Home » Pasta fresca di semola e zucca

Pasta fresca di semola e zucca

Facile e veloce

by Ada Parisi
5 min read
Pasta fresca di semola e zucca

Oggi vi insegno a preparare la pasta fresca di semola e zucca. Una delle mie passioni da sempre è la pasta fresca. Da buona siciliana utilizzo la semola rimacinata di grano duro, che unita ad acqua e poco sale da vita a formati di pasta che per me sono un pezzo di cuore. Uno su tutti? I maccheroni al ferretto, perfetti con un buon sugo di carne di maiale come vuole la tradizione sicula.

Visto che mi piace variare, però, preparo spesso la pasta fresca di semola sostituendo l’acqua con una purea di verdure. Così ottengo una pasta coloratissima e saporita. In questo caso, ad esempio, ho preparato degli gnocchetti di semola e zucca, ma potete usare anche spinaci, rucola o cime di rapa e otterrete una pasta verde. Oppure le rape rosse per una pasta rosa. E anche la mia nipotina, che non ama molto le verdure, si diverte a mangiare la pasta colorata.

Se non amate la pasta di semola, potete usare la farina tipo doppio zero. E se vi piace impastare, provate la ricetta dei miei gnocchi di ricotta, sempre morbidissimi e buoni.

Pasta fresca con la zucca nell’impasto: qualche consiglio

Le quantità che vi do sono indicative, perché numerosi fattori influiscono sui pesi: in primis la qualità della semola, che può assorbire più o meno liquidi. Inoltre, nel caso della pasta fresca di semola e zucca, molto dipende anche dal tipo di zucca che acquistate e dal metodo di cottura che utilizzerete.

Per capire quale zucca comprare e come usare la zucca giusta in ogni ricetta vi rimando al mio articolo su “La zucca in cucina: varietà, proprietà e ricette”. In ogni caso, vi suggerisco una zucca poco acquosa come la Delica, la Mantovana o l’Hokkaido. Quanto alla cottura, vi suggerisco quella al forno o al vapore. Considerate che per ottenere 250 grammi di purea di zucca dovete cuocerne 350 grammi. Anche perché potrebbe servirvene un po’ di più per arrivare all’impasto perfetto. E, qualora ne avanzasse, provate le mie crocchette di zucca e zenzero o quelle di zucca e ricotta, entrambe cotte al forno, buone e leggere.

Con questo impasto potete preparare qualsiasi tipo di pasta, lunga o corta. Ricordando sempre che non raggiungerete mai spessori sottilissimi come con una pasta all’uovo. Potete fare gnocchetti, busiati, maccheroncini, tagliatelle, lasagne, pappardelle, fettuccine e, se avete una macchina con le trafile, anche rigatoni, mezzemaniche o fusilli. Quanto al condimento, lascio a voi la scelta. La pasta fresca di semola e zucca è buona con tutto, oltre ad essere bella da vedere. Buona giornata.

Pasta fresca di semola e zucca

PASTA FRESCA DI SEMOLA E ZUCCA

Porzioni: 4 Preparazione: Cottura:
Nutrition facts: 250 calories 20 fat
Rating: 5.0/5
( 2 voted )

Ingredienti

300 grammi di semola rimacinata di grano duro

200-250 grammi di purea di zucca già cotta (350 grammi circa di zucca cruda)

sale, quanto basta

Procedimento

Preparare la pasta di semola e zucca in casa è semplicissimo. Potete fare l'impasto a mano o in planetaria. Solitamente per piccoli quantitativi (inferiori a un chilo di farina), preferisco lavorare l'impasto a mano su una spianatoia.

Per quanto riguarda la purea di zucca, innanzitutto lavatela bene, togliete la buccia e fatela a pezzetti. Non gettate le bucce, sono sempre edibili. Basta ungerle di olio e cospargerle con un po' di sale e spezie e cuocerle in forno a 180 gradi finché non diventeranno croccanti: sono buonissime. Vi suggerisco di cuocere la zucca al vapore o al forno (in teglia leggermente unta e coperta da un foglio di carta alluminio)  finché non sarà tenera. Poi frullatela per ottenere una purea.

Mettere la semola rimacinata di grano duro sulla spianatoia, aggiungere un pizzico di sale e poi  due terzi della purea di zucca. Iniziare ad impastare: se dopo 5-7 minuti l'impasto vi sembrerà asciutto, aggiungete ancora un po' di purea di zucca. Senza esagerare, altrimenti potrebbe diventare colloso. In questo caso, dovreste aggiungere ancora un po' di semola. Negli impasti è sempre bene aggiungere i liquidi, in questo caso la purea di verdura, piano piano, in base alle capacità di assorbimento della farina.

Una volta ottenuto un impasto, liscio, omogeