Home » Risotto al radicchio tardivo Igp, Prosecco Docg e tartare di salmone all’arancia

Risotto al radicchio tardivo Igp, Prosecco Docg e tartare di salmone all’arancia

by Ada Parisi
8620 views 5 min read
Risotto al Prosecco, radicchio tardivo Igp e tartare di salmone all'arancia

Risotto al radicchio tardivo Igp, prosecco Docg e tartare di salmone all’arancia. Un primo piatto facile ma elegante. Ovviamente, seguendo questa ricetta, potete anche preparare semplicemente come un risotto al radicchio e riservare la tartare per una occasione importante, come il menu di Natale o Capodanno. E se amate il radicchio, date una occhiata a tutte le mie RICETTE CON IL RADICCHIO e a tutte le mie RICETTE DI RISOTTI. Innanzitutto, per conoscere meglio il radicchio tardivo (che troverete al mercato da dicembre), vi consiglio di guardare il VIDEO della produzione del radicchio che ho girato lo scorso anno. Amo questo prezioso ortaggio e mi diverto a sperimentare diversi piatti (avete già visto la confettura di radicchio tardivo e arance rosse?).

Tra le mie ricette a base di radicchio non poteva certamente mancare un risotto, sapete che io li adoro, e visto che quello al radicchio è un risotto gustoso e molto semplice, ho voluto dargli un piccolo sprint in più abbinandolo a una tartare di salmone profumata con arancia e timo. Ovviamente, il salmone va abbattuto: in fondo alla ricetta vi spiego perché e come fare. Se vi piacciono i risotti, dovreste dare a questo risotto al radicchio tardivo Igp una possibilità e sperimentatelo per le feste, insieme a qualche altra idea sfiziosa che potete trovare nei miei MENU DI NATALE. E intanto vi auguro buona giornata!

Risotto al Prosecco, radicchio tardivo Igp e tartare di salmone all'arancia

RISOTTO AL RADICCHIO TARDIVO, PROSECCO E TARTARE DI SALMONE

Porzioni: 4 Preparazione: Cottura:
Nutrition facts: 250 calories 20 fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

320 grammi di riso Carnaroli

1 cespo di radicchio rosso tardivo di Treviso Igp

olio extravergine di oliva, quanto basta

sale e pepe, quanto basta

un pezzetto di scalogno

100 millilitri di Prosecco Superiore di Valdobbiadene Docg

brodo leggero di verdure, quanto basta

50 grammi di burro

250 grammi di salmone fresco già abbattuto

una arancia biologica

timo al limone, quanto basta

Procedimento

Risotto al Prosecco, radicchio tardivo Igp e tartare di salmone all'arancia

Per il risotto al radicchio tardivo, Prosecco e tartare di salmone, lavare con cura il radicchio tardivo di Treviso Igp sotto l'acqua corrente, asciugarlo bene e tagliarlo finemente al coltello. Tritare lo scalogno. Rosolare lo scalogno in poco olio extravergine e poca acqua, a fuoco basso, finché non sarà completamente appassito.

Tostare il riso in un tegame da risotto, basso e largo (meglio se di rame), a fuoco bassissimo e senza altri grassi, quindi unire lo scalogno preparato in precedenza, mescolare e sfumare con il Prosecco Docg. Quando l'alcol sarà evaporato, unire al riso la metà del radicchio tardivo tritato e iniziare la cottura aggiungendo via via il brodo vegetale ben caldo.

Mentre il risotto al radicchio tardivo cuoce, tritare a coltello il salmone (già abbattuto) per preparare la tartare. Mettere il salmone in una ciotola, condire con pochissimo olio extravergine di oliva, la scorza di mezza arancia biologica, succo d'arancia a piacere, un pizzico di sale fino, pepe nero macinato fresco e qualche fogliolina di timo.

Quando il risotto al radicchio sarà quasi pronto, all'onda, aggiungere il resto del radicchio tardivo (in questo modo sentirete ancora un po' di consistenza nel piatto) e regolare di sale. Mantecare il risotto al radicchio tardivo e Prosecco Docg con il burro e distribuirlo nei piatti individuali. Guarnire ogni piatto con la tartare di salmone e arancia e servire immediatamente. Buon appetito!

L'ABBINAMENTO: Asolo Prosecco superiore Docg, prodotto dalla cantina Giusti dal Col, a Nervesa della Battaglia, in provincia di Treviso. Uno spumante fruttato, che presenta note di agrumi e mela verde, ma anche sentori di acacia. Il sapore è piacevolmente acido, strutturato e armonico. Questo Prosecco è ottenuto con una selezione di uve Glera, nel versante sud del Montello.

Note

USO DEL PESCE CRUDO: ricordate che prima di utilizzare un pesce crudo, per tutelare la nostra salute, questo va abbattuto di temperatura: alcune pescherie iniziano ad offrire questo servizio e, in un’ora, avete il vostro pesce fresco abbattuto e sicuro, altrimenti dovete farlo a casa, tenendolo per ALMENO 4 giorni in surgelatore a -20 gradi. Poi lasciate il pesce congelato in frigorifero per tutta la notte a decongelare. Infine, usatelo come preferite.

Hai provato questa ricetta?
Se ti è piaciuta taggami su Instagram @sicilianicreativi

Hai già visto queste ricette?

2 commenti

elisabetta corbetta 21 Novembre 2018 - 09:03

Super delizioso con il salmone
Grazie
Un bacione

Reply
Ada Parisi 21 Novembre 2018 - 12:53

Grazie, l’ho pensato per Natale! Un abbraccio, Ada

Reply

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. * By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito usa cookies di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Ok Read More