Risotto con zucca rossa e salsiccia

Oggi un altro risotto con la mia amata zucca: risotto con zucca e salsiccia. Nonostante io ami molto i risotti con questo strepitoso vegetale, li avevo provati sempre in versione vegetariana, abbinati generalmente a formaggi come il Gorgonzola Dop o il Castelmagno e a frutta secca. Stavolta ho deciso di seguire la tradizione del nord Italia e preparare un risotto con la salsiccia. Ho però usato una salsiccia molto aromatica, di cinta senese, arricchita con il finocchietto selvatico, e ho usato timo e vino bianco per profumare il risotto. Solo una piccola accortezza rispetto agli altri risotti o piatti con la zucca che trovate nel blog: ho asciugato la zucca n forno e poi l’ho ridotta in purea, per ottenere un sapore più concentrato vista la presenza ingombrante della salsiccia. Vi dirò: mi è piaciuto molto, nonostante io non sia una amante della salsiccia (quella siciliana esclusa, si intende, ma la nostra è ‘cunzata’, ovvero condita con provolone, pomodoro e tante spezie, un mondo a parte…). Anzi, mi è piaciuto parecchio! Provatelo e ditemi cosa ne pensate, è facile facile.

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 grammi di riso Carnaroli
  • 500 grammi di zucca rossa tagliata a pezzi non troppo grossi
  • 300 grammi di salsiccia (del tipo che preferite, io vi consiglio quella a grana fine)
  • sale e pepe quanto basta
  • olio extravergine di oliva quanto basta
  • 30 grammi di burro freddo
  • timo fresco, quanto basta
  • Parmigiano Reggiano Dop grattugiato, quanto basta
  • un cipollotto fresco oppure mezzo scalogno
  • 60 millilitri di vino bianco secco
  • 1,2 litri di brodo di carne (vitello o manzo, oppure vegetale. Se proprio non ce la fate usate il dado, ma senza glutammato!)

Disporre la zucca su una placca da forno e cuocere in forno a 150 gradi per un’ora o finché non sarà tenera: ovviamente i tempi dipendono da come l’avete tagliata. Una volta cotta, eliminare la scorza e ridurre la polpa di zucca in purea schiacciandola con una forchetta.

Tritare a velo lo scalogno e in polvere il timo fresco e il finocchietto. Togliere il budello alla salsiccia e sgranarla.

Mettere un filo d’olio in una casseruola e rosolarvi la cipolla a fuoco basso finché non sarà completamente appassita, unendo via via poco brodo per non farla bruciare. Alzare il fuoco, aggiungere la salsiccia ben sgranata e rosolarla da ogni lato, quindi unire il riso e farlo tostare un minuto. Sfumare con il vino bianco e, quando l’alcol sarà evaporato, aggiungere la purea di zucca e il timo. Salare e iniziare la cottura del riso unendo lentamente il brodo. Portare il risotto a cottura all’onda, quindi mantecare (fuori dal fuoco) con il burro freddo tagliato a dadini e il parmigiano Reggiano.

Servire il risotto guarnendo il piatto con qualche fogliolina di timo fresco. E buon appetito!

L’ALTERNATIVA: se amate i primi piatti con la zucca provate anche il risotto alla zucca e Castelmagno , gli gnocchi alla crema di zucca e gorgonzola o i cannelloni alla crema di zucca con porcini e speck o le lasagne vegetariane con zucca, radicchio, noci e taleggio.

L’ABBINAMENTO: In questa ricetta, si alternano i gusti dolciastri della zucca e quelli grassi e salati della salsiccia. Suggeriamo l’abbinamento con un vino bianco spumante, con una buona spalla acida. Abbiamo scelto il Lugana Brut dell’azienda Citari, di Desenzano del Garda: un vino prodotto con il metodo Charmat, dai profumi di fiori bianchi, con un perlage molto fine e delicato, piacevolmente fresco al palato e con un finale che ricorda la mandorla.

 

Dai una occhiata anche a...

2 comments

Berry 21 Gennaio 2015 at 12:57

Con la salsiccia ci sta bene tutto, anche la nutella ^_^ figuriamoci un risotto come questo!!! Ciao tesoro!! Come stai?
Un abbraccio fortissimo ♥

Reply
Siciliani creativi in cucina 21 Gennaio 2015 at 13:14

Ciao cara, oddio salsiccia e nutella neanche io che sono folle l’ho mai provate insieme! Va così, piano piano. Ti-vi abbraccio forte anche io. Baci, Ada

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.