Pesce spada al forno alla siciliana

Pesce spada al forno alla siciliana, conosciuto anche con il nome di pesce spada alla messinese (gioco in casa). Oggi torniamo nella mia bella isola con un grande classico, che io ho leggermente rivisitato. Sono stata così fortunata da trovare a Roma un buon pesce spada di Anzio (date una occhiata a tutte le mie RICETTE CON IL PESCE SPADA per trovare ispirazione e ovviamente a tutte le mie RICETTE SICILIANE) e ho approfittato per preparare una ricetta buonissima, facile e golosa, che esalta il pesce spada ponendolo al centro di una piramide di sapori e di consistenze diverse. Il croccante delle mandorle e del pane fritto, la clorofilla del prezzemolo, il sale dei capperi dell’isola di Salina e l’acidità del pomodoro Pachino Igp. La cottura, al forno, è minima, perché il pesce spada deve essere morbido. Proprio per questo, ho rivisitato la ricetta originale, che prevede che il pesce spada venga cosparso con pane grattugiato e olio e poi guarnito con i pomodori. La cottura, per i miei gusti, si prolunga eccessivamente se si vuole ottenere un pesce spada morbido e succoso. Io, invece, faccio tostare il pane grattugiato in padella con poco olio e le mandorle, in modo che sia già croccante. Poi aggiungo anche il prezzemolo. Salto anche i pomodori, interi, in poco olio di oliva extravergine siciliano, in modo che siano già leggermente appassiti e saporiti quando entrano in forno. Aggiungo, a crudo, solo qualche rondella molto sottile di pomodoro e di cipolla di Tropea Igp, per dare più acidità al piatto. Per la cottura del pesce, in questo modo, bastano circa 10 minuti e il pesce spada è succoso e morbido. Insomma, se doveste trovare un buon pesce spada dovete assolutamente provare questa ricetta, perché sono certa che vi piacerà moltissimo. Volendo, potete preparare nello stesso modo anche il tonno, la palmita, la ricciola, la cavagnola, la lampuga, persino il salmone, ossia pesci a tranci abbastanza sodi, stando molto attenti ai tempi di cottura, perché sono tutti pesci che tendono ad asciugarsi con cotture troppo prolungate. Vi suggerisco, in tema di pesce spada, di provare anche il pesce spada a ghiotta alla messinese, il pesce spada a bagnomaria alla messinese, gli involtini di pesce spada alla messinese, la caponata di pesce spada e le braciole di pesce spada al sugo di pomodoro.

PESCE SPADA AL FORNO ALLA SICILIANA (ricetta siciliana)

Print This
PORZIONI: 4 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • quattro fette di pesce spada spesse 2 centimetri
  • pomodori tipo Pachino Igp (varietà ciliegino o datterino) quanto basta
  • una cipolla piccola di Tropea Igp (facoltativa)
  • pane grattugiato, quanto basta
  • una manciata di capperi di Salina
  • sale e pepe, quanto basta
  • olio extravergine di oliva, quanto basta
  • 40 grammi di mandorle di Avola a filetti
  • prezzemolo fresco, quanto basta

PROCEDIMENTO

Pesce spada al forno alla siciliana

Preparare il pesce spada alla siciliana al forno è semplicissimo: mettere un filo d’olio in una padella, scaldare a fuoco basso e aggiungere il pane grattugiato. Tostarlo fino a doratura e, qualche secondo prima di spegnere il fuoco, aggiungere le mandorle a filetti, in modo che tostino leggermente anch’esse. Spegnere il fuoco e, dopo qualche minuto, unire il prezzemolo tritato finemente, un pizzico di sale e di pepe nero macinato fresco. Mescolare e mettere la farcia da parte.

Lavare bene i pomodori ed eliminare il picciolo. Dissalare i capperi sotto l’acqua corrente. Mettere da parte qualche pomodoro. In una padella con un filo di olio extravergine di oliva, saltare gli altri pomodori, interi, insieme ai capperi. Cuocere a fuoco basso e coperto, finché la buccia dei pomodori non avrà iniziato a raggrinzire. Aggiungere poco sale e mettere da parte.

Tagliare i restanti pomodori e la cipolla a rondelle sottilissime. Ungere i pomodori con poco olio extravergine di oliva e aggiungere il sale.

Rivestire una teglia da forno con la carta forno, spennellare con poco olio extravergine di oliva e spolverizzare la carta forno con pochissimo sale. Adagiarvi le fette di pesce spada e aggiungere un po’ di sale. Disporre su ogni fetta un po’ di farcia alle mandorle, qualche rondella di pomodoro fresco e cipolla, uno o due pomodori e i capperi saltati in padella. Disporre attorno al pesce spada il resto dei pomodori (spolverizzate eventualmente con la panure avanzata), irrorare con un filo di olio extravergine di oliva .

Preriscaldare il forno a 200 gradi statico. Cuocere per 8-10 minuti. Servire immediatamente il vostro pesce spada alla messinese, e buon appetito!

L’ABBINAMENTO: Abbiamo scelto il Pietranera 2015, Pantelleria bianco Doc, prodotto dalla cantina Marco De Bartoli. Un vino bianco secco che nasce sull’isola di Pantelleria da uve Zibibbo. Fresco, leggero, con grado alcolico di 11,5% vol. Si distingue per i profumi di agrumi, di capperi e di salvia. In questo abbinamento vogliamo valorizzare a pieno il pesce spada, cotto in modo semplice proprio per preservare il suo sapore naturale. Questo vino si adatta bene sia al gusto delicato delle carni, sia alla salsa di pomodoro con i capperi.

Dai una occhiata anche a...

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.