Polpette di radicchio e patate

Polpette o crocchette, per me qualunque cosa sia tonda, morbida dentro e croccante fuori, nonché fritta, è irresistibile. Queste sono delle polpettine di Radicchio di Treviso Igp, un ortaggio dal gusto eccezionale. Le ho fatte con pochissima patata e erba cipollina e servite su una fondutina di ‘stracco di capra’, un formaggio simile al taleggio ma fatto, appunto, con il latte di capra, dal sapore leggermente acidulo. Sono un piatto vegetariano ma molto saporito, adatto come antipasto ma anche come sfizioso aperitivo o finger food. Se vi piacciono le polpette provate anche le nostre polpette di melanzane, le crocchette di patate, quelle di pesce su salsa di pomodoro, quelle di carciofi, piselli e speck o di spinaci e ricotta. Buona giornata!

Ingredienti per 4 persone:

  •  un radicchio di Treviso Igp
  • una patata grande a pasta gialla
  • erba cipollina quanto basta
  • 30 grammi di pecorino stagionato grattugiato
  • 40 grammi di parmigiano reggiano grattugiato
  • un uovo
  • mezzo cipollotto fresco
  • 2 cucchiai di olio di oliva extravergine
  • sale quanto basta
  • pepe quanto basta
  • olio di semi per friggere quanto basta
  • due uova per la panatura
  • farina quanto basta per la panatura
  • pane grattugiato raffermo quanto basta per la panatura

per la fonduta

  • 100 ml di panna fresca liquida
  • 200 grammi di stracco di capra o Taleggio
  • pepe quanto basta

Lessare la patata in acqua salata e schiacciarla con lo schiaccia patate. Lavare il radicchio e tagliarlo finemente. Tritare il cipollotto. Soffriggere il cipollotto in una padella antiaderente fino a farlo dorare e unire il radicchio: rosolarlo, salare e farlo appassire per circa 7 minuti. In una ciotola mettere il radicchio, la patata schiacciata, il parmigiano, il pecorino, l’erba cipollina tritata, l’uovo: mescolare bene il tutto e aggiustare di sale e di pepe. Qualora il composto fosse troppo morbido, aggiungere poco pane grattugiato raffermo. Con le dita umide fare delle polpettine tonde grandi quando una noce. Impanare le polpettine passandole prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto (con un pizzico di sale) e infine nel pan grattato. Per la fonduta, portare la panna a ebollizione in un pentolino antiaderente e unire a fuoco bassissimo il formaggio tagliato a dadini: mescolare finché il formaggio non si è sciolto e aggiustare di pepe. La fonduta diventa più densa man mano che raffredda, ma deve restare semi densa. Friggere le polpettine in abbondante olio di semi finché non saranno dorate e croccanti. Servire le polpettine su un ‘letto’ di fonduta e decorare con qualche filo di erba cipollina.

L’ABBINAMENTO: il nostro suggerimento è di bere un Prosecco Docg superiore delle cantine Carpenè Malvolti. Il Cuvée Brut con sentori di mela, agrumi e vegetali risulterà gradevole soprattutto con la croccantezza crosta fritta delle polpette e con la crema di formaggio. Da servire fresco, intorno agli 8 gradi.

Dai una occhiata anche a...

7 comments

Maurizia 14 Marzo 2013 at 23:04

Voi con e polpette siete insuperabili!
Bye
Maurizia

Reply
fratelli_ai_fornelli 15 Marzo 2013 at 12:49

Le adoro!!!!

Reply
Laura - Un'altra fetta di torta 14 Marzo 2013 at 19:45

uh!!! mi ispirano tantissimo! Bravi!

Reply
fratelli_ai_fornelli 14 Marzo 2013 at 19:46

Grazie Laura e Lalla!!! IL radicchio è fantastico…un caro saluto

Reply
Semplicemente Cucinando 14 Marzo 2013 at 19:22

Che belle combinazioni di sapori. Molto invitante!

Reply
Not Only Sugar 14 Marzo 2013 at 16:22

L’erba cipollina e il formaggio di capra donano proprio quei tocchi in più!!!

Not Only Sugar

Reply
fratelli_ai_fornelli 14 Marzo 2013 at 16:24

Grazie!!! Il formaggio l’ho trovato in una piccola bottega di un mercato rionale di Roma e mi ha affascinata immediatamente!!!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.