Riso Hermes al pesto di spinaci, con pomodori e mandorle

Oggi una insalata fredda di riso rosso con pesto di spinaci, mandorle e pomodori. E’ un piatto unico estivo, molto fresco, facile, leggero e ricco di vitamine e nutrienti. Sto cercando di fare un pochino di dieta e ho deciso di mangiare i carboidrati solo a pranzo, e di prediligere quelli integrali, abbinandoli a verdure preferibilmente crude e poco olio extravergine. Il tutto però senza penalizzare il palato, perché avrete capito ormai che a me piace mangiare e mangiare bene. Il piatto di oggi, vegetariano e vegano, è una insalata fredda di riso a base di riso rosso Hermes, una varietà integrale e aromatica ricca di fibre, sali minerali e soprattutto ferro, da cui il suo colore rosso ruggine così attraente. Ha una cottura lunga, circa 40 minuti, ed è perfetto proprio per piatti freddi o saltato in padella come contorno per la carne o per il pesce. Io l’ho semplicemente lessato e condito con un pesto di spinaci freschi, mandorle e limone, pomodoro crudo e basilico. E vi garantisco che è un piatto buono, fresco e aromatico. Ovviamente potete anche prepararlo in anticipo e conservarlo in frigorifero: basterà farlo riposare per 30 minuti a temperatura ambiente prima di servire. Sono certa che vi piacerà. Se non trovate più gli spinaci, visto che ormai è troppo caldo (per la verità io li trovo al supermercato nelle buste in atmosfera protettiva, però sicuramente non sono italiani), potete sostituirli con rucola o con cicorie e bietola, che sono di stagione.

Ingredienti per 4 persone: 

  • 350 grammi di riso rosso Hermes
  • 6 pomodori rossi grandi a grappolo
  • 2 spicchi di aglio
  • 300 grammi di foglie di spinaci freschi
  • olio extravergine di oliva quanto basta
  • 30 grammi di mandorle tostate oltre a quelle per decorare il piatto
  • basilico fresco quanto basta
  • sale quanto basta
  • il succo di mezzo limone

 

Lavare il riso e metterlo in una casseruola capiente. Coprire con abbondante acqua fredda, salare e portare a ebollizione, quindi abbassare il fuoco e fare cuocere per 40 minuti o secondo quanto indicato dalla confezione. Considerate che questo riso resta croccante e naturalmente sgranato, perché essendo integrale non rilascia una grande quantità di amido. Una volta cotto, scolarlo (usate l’acqua per innaffiare le piante, è ricca di ferro e nutrienti e le vostre piante vi ringrazieranno) e lasciarlo raffreddare a temperatura ambiente.

Mentre il riso cuoce, lavare gli spinaci, rimuovere i gambi più duri e metterli in un frullatore con le mandorle, due cucchiai di succo di limone, 4 cucchiai di olio, l’aglio e un po’ di sale. Frullare tutto fino a ottenere una crema liscia e omogenea e aggiustare eventualmente di sale e limone. La crema deve essere leggermente agra, fresca.

Lavare i pomodori, praticare sulla buccia un taglio a forma di croce e sbollentarli per un minuto in acqua bollente. Quindi immergerli in acqua fredda e pelarli: la buccia verrà via con facilità. Tagliarli a metà, poi a quarti ed eliminare tutti i semi e l’acqua di vegetazione. Quindi tagliarli a listarelle e poi a dadini. Condire con pochissimo olio e sale e lasciare riposare.

Tagliare il basilico fresco a strisce sottili (chiffonade). Condire il riso ormai freddo con il pesto di spinaci (non usatelo tutto in modo da poterne mettere un poco sul fondo dei piatti), unire i pomodori e il basilico.

Composizione del piatto: mettere sul fondo di ogni piatto un cucchiaio di pesto, adagiarvi sopra l’insalata di riso rosso Hermes e guarnire con un po’ di basilico e le mandorle tostate. Buon appetito!

Dai una occhiata anche a...

4 comments

Rosy 16 Luglio 2015 at 15:28

Che buono il riso integrale! Lo sai che aiuta a dimagrire e fa bene per un sacco di altre cose? E’ in assoluto l’alimento energeticamente più equilibrato.
Fresca, leggera, semplice e gustosa questa ricetta, grazie Ada.
Per la cottura del riso integrale mi permetto di consigliare la cottura in pentola a pressione, dimezza i tempi di cottura e migliora il gusto, le proporzioni sono 1 parte di riso e 2 di acqua, naturalmente il riso integrale va lavato bene prima della cottura e deve essere rigorosamente biologico.
Si capisce che sono un’appassionata del riso integrale? 😉
Baci, Rosy

Reply
Ada Parisi 16 Luglio 2015 at 15:43

SI capisce! Seguirò il tuo consiglio e rispolvererò la mia pentola a pressione. Confesso di usarla pochissimo, ma in effetti soprattutto in estate col caldo è un’ottima idea. Anche io uso moltissimo il riso integrale e semiintegrale, di ogni tipo. Con il semilavorato ormai riesco a fare anche degli ottimi risotti. Quello bianco, povero, non contiene più nulla tranne carboidrati… ti abbraccio Rosy, buone vacanze. Ada

Reply
Salvatore 16 Luglio 2015 at 09:31

Buon giorno Ada.Ottimo il tuo piatto estivo. Non ha mai provato il riso Hermes (da buon siciliano) ma lo farò con la tua ricetta che di sicuro non mi deluderà. Sei fantastica dentro le parentesi tonde ( userò l’acqua per innaffiare le piante). Ciao Salvatore

Reply
Ada Parisi 16 Luglio 2015 at 10:46

Salvatore 🙂 grazie. Cerco di essere chiara ma non noiosa, e sono più me stessa dentro le parentesi che fuori. Prova questo tipo di riso, a me piace molto, soprattutto perché resta sempre croccante, cosa per me fondamentale. (dimmi come va con le piante) , ciao Ada

Reply

Rispondi a Rosy Cancel Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.