Home » Pasta al ragù di pesce spada in bianco

Pasta al ragù di pesce spada in bianco

by Ada Parisi
5 min read
Ruote al ragù di pesce spada in bianco: ricetta siciliana pronta in 10 minuti

Pasta al ragù di pesce spada in bianco. Sarà l’estate, ma vedo che tra le ricette più viste del sito ci sono sempre quelle a base di pesce spada, e soprattutto le LINGUINE CON PESCE SPADA, OLIVE, CAPPERI E POMODORI PACHINO. Ora, visto che sono siciliana e per giunta di Messina, e che il pesce spada dello Stretto da me è una religione, ho pensato di regalarvi una ricetta a base di pesce spada che, per me, è la ricetta del secolo. L’equivalente, nel settore dei primi piatti, del velocissimo PESCE SPADA ALLA EOLIANA tra i secondi: se non lo conoscete dovete assolutamente provarlo. E sul mio canale YouTube trovate anche la VIDEO RICETTA PASSO PASSO con tutti i miei segreti per un pesce spada sempre morbido e succoso.

Nel senso che questa pasta al ragù di pesce spada in bianco si prepara in 10 minuti reali, valorizza al massimo le qualità organolettiche del pesce, le esalta grazie alla sinfonia di sapori semplici di aglio, peperoncino, prezzemolo e limone. Pochi filetti di pomodoro, più per colore che altro, una pioggia di mandorle tostate e avrete la Sicilia nel piatto, le sue spadare che si muovono tra le onde. E quel grido che nei romanzi dei Veristi è diventato ormai un simbolo: ‘Pigghialu, pigghialu!’ alludendo all’avvistamento del pesce spada in mare.

Questa pasta è buonissima calda, tiepida ma anche fredda (come insalata di pasta di mare), ovviamente a patto di cuocere la pasta molto, molto al dente. A questo punto solo una preghiera: se potete, comprate del pesce spada italiano. Se non siciliano almeno calabrese o di Ponza. E date una occhiata a tutte le mie RICETTE SICILIANE e alle mie RICETTE CON IL PESCE SPADA per utilizzarlo al meglio.

Ruote al ragù di pesce spada in bianco: ricetta siciliana pronta in 10 minuti

PASTA AL RAGU' DI PESCE SPADA IN BIANCO (ricetta siciliana)

Porzioni: 4 Preparazione: Cottura:
Nutrition facts: 250 calories 20 fat
Rating: 4.3/5
( 3 voted )

Ingredienti

300 grammi di pesce spada in una sola fetta

320 grammi pasta corta (io ho usato le ruote, un formato che mi piace moltissimo)

olio extravergine di oliva, quanto basta

sale e pepe, quanto

un pezzetto di peperoncino

6 pomodori Piccadilly

2 spicchi di aglio

prezzemolo, quanto basta

il succo e la scorza grattugiata di un limone biologico

mandorle a lamelle, quanto basta

Procedimento

Ruote al ragù di pesce spada in bianco

La pasta al ragù di pesce spada in bianco è facilissima da preparae. Tritare l'aglio e il prezzemolo finemente, e a fettine sottili il peperoncino.

Lavare i pomodori e spellarli. Per facilitare l'operazione potete inciderli a croce e sbollentarli pochi secondi in acqua bollente e poi metterli in acqua fredda per evitare che cuociano: la buccia verrà via con facilità. Tagliarli a metà, eliminare i semi e l'acqua di vegetazione e farli a filetti.

Pulire il pesce spada eliminando la buccia esterna, quindi tagliarlo a cubetti di piccola dimensione.

Tostare le lamelle di mandorle a fuoco bassissimo.

Rosolare per pochi secondi in un tegame l'aglio, il peperoncino e metà del prezzemolo in olio extravergine di oliva, aggiungere i filetti di pomodoro, alzare il fuoco e unire i dadini di pesce spada. Spadellarli a fuoco vivo per pochi secondi, quindi salare, pepare e unire il succo e la scorza di limone e il resto del prezzemolo tritato. Mettere da parte.

Lessare la pasta in abbondante acqua salata e scolarla al dente, conservando un po' dell'acqua di cottura.

Mantecare la pasta con il sugo di pesce spada, aggiungendo qualche cucchiaiata di acqua di cottura per creare un sughetto.

Servire le ruote con il ragù bianco di pesce spada dopo avere completato il piatto con un filo di olio extravergine, un po' di pepe nero, un po' di scorza di limone grattugiata e le lamelle di mandorle tostate. Buon appetito!

L'ABBINAMENTO: Un rosato siciliano è il suggerimento per questa ricetta dai sapori di mare e di terra. Abbiamo scelto "Aprile", rosato prodotto dalle cantine Fondo Antico, a Trapani, utilizzando il vitigno autoctono Nero d'Avola. Profumi delicati di melograno e frutta rossa, una sapidità e una acidità che risultano ben bilanciate. Servitelo fresco, tra 10 e 12 gradi.

Hai provato questa ricetta?
Se ti è piaciuta taggami su Instagram @sicilianicreativi

Hai già visto queste ricette?

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. * By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.