Pudding di pane e mele

Pudding di pane e mele. Una ricetta i cui ingredienti si contano sulle dita di una mano: solo pane, mele, uvetta, latte, uova e zucchero. Ingredienti poverissimi per un dolce veramente gustoso, che profuma dolcemente di cannella. Il pudding di pane e mele, ovviamente di tradizione anglosassone, è un dessert delicato e perfetto per completare in bellezza una cena tra amici, soprattutto se servito tiepido e accompagnato da panna montata alla vaniglia. A me questo pudding piace moltissimo, ma sono certa che non sarò la sola ad amarlo: la combinazione di mele, cannella, latte è veramente irresistibile e a tutti ricorderà il gusto della torta di mele della mamma, la torta più amata al mondo. Il pudding di pane e mele, prepara in 10 minuti: le mele si usano a crudo per mantenere al meglio sapore e consistenza, il pane è quello raffermo avanzato dal giorno prima, basta mescolare gli ingredienti liquidi e versarli sopra gli strati di pane e mele  e il gioco è fatto. Poi è sufficiente cuocere il dolce in forno finché non sentirete un magnifico profumo inondare la casa. Potete prepararlo in stampini monoporzione, che potrete sformare come ho fatto io senza alcun problema, o in uno stampo più grande e ricavarne le porzioni con l’aiuto di un cucchiaio, come si usa fare in Inghilterra. Questo tortino di pane e mele crea dipendenza, è impossibile che ne avanzi.


PUDDING DI PANE E MELE (ricetta facile)

Print This
PORZIONI: 6 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • 350 grammi di pane leggermente raffermo (senza la crosta)
  • 3 mele del tipo che preferite (io consiglio le Renette o le Golden)
  • 50 grammi di uva passa
  • 30 grammi di pinoli (se vi piacciono)
  • 120 grammi di zucchero semolato
  • 500 millilitri di latte intero
  • un pizzico di sale
  • 2 uova intere
  • 2 tuorli
  • cannella in polvere, quanto basta
  • un cucchiaio di estratto di vaniglia biologica
  • burro e farina per lo stampo, quanto basta
  • panna montata aromatizzata alla vaniglia per accompagnare il dolce

PROCEDIMENTO

per il pudding di pane e mele, mettere l’uvetta a bagno in acqua calda per 10 minuti. Lavare e sbucciare le mele, poi tagliarle a metà e in quarti, eliminare il torsolo e farle a pezzetti.

Imburrare e infarinare con cura lo stampo o gli stampini individuali. Disporre sul fondo degli stampi uno strato consistente di mollica di pane raffermo, quindi distribuirvi sopra le mele, l’uvetta ben strizzata e i pinoli, se vi piacciono. Spolverizzare con abbondante cannella e con un poco di zucchero semolato (20-30 grammi). Coprire con il restante pane raffermo.

In una ciotola, sbattere leggermente le 2 uova intere con i 2 tuorli, quindi aggiungere la vaniglia, il sale, lo zucchero rimanente e il latte, mescolando finché tutto non si sarà amalgamato.

Versare il composto di uova e latte sul pane, che dovrà essere bene inzuppato di liquido. Cospargere con poco zucchero e qualche fiocchetto di burro e infornare per un’ora circa o finché il pudding non sarà gonfio e dorato in superficie. Lasciare intiepidire per un quarto d’ora e servire il pudding di pane e mele con la panna montata aromatizzata alla vaniglia (io metto la panna direttamente sulla porzione di dolce ancora calda, in modo che la si sciolga un poco e insaporisca ulteriormente il pudding). Buon appetito!

Pudding di pane e mele: dall'Inghilterra la ricetta più facile e veloce per gustare un dessert strepitoso, che piacerà a tutti
Pudding di pane e mele: dall'Inghilterra la ricetta più facile e veloce per gustare un dessert strepitoso, che piacerà a tutti

Dai una occhiata anche a...

15 comments

Lilli 9 settembre 2018 at 12:30

Ciao Ada!
Ho preparato il pudding: é buonissimo!
La prima volta ho fatto una prova e la parte superiore è venuta un po’ secca, ma la seconda volta ho bagnato le fette (di sopra) col latte prima di posarle sul ripieno e ho lasciato riposare il dolce per un po’ prima di infornare in modo che si imbevesse del tutto ed è venuto perfettamente.
Grazie di questa ricetta tanto semplice e tanto buona!

