Ungere con olio extravergine una tortiera, spolverizzare con un piccolo quantitativo di farcia e disporvi le sarde aperte a libro, in modo che coprano il fondo in modo uniforme. Distribuire sulle sarde un terzo dell’impasto, irrorare con olio extravergine e succo di limone e procedere a realizzare un secondo strato di sarde. Coprire nuovamente con l’impasto, condire con olio e limone, infine fare un ultimo strato di sarde. Distribuire sulle sarde la farcia rimanente, poi condire ancora con olio extravergine e succo di limone.

Preriscaldare il forno a 200 gradi statico. Cuocere le sarde gratinate al forno alla siciliana per 15 minuti o finché la superficie non sarà leggermente dorata. Lasciare raffreddare il tortino e lasciarlo riposare per un’ora almeno, in modo che i sapori si fondano alla perfezione. Potete servire le sarde gratinate al forno alla siciliana tiepide o riscaldarle per 5 minuti in forno già caldo a 150 gradi. Potete anche conservare il tortino in frigorifero per uno-due giorni. Buon appetito.

 

 

Sarde gratinate al forno alla sicilianaSarde gratinate al forno alla siciliana
Sarde gratinate al forno alla sicilianaSarde gratinate al forno alla siciliana

Potrebbero piacerti anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.