Risotto al polpo

Risotto con il polpo, lo avete mai provato? Io sono una grande estimatrice di questo cefalopode di cui non si butta via praticamente nulla. Quando lo compro ne prendo sempre uno grande, da almeno un chilo, in modo da utilizzarlo in più preparazioni. Così ho fatto anche in questo caso: un pochino l’ho fatto all’insalata con patate, un po’ al sugo per condire la pasta, ho usato qualche tentacolo per  sperimentare un piatto nuovo. E poi con la testa e un paio di tentacoli ho preparato questo risotto semplicissimo, fatto solo con un po’ di concentrato di pomodoro, aglio, olio, prezzemolo, peperoncino e scorza di limone. Il polpo va comunque lessato intero, quindi poi potete usare il resto per qualche altra ricetta e farvi una bella cenetta a base di pesce. Provatelo e fatemi sapere, secondo me questo piatto della tradizione marinara italiana, di esecuzione rapida e facilissima davvero, è la testimonianza del fatto che la semplicità vince sempre. Buona giornata.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 grammi di polpo
  • 320 grammi di riso Carnaroli
  • 2 spicchi di aglio
  • prezzemolo fresco, quanto basta
  • 40 grammi di concentrato di pomodoro
  • sale e pepe, quanto basta
  • olio extravergine di oliva, quanto basta
  • la scorza grattugiata di mezzo limone biologico
  • un pezzetto di peperoncino
  • un bicchiere di vino bianco secco
  • brodo vegetale, quanto basta

Lavare il polpo e lessarlo in acqua bollente salata (io metto nell’acqua una foglia di alloro e una scorza di limone) per 20 minuti. Lasciarlo nella sua acqua fino a completo raffreddamento. Tagliare a pezzetti non grandi la testa e 4 tentacoli (o anche di più, se volete) e metterli da parte.

Tritare finemente l’aglio e il prezzemolo. Mettere in un tegame l’aglio, il peperoncino e l’olio extravergine di oliva, fare scaldare e unire il concentrato di pomodoro. Aggiungere la metà del prezzemolo e il polpo tritato, rosolare. Aggiungere il riso e rosolarlo per qualche minuto, mescolando spesso, quindi sfumare con il vino.

Una volta che l’alcol sarà evaporato, iniziare la cottura del risotto aggiungendo via via il brodo vegetale. Aggiustare di sale e portare a cottura in modo che il risotto sia all’onda e cremoso. Mantecare con poco olio extravergine e unire il resto del prezzemolo tritato, pepe nero macinato fresco e la scorza di limone grattugiata. Servire immediatamente. Buon appetito!

Dai una occhiata anche a...

4 comments

Rossella Falabretti 24 Settembre 2016 at 23:11

Io faccio il riso di polpo con il liquido di cottura. Faccio cuocere il polpo nella padella a pressione con 1 bicchiere di vino rosso, una cipolla intera dove ho infilato 8 chiodi di garofano, 1 foglia di alloro e un cucchiaio di olio (non metto acqua). Il liquido di cottura del polpo dà un sapore ottimo al risotto.

Reply
Ada Parisi 25 Settembre 2016 at 08:57

Ciao Rossella! Lo provo sicuramente! Ho letto di questo polpo cotto senz’acqua nella pentola a pressione ma non l’ho mai fatto. Ti ringrazio della dritta! Quindi fai il polpo a pezzetti una volta cotto e usi l’acqua che lui stesso lascia in tegame? Ada

Reply
ROSSELLA FALABRETTI 4 Ottobre 2016 at 23:31

Ciao Ada,
Sí, uso l’acqua del polpo per fare il risotto. Quasi alla fine aggiungo alcuni pezzetti di polpo (la testa ed un paio di tentacoli), quando è pronto metto prezzemolo o coriandolo tritato. I tentacoli che avanzano li metto in forno, con olio e coriandolo (o prezzemolo), e, volendo, con pane grattuggiato.
Premetto che quando cuocio il polpo è “semi- congelato”. La ricetta è del Portogallo, dove abito da anni. Saluti

Reply
Ada Parisi 5 Ottobre 2016 at 19:19

Deve essere ottimo, mi ispira decisamente. La prossima volta provo a farlo come mi dici tu. Ti faccio sapere. Un caro saluto, Ada

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.