Pecorino sardo fritto, su crema di fave

Fave e pecorino, un classico. Ma ormai sapete che a me piace reinventare un poco i piatti tradizionali, per questo, dopo il flan di fave e pecorino, vi propongo un altro piatto che varia questo abbinamento senza tempo. Dadi di pecorino fritto su crema di fave e fiori di borragine (Borago officinalis), raccolta da me e dal mio fotografo/compagno nelle colline del reatino. La ricetta è facilissima: il piatto è uno stuzzicante antipasto e, se lo preparate in monoporzione, uno goloso finger food.

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 grammi di pecorino sardo Dop dolce
  • sale e pepe quanto basta
  • farina quanto basta per l’impanatura
  • pane grattugiato quanto basta per l’impanatura
  • un uovo
  • 1 chilogrammo di fave fresche (considerando anche la buccia)
  • un cipollotto fresco
  • olio di semi di arachide per friggere quanto basta
  • olio extravergine di oliva quanto basta
  • una manciata di fiori di borragine

Togliere la buccia alle fave, anche la seconda pellicina e lavarle bene. Tritare il cipollotto e metterlo in una casseruola, farlo soffriggere in 4 cucchiai di olio e unire le fave. Farle rosolare e aggiungere un bicchiere di acqua, salare e pepare. Fare cuocere a fuoco medio per 10 minuti e poi frullare il tutto fino a ottenere una crema omogenea e abbastanza densa.

Tagliare il pecorino a cubi di circa 3×3 centimetri. Preparare in un piatto la farina, in un altro l’uovo leggermente sbattuto e salato e nell’ultimo piatto il pane grattugiato. Passare ogni cubo di pecorino prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto e infine nel pane grattugiato e friggerli in abbondante olio bollente.

Servire mettendo sul fondo del piatto la crema di fave, condita con un filo di olio extravergine e una macinata di pepe: adagiarvi sopra 3 cubi di pecorino fritto e decorare con i fiori di borragine.

L’ABBINAMENTO: Con questo piatto vi proponiamo un Trento Doc metodo classico extra dry dell’azienda Abate Nero. Un  vino 100% Chardonnay, dal perlage molto fine e delicato, con sentori di frutta bianca e di crosta di pane, con un buon residuo zuccherino che riesce a contrastare bene l’amaro delle fave.

Dai una occhiata anche a...

12 comments

Sale Zucchero e Cannella... 13 Giugno 2013 at 12:32

troppoooo buooonoooo!!! 😛

Reply
Siciliani creativi in cucina 13 Giugno 2013 at 13:20

Grazie cara! Tu puoi capire il mio amore per il pecorino sardo!

Reply
a French girl cuisine 2 Giugno 2013 at 18:06

Cela à l’air délicieux et la photo est magnifique!

Reply
Siciliani creativi in cucina 2 Giugno 2013 at 18:45

Merci pour vos mots. En fait sont les ingredients a determiner la beaute de ce plat. 😉

Reply
Manuela 28 Maggio 2013 at 12:57

Ada … quì l’effetto visivo non è semplicemente carino… è STREPITOSO…. non mi darò pace fino a che non lo avrò assaggiato!!!!!

Reply
Siciliani creativi in cucina 28 Maggio 2013 at 14:00

Ma grazie!!! E’ la natura che dà dei colori straordinari!!! Assaggialo e personalizzalo, aspetto notizie!!!!

Reply
sabrina 28 Maggio 2013 at 11:22

Un modo diverso per gustare fave e pecorino, un classico che tu hai reso originale ed elegante!

Reply
Siciliani creativi in cucina 28 Maggio 2013 at 12:10

Grazie Sabrina! E’ una ricetta semplicissima, ma l’effetto visivo è carino! Abbraccio grande, Ada

Reply
adele 27 Maggio 2013 at 12:46

Lo sai che amo il pecorino e questa ricetta è fantastica…come tutte d’altronde !

Reply
Siciliani creativi in cucina 27 Maggio 2013 at 14:29

Ciao Adele! Grazie come sempre, sei troppo buona!!!!

Reply
conunpocodizucchero.it 27 Maggio 2013 at 00:09

allora!!!!! la finiamo con queste bombe fritte senza spedirne qualcuna qui????? puoi lanciarmele eh, le prendo al volo giuro!

Reply
Siciliani creativi in cucina 27 Maggio 2013 at 14:29

Questa è una bomba piccola piccola, mi sono stralimitata! Un abbraccio!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.