Home » Polpettone ripieno al sugo

Polpettone ripieno al sugo

by Ada Parisi
15495 views 5 min read

Polpettone ripieno al sugo, alla siciliana. Ma non un polpettone qualsiasi, questo è il polpettone della mamma, farcito con spinaci, pancetta, uova sode e affogato nel sugo di pomodoro. Io l’ho accompagnato con semplici agretti lessi e ripassati con poco burro, una verdura che non conoscevo prima di trasferirmi a Roma e che trovo deliziosi e belli, ma voi potete scegliere il contorno che preferite. Il segreto del polpettone ripieno al sugo è tutto nel condimento del macinato: la carne deve rimanere morbida e profumare di parmigiano e pecorino. L’unica fase delicata della preparazione è quella della rosolatura, quando il polpettone è sottoposto a molte sollecitazioni e potrebbe spezzarsi, quindi fate molta attenzione. E mon dimenticate di usare il sugo per condire la pasta. Buona giornata!

POLPETTONE RIPIENO AL SUGO DI POMODORO (ricetta siciliana)

Porzioni: 4 Preparazione: Cottura:
Nutrition facts: 250 calories 20 fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

PER IL POLPETTONE:
500 grammi di macinato magro di manzo
la mollica di un panino morbido o 4 fette di pane in cassetta senza i bordi
40 grammi di Parmigiano Reggiano Dop grattugiato
20 grammi di pecorino stagionato Dop grattugiato
2 uova
prezzemolo tritato quanto basta
sale e pepe quanto basta
poco cipollotto fresco tritato
olio extravergine di oliva quanto basta per rosolare il polpettone
PER IL RIPIENO:
3 uova sode
300 grammi di spinaci anche surgelati
30 grammi di burro
60 grammi di pancetta coppata tagliata sottile
PER IL SUGO:
750 millilitri di passata di pomodoro
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
mezzo cipollotto tritato
sale e pepe quanto basta
un bicchiere di vino bianco
6 cucchiai di olio di oliva extravergine

Procedimento

per preparare il polpettone farcito al sugo alla siciliana, mettere in una ciotola capiente il macinato, la mollica del panino o il pane in cassetta bagnata in poco latte e ben strizzata, il cipollotto tritato, il parmigiano, il pecorino, il prezzemolo tritato e le uova. Aggiustare di sale e di pepe e impastare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Cuocere gli spinaci in padella con il burro, salare e pepare. Se avete usato gli spinaci surgelati dopo la cottura fateli raffreddare e strizzateli bene dall'acqua in eccesso.

Stendere su un tagliere rivestito di carta forno meno della metà del macinato, a formare un rettangolo di circa un centimetro e mezzo di spesso, disporre al centro gli spinaci, la pancetta e le tre uova sode (in fila una dietro l'altra per la lunghezza dell'impasto). Ricoprire con il resto del macinato chiudendo bene le estremità e, aiutandosi con la carta forno, creare un salsicciotto compatto. Riporre il polpettone per un'ora nel frigorifero.

Trascorso questo tempo, rosolare il polpettone in una padella molto larga in olio evo ben caldo rigirandolo da ogni lato, con delicatezza, stando attenti a che non si apra. Unire il cipollotto tritato rimasto e,  quando sarà appassito, il concentrato di pomodoro e sfumare con il vino bianco. Aggiungere la passata di pomodoro, mezzo bicchiere di acqua calda, salare e pepare e fare cuocere il polpettone a fuoco lento coperto a metà per 40 minuti circa, finché il sugo non sarà denso. Vi ricordo che con questo sugo potete condire delle favolose fettuccine. Lasciare intiepidire il polpettone farcito al sugo alla siciliana, in modo che rassodi un poco, e servirlo tagliato in fette spesse con il suo sugo e il contorno che preferite.

L'ABBINAMENTO: Dalla terra di Sardegna, suggeriamo un Cannonau prodotto in uno dei territori più adatti alla sua coltivazione. Abbiamo scelto "Chuerra", della Cantina Antichi Poderi di Jerzu. Un rosso corposo, con profumi di mora e viola, dal gusto pieno e rotondo.

Hai provato questa ricetta?
Se ti è piaciuta taggami su Instagram @sicilianicreativi

Hai già visto queste ricette?

13 commenti

Giovanni 23 Ottobre 2019 - 15:32

S’è rotto, porca l’oca. Mi parevo un chirurgo intento a ricucire i pezzi…

Reply
Ada Parisi 23 Ottobre 2019 - 15:41

Oh cavoli! Ma hai guardato il video su You Tube dove faccio vedere come si fa (cerca polpettone al forno siciliani creativi e trovi il mio canale)? Non è che lo hai fatto troppo grande? Ada

Reply
Giovanni Longo 23 Ottobre 2019 - 15:59

No… Ma avevo costruito in involucro di carta forno e poi pellicola. Era un cilindro perfetto. Dopo un ora di frigo ho rosolato e al primo girare ha ceduto una linea di giunzione. Beh, alla prossima ritento. Ciao Cara

Reply
Ada Parisi 23 Ottobre 2019 - 20:21

Eh, per il polpettone ci vuole pazienza, il mio consiglio è sempre di non farlo troppo grande e ovviamente la fase critica è proprio la rosolatura. Un caro saluto, Ada

Reply
Isabel 29 Gennaio 2014 - 13:10

Devo dire che mi piace sia alla vista che la ricetta! Assomiglia un pò al polpettone che faceva mia nonna (senza il ripieno però) che con il sugo ci condiva la pasta! Lo voglio provare, davvero!
Ciao
Isabel

Reply
Siciliani creativi in cucina 29 Gennaio 2014 - 14:31

Isabel ciao! Diciamo che non è una ricetta elegante, raffinata e impiattata bene, ma il sapore è ottimo. D’altra parte certi piatti rustici della nostra tradizione vanno comunque salvaguardati! Anche io con il sugo condisco la pasta, immancabile! Un abbraccio, Ada

Reply
Chezuppa 29 Gennaio 2014 - 12:52

svengo! :D

Reply
Siciliani creativi in cucina 29 Gennaio 2014 - 14:31

E, ma se svieni poi non lo puoi mangiare :-)

Reply
Chezuppa 30 Gennaio 2014 - 09:21

ma poi mi riprendo :D

Reply
Valentina 29 Gennaio 2014 - 12:12

Wow! Che buono deve essere, molto bello anche da vedere! Invitantissimo :P Brava come sempre Adina, un bacio grande <3

Reply
Siciliani creativi in cucina 29 Gennaio 2014 - 12:48

Ciao Vale, grazie! Qui il merito è della mamma…

Reply
giulia 29 Gennaio 2014 - 08:59

Ciao ada!!! che visione…già a quest’ora mi fai venire tanta fame!! baciiii

Reply
Siciliani creativi in cucina 29 Gennaio 2014 - 12:48

Un abbraccio Giulia!

Reply

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. * By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito usa cookies di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Ok Read More