Petti di pollo alla Norma

Petto di pollo alla Norma. Lo so, alla mia perversione culinaria non c’è limite: optare per dei petti di pollo per restare leggeri e poi decidere di condirli ‘alla Norma’, ossia con il tipico sugo siciliano a base di pomodoro e melanzane fritte, è decisamente diabolico. Avevo fatto questo piatto per rendere più appetibili i petti di pollo per cena, ho pubblicato la foto su Instagram e così tanta gente mi ha chiesto la ricetta che ho deciso di rifarli, fotografarli e pubblicare. In realtà, come ho fatto anche nei petti di pollo con asparagi e parmigiano Reggiano, in pratica uso il pollo come supporto per la guarnizione, che è sempre golosa e saporita. A mia parziale discolpa dico che i petti di pollo sono cotti al forno e non fritti, ma sembrano cotolette di pollo, ve lo garantisco. Per quanto riguarda le melanzane, stavolta le ho fritte come nella classica pasta alla Norma siciliana, ma la prima volte le avevo unte di olio e cotte in forno e il risultato non era stato malvagio. Quindi, se volete alleggerire e di molto questa ricetta, potete farlo anche voi. In ogni caso, se accompagnate questi petti di pollo alla Norma a una insalata mista, di verdure e frutta (io ho messo vari tipi di insalata e poi carote, ravanelli, finocchi e fragole fresche), è un piatto unico adatto anche a una cena estiva tra amici. E piaceranno anche ai bambini, ve lo garantisco. Buona giornata!

[


PETTI DI POLLO ALLA NORMA (ricetta siciliana)

Print This
PORZIONI: 4 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • 600 grammi di petto di pollo tagliato a fette
  • sale e pepe quanto basta
  • pane grattugiato per la panatura, quanto basta
  • 50 grammi di Pecorino Dop stagionato grattugiato per la panatura
  • olio extravergine di oliva, quanto basta
  • il succo di mezzo limone
  • un pizzico di origano
  • 400 grammi di pomodori pelati a pezzettoni
  • mezza cipolla
  • una melanzana
  • ricotta salata (oppure pecorino grattugiato), quanto basta
  • basilico fresco, quanto basta
  • olio di semi di arachide per friggere le melanzane, quanto basta

PROCEDIMENTO


Petto di pollo alla Norma

La preparazione dei petti di pollo alla Norma è semplicissima. Per i petti di pollo: marinare i petti di pollo per almeno 30 minuti in olio extravergine, sale, un pizzico di origano e il succo di mezzo limone. Mettere in un piatto il pecorino grattugiato, il pangrattato e un pizzico di sale. Impanare da entrambe le parti le fette di pollo (sarà facile, perché saranno umide per la marinatura) nel composto di pane e formaggio pressando bene in modo che ne siano completamente ricoperte. Rivestire una placca da forno con carta forno, ungerla leggermente con olio extravergine di oliva e disporvi i petti d pollo. Irrorare con poco olio e cuocere a 200 gradi per 15 minuti o finché non saranno dorate, rigirandole a metà cottura.

Per il sugo alla Norma: pulire la cipolla, tagliarla a fette sottili e rosolarla in olio extravergine di oliva. Unire i pomodori pelati, il basilico, salare e cuocere finché il sugo non sarà denso.

Pulire le melanzane eliminando le estremità, tagliarle in parte a fette sottili e in parte a dadini. Friggerle in abbondante olio di semi di arachide fino a doratura, metterle su un foglio di carta assorbente e poi unire al sugo di pomodoro quelle tagliate a tocchetti. Conservare le fettine di melanzana fritte per decorare il piatto.

Una volta che i petti di pollo saranno cotti, disporvi sopra il sugo di pomodoro ben caldo con le melanzane, guarnire con le fettine di melanzana fritte, la ricotta salata grattugiata e una foglia di basilico fresco. Servire i petti di pollo alla Norma immediatamente, io li accompagno a una insalata mista di verdura e frutta fresca. Buon appetito!

Dai una occhiata anche a...

3 comments

Marta 23 Agosto 2017 at 17:04

Cara Ada,
Li ho fatti ieri sera per cena: ottimi, anche se non così ben riusciti: li avevo messi su una placca da forno rivestita di alluminio e poi unta d’olio, ma la panatura è rimasta in gran parte sulla placca: c’è un trucco? In cosa posso aver sbagliato?
Grazie!

Reply
Ada Parisi 23 Agosto 2017 at 17:54

Ciao Marta, hai fatto uno unico errore: la carta alluminio. Nell’alluminio si appiccica tutto. Devi usare la carta forno, quella bianca che è completamente antiaderente. Un grande abbraccio, sono contenta che ti siano piaciute! Ada

Reply
Marta 23 Agosto 2017 at 18:22

Grazie, proverò. Ma erano squisiti comunque!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.