Reply
Ada Parisi 10 settembre 2018 at 12:42

Sono contenta! E’ un dolce di riciclo con un sapore eccezionale, proverò anche io la variante con le fette biscottate. Pare che fatto con le brioche indurite sia fenomenale… Ada

Reply
Lilli 28 agosto 2018 at 23:00

Ciao, che ricetta appetitosa!
Una domanda, per favore, si può sostituire il pane con le fette biscottate?
Grazie, ciao

Reply
Ada Parisi 28 agosto 2018 at 23:22

Ciao e benvenuta! Ti dirò, non ho mai provato ma a occhio non vedo perché no. Magari quando versi la parte liquida fai attenzione a non esagerare, perché le fette biscottate non assorbono quanto il pane. Fammi sapere!!

Reply
Lilli 29 agosto 2018 at 16:43

E se usassi 350 gr. di fette dimezzando gli ingredienti liquidi?

Reply
Ada Parisi 29 agosto 2018 at 17:16

Si, puoi provare. Ma onestamente non ti do garanzie sulla riuscita. Sicuramente sarà commestibile ma non riesco a immaginare la resa finale. Il bello della cuciba è sperimentare. Mi fai sapere?

Reply
Lilli 30 agosto 2018 at 23:52

Certo! Non appena lo avrò preparato ti farò sapere.
Ciao

ale 11 novembre 2014 at 14:48

Saremmo molto lieti di ospitarti, facci un pensierino 😉 !
Io continuerò a seguirti, dieta permettendo… ancora complimenti, bacioni
Ale

Reply
Siciliani creativi in cucina 11 novembre 2014 at 15:51

Molto volentieri, e non fare troppa dieta! Ti abbraccio, Ada

Reply
Ale demira 6 novembre 2014 at 14:28

Cara Ada, le tue ricette hanno sempre un tocco di estrema raffinatezza, anche le più semplici… Proverò al più presto questa squisitezza, adoro i dolci di mele 🙂 Vorrei solo qualche info in più in merito al pane, io vivo a Bari ed il pane maggiormente diffuso qui è quello di semola di grano duro; pensi che possa andar bene o è preferibile il pane bianco?
Grazie

Reply
Siciliani creativi in cucina 6 novembre 2014 at 14:31

Ciao Ale! Allora, io ho usato il pane che faccio io in casa con il lievito madre, che è sempre a base di semola di grano duro e talvolta con piccole percentuali di farina zero. Quindi non ci sono problemi, anzi, verrà ancora più saporito. Probabilmente però avrai bisogno di inzupparlo di più di un pane bianco, perché la semola prende più liquido, ma non preoccuparti: tu versa finché non senti tutto al tatto molto molto inzuppato e poi inforna, verrà benissimo. Beata te che mangi il buonissimo pane pugliese ogni giorno… Ada

Reply
ale 10 novembre 2014 at 06:46

E allora procedo oggi con l’esperimento con forma di pane di Altamura acquistata sabato, sarà perfetto, ho già l’acquolina… 🙂 Ti farò sapere! Buona giornata!

Reply
Siciliani creativi in cucina 10 novembre 2014 at 12:23

Procedi pure, mi raccomando inzuppa senza timore tanto in forno poi il latte asciuga e il tutto diventa cremoso. Mandami una foto che la condivido sulla pagina Fb del blog! Resto in attesa, Ada

Reply
ale 10 novembre 2014 at 23:31

Ada cara, che dire? Nonostante l’ora tarda, io e mio marito abbiamo appena terminato di mangiare la seconda porzione di pudding…. Colpa mia che ho iniziato tardi a prepararlo ma oggi giornataccia… Comunque ti saremo eternamente grati per avercelo fatto conoscere, è semplicemente squisito! Quanto alla foto, mi sono resa conto che fotografare il cibo non è così semplice come pensavo, francamente mi asterrei dal pubblicarla 😉 P.s. il pane di altamura davvero ideale per questo piatto, d’altronde non mi stupisco, ho un meraviglioso ricettario di un’associazione altamurana con ghiottissime ricette, ti piacerebbe… Un caro saluto

Siciliani creativi in cucina 10 novembre 2014 at 23:57

Vedi? E io stasera me ne vado a letto soddisfatta per avervi irretiti nella rete del pudding di pane e mele. Te l’avevo detto che era irresistibile, ma dopotutto dove ci sono mele e cannella non può esserci che la bontà assoluta. Si, mi piacerebbe immensamente quel ricettario, hai visto mai che passo dalle tue parti e prendo qualche appunto… Un caro saluto anche a te, Ada

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.