Home » Pizza umbra pasquale al formaggio

Pizza umbra pasquale al formaggio

Morbida e leggera

by Ada Parisi
5 min read
Pizza umbra pasquale al formaggio

Era da tempo che volevo darvi la ricetta della pizza umbra pasquale al formaggio. Una ricetta tradizionale della Pasqua che, dall’Umbria, si è diffusa soprattutto nel centro Italia, Lazio compreso. Dove la si trova spesso anche già pronta, intera o a fette, nei supermercati durante il periodo della Pasqua. Anzi, visto il periodo, date una occhiata al mio SPECIALE RICETTE PASQUALI per trovare qualche idea speciale. Agli 18 PIATTI PRIMAVERILI DA NON PERDERE A PASQUA e agli ANTIPASTI TRADIZIONALI PASQUALI. E, per chi non rinuncia alla tradizione, le 10  MIGLIORI RICETTE CON AGNELLO O CAPRETTO.

Fatta in casa, però, è tutta un’altra storia. Perché è saporita, morbida, piacevolmente unta ma non grassa. Soffice e pastosa, si sposa perfettamente con formaggi come il pecorino, salame o altri salumi, uova sode e fave fresche. Ovvero i classici ingredienti degli antipasti pasquali o del tradizionale pic-nic di pasquetta. Tra l’altro, è bene prepararla in anticipo di uno o due giorni, il che vi lascia liberi di dedicarvi ad altro nei giorni di festa.

Se amate rispettare le tradizioni e siete siciliani, non dimenticate di provare i PUPI CU’ L’OVA e la tradizionale CUDDURA MESSINESE.

Pizza umbra: quale formaggio usare?

Ho visto che in molte ricette vengono aggiunti dei pezzi di formaggio, principalmente gruviera all’impasto. Ho deciso di non metterlo per due motivi: il primo è che non mi sembra un formaggio legato alla tradizione casearia umbra. Il secondo è che appesantisce l’impasto rendendo più complessa la lievitazione. Il gusto del formaggio, dato da pecorino e parmigiano, è già abbastanza intenso. E la consistenza è perfetta, fittamente alveolata e leggera. Insomma, se amate i lievitati e il formaggio non potete perderla.

Potete prepararla con il lievito madre in forza, adeguatamente rinfrescato, oppure con il lievito di birra secco. In ogni caso, questa ricetta prevede una maturazione di almeno 24 ore in frigorifero, prima di una lunga lievitazione, a temperatura ambiente, per rendere la pizza pasquale umbra più leggera e digeribile. Rispondo già a una domanda che sicuramente mi farete: per ottenere un impasto così giallo ho usato uova a pasta gialla, quelle che si usano per fare la pasta all’uovo. E ora vi auguro buona giornata.

Pizza umbra pasquale al formaggio

Pizza umbra pasquale al formaggio

PIZZA PASQUALE UMBRA AL FORMAGGIO

Porzioni: 8 Preparazione: Cottura:
Nutrition facts: 250 calories 20 fat
Rating: 5.0/5
( 4 voted )

Ingredienti

500 grammi di farina zero

5 uova

3 grammi di lievito di birra secco o 100 grammi di lievito madre rinfrescato

100 di pecorino romano Dop

100 Parmigiano Reggiano Dop

40 grammi di strutto

40 millilitri di olio extravergine di oliva

8 grammi di sale fino

pepe nero macinato fresco, quanto basta

10 grammi di zucchero semolato

100 millilitri di latte parzialmente scremato

Procedimento

Pizza umbra pasquale al formaggio

La ricetta della pizza pasquale umbra al formaggio è molto semplice, ma vi consiglio di usare una planetaria o una impastatrice, in modo da dare vita a un impasto incordato e liscio che non sia appiccicoso. Vista la presenza di tante uova e di grasso, prepararla impastando a mano è poco pratico

Mettere in una ciotola le uova, il sale, abbondante pepe nero macinato fresco. Sbattere tutto con una forchetta fino ad amalgamare gli ingredienti.

Nel frattempo, sciogliere il lievito madre nel latte scremato a temperatura ambiente e metterlo nell'impastatrice. Aggiungere la farina, i formaggi grattugiati e lo zucchero e iniziare a impastare. Se usate lievito di birra secco, aggiungetelo semplicemente alla farina: non è necessario scioglierlo in un liquido.

Quando avrete ottenuto un impasto grossolano, aggiungere l'olio extravergine in più riprese e lasciare assorbire, poi unire poco per volta il composto a base di uova: non versate altre uova prima che il quantitativo precedente non sia stato assorbito dall'impasto. Continuare a lavorare a bassa velocità finché tutto il composto di uova non si sarà assorbito e, da ultimo, aggiungere lo strutto, sempre in più riprese.

Lavorate a bassa velocità per il tempo necessario. Dovete ottenere un impasto liscio, morbido ma non troppo appiccicoso e incordato.

Lavorate l'impasto per qualche minuto sul piano di lavoro leggermente unto, fate un giro di pieghe e modellato a palla. Riponetelo in un contenitore per alimenti oliato, coperto con pellicola e ben chiuso. Mettetelo in frigorifero per almeno 24 ore.

Trascorso il tempo di maturazione, lasciate l'impasto coperto al caldo (forno con lucina o minimo 28 gradi) per almeno due ore. Poi fate due giri di pieghe a tre. Arrotondate l'impasto (pirlatura) e mettetelo in una tortiera a bordi alti (10-12 centimetri) imburrata. Io vi suggerisco però di usare i pirottini in carta che si utilizzano per fare i panettoni: sono pratici, non è necessario ungerli e garantiscono una cottura perfetta.

Coprire con pellicola per alimenti e lasciare lievitare l'impasto in luogo caldo e asciutto (il forno con lucina o comunque a una temperatura di 28-30 gradi fino al raddoppio. La pizza pasquale umbra al formaggio è un impasto molto ricco di grassi, che ha bisogno di molto tempo per una lievitazione ottimale: potrebbero volerci 10-12 ore. In ogni caso l'impasto deve raddoppiare e arrivare a due terzi dell'altezza della tortiera.

Quando l'impasto sarà lievitato, preriscaldare il forno a 180 gradi statico e cuocere per 50  minuti circa. Se la superficie dovesse diventare troppo scura (evenienza molto frequente vista la ricchezza dell'impasto), una volta che si è fermata la crosta copritela con un foglio di carta alluminio e proseguite la cottura.

Sfornare, lasciare raffreddare completamente e, una volta fredda, conservare la pizza pasquale umbra al formaggio in un sacchetto gelo o avvolta in pellicola per alimenti. Lasciatela riposare per un giorno almeno prima di gustarla. Per mantenerla morbida e profumata conservatela sempre in un sacchetto gelo. Servitela con formaggi  freschi e stagionati, salame (meglio se corallina), prosciutto, fave e olive. Buon appetito!

 

Hai provato questa ricetta?
Se ti è piaciuta taggami su Instagram @sicilianicreativi

Hai già visto queste ricette?

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. * By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.