fbpx

Polpo fritto

Polpo fritto con patatine: un modo insolito e originale di preparare il polpo verace

Polpo fritto con patatine. Vi piace il fish and chips britannico? A me l’abbinamento pesce e patatine, entrambi ovviamente fritti, piace molto. In Inghilterra spesso si usano il baccalà o il merlano, mentre in Italia nei cartocci di pesce preferiamo usare il pesce azzurro, come acciughe o sarde, i calamari o i pesci piccolissimi da frittura. Io ho voluto preparare questo piatto con il polpo, che ho prima lessato e poi passato in una pastella di acqua e farina, e infine nel pane grattugiato.

Le patatine ci sono, e per sgrassare la bocca dall’untuosità della frittura ho fatto una crema di yogurt, limone e aneto e abbinato dei ravanelli, con il loro gusto fresco e leggermente piccante. Se siete amanti del pesce e delle fritture fatte per bene, con l’olio usato solo una volta, alla giusta temperatura, in modo da ottenere un fritto croccante e asciutto, questa versione meridionale del fish and chips potrebbe entusiasmarvi.

Potete servire il polpo fritto come antipasto ma anche, in porzione più abbondante, come secondo piatto. E inserirlo anche in un cartoccio o in una frittura mista di pesce. Ovviamente, vi consiglio di dare una occhiata a tutte le mie RICETTE CON IL POLPO, sia per trovare sfiziose alternative, sia per usare quelle parti che nel polpo fritto non si utilizzano. Per prepararlo, infatti, si usano solo i tentacoli, ma con il resto potete preparare un meraviglioso RISOTTO al POLPO o gli SPAGHETTI AL SUGO ROSSO DI POLPO e tante altre bontà. Buona giornata!

POLPO FRITTO

Print This
PORZIONI: 4 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • 700 grammi di polpo
  • un chiodo di garofano
  • poca scorza di limone
  • una foglia di alloro
  • 150-200 millilitri di acqua fredda
  • 100 grammi di farina
  • pane grattugiato, quanto basta
  • 2 patate di media dimensione
  • 200 grammi di yogurt greco
  • il succo di mezzo limone
  • olio extravergine, quanto basta
  • sale e pepe, quanto basta
  • aneto o l'erba aromatica che preferite (timo, prezzemolo, maggiorana), quanto basta
  • una manciata di ravanelli
  • olio di semi di arachide per friggere, quanto basta

PROCEDIMENTO

polpofritto3

Polpo & chips..

Lessare il polpo: mettere in una pentola capiente abbondante acqua salata, l’alloro, il chiodo di garofano e la scorza di limone. Quando l’acqua sarà in ebollizione, tuffarvi il polpo per tre volte tenendolo dalla testa, quindi lasciarlo andare nell’acqua e cuocere per 20 minuti. Spegnere il fuoco, coprire e lasciare che il polpo raffreddi completamente nella sua acqua di cottura.

Tagliare i tentacoli (usate la testa per preparare questo buonissimo RISOTTO AL POLPO) e metterli da parte.

Sbucciare le patate, lavarle e affettarle sottilissime: se l’avete, vi consiglio di usare una mandolina per ottenere un taglio perfetto e fettine di patata sottili al punto giusto. Mettere le patate in una ciotola con acqua fredda, in modo che perdano più amido possibile e cambiare l’acqua per 3-4 volte.

Affettare sottilmente i ravanelli e metterli in una ciotola con acqua ghiacciata, per mantenerli croccanti.

Mescolare in una ciotola lo yogurt, l’aneto, un po’ di succo di limone e olio extravergine, quindi regolare di sale e pepe e conservare in frigorifero.

Preparare la pastella mettendo in una ciotola la farina e tanta acqua fredda quanto necessario per ottenere una pastella di media densità. Mettere in un piatto il pane grattugiato e aggiungere un pizzico di sale. Tuffare i tentacoli prima nella pastella e poi, scolandoli bene, passarli nel pane grattugiato in modo che ne siano uniformemente ricoperti. Metterli in frigorifero a rassodare per 15 minuti.

In un tegame capiente scaldare l’olio di semi a 165 gradi, quindi tuffarvi i tentacoli di polpo: quando saranno dorati e croccanti, ci vorrà un minuto appena, metterli su un foglio di carta assorbente. Friggere le patatine e, una volta fritte, salarle leggermente.

Servire immediatamente il vostro polpo and chips con i ravanelli freschi e la salsa allo yogurt. E buon appetito!

L’ABBINAMENTO: Per mantenere un equlibrio tra acidità della salsa e grassezza della frittura, suggeriamo T-Friulano, vino bianco dai profumi delicati di campo e sentori di mandorla, prodotto dalla cantina Collavini, conosciuta per un’ottima produzione di Ribolla gialla.

Polpo fritto
Polpo fritto

Potrebbero piacerti anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.