Sfogliata con peperoni, salvia e uova di quaglia

Questa ricetta la dovete proprio provare. E in fretta, perché non è che i peperoni dureranno ancora a lungo! E’ una sfogliata vegetariana facilissima e buonissima (ho tratto liberamente ispirazione dal libro Jerusalem di Ottolenghi) a base di cipolle, salvia e peperoni, disposti su un croccante strato di sfoglia e guarniti con uova di quaglia e un morbido letto di panna acida. Potete prepararla come ho fatto io, in porzioni singole, e servirla come antipasto o come finger food in un buffet, oppure come merenda salata. Se volete, potete usare le uova normali anzichè quelle di quaglia e, aumentando un po’ le dimensioni dei quadrati di sfoglia, farne un piatto unico con una bella insalata di contorno. Tra l’altro, forse non sapete che oggi si celebra la giornata mondiale dell’uovo, ovvero il World Egg Day, che è stato introdotto all’International Egg Conference di Vienna nel 1996 e si festeggia in tutto il mondo il secondo venerdì di ottobre di ogni anno. L’equilibrio dei sapori di questo piatto – tutti orientati al dolce e alla morbidezza – che si fondono in bocca, è eccezionale. Se vi piacciono le uova e i peperoni non potete non provarla. Provate a usare anche i peperoni rossi, soprattutto se le preparate per un buffet: l’alternanza rosso e giallo cromaticamente è molto allegra (soprattutto se tifate Roma). Buona giornata!

Ingredienti per 4 persone: 

  • 4 o 8 uova di quaglia (a secondo dell’appetito)
  • 250 grammi di pasta sfoglia
  • salvia: quanto basta
  • sale e pepe: quanto basta
  • 4 peperoni gialli o rossi, piccoli
  • 1 cipolla grande
  • olio extravergine di oliva: quanto basta
  • un tuorlo per spennellare la pasta sfoglia
  • 120 grammi di panna acida (o di robiola come alternativa)

Preriscaldare il forno a 200 gradi ventilato.

Rivestire una teglia da forno di carta forno. Lavare i peperoni, pulirli eliminando le estremità, i semi e le parti bianche interne, quindi tagliarli a julienne (fettine sottili). Sbucciare la cipolla e tagliarla a fette sottili. Disporre le listarelle di peperoni e di cipolla sulla teglia, irrorando con un filo di olio extravergine. Salare, pepare e distribuirvi sopra la salvia. Infornare per 20 minuti o finché le verdure non saranno leggermente appassite.

Suddividere la pasta sfoglia in sei quadrati, spennellare ogni quadrato con il tuorlo leggermente sbattuto e disporvi sopra il misto di peperoni e cipolle, avendo cura di lasciare al centro della sfoglia uno spazio vuoto, dove spalmerete un cucchiaio di panna acida. Infornare per 15 minuti. Sfornare, depositare al centro di ogni sfogliata uno o due uova di quaglia e infornare nuovamente per 5-7 minuti o finché l’albume non si sarà rappreso. Il tuorlo, invece, deve rimanere morbido.

Sfornare, salare e pepare le uova, guarnire con qualche foglia di salvia e servire immediatamente. Buon appetito!

L’ABBINAMENTO: Scegliamo un vino proveniente dall’Umbria, ottenuto con uve Grechetto di Todi e Trebbiano spoletino, prodotto a Todi dalla cantina Roccafiore, a conduzione biologica. Fiordaliso è un bianco con profumi di mela verde e fiori bianchi, un gusto moderatamente acido e piacevolmente fresco, di discreta struttura, come molti grechetti umbri.

Dai una occhiata anche a...

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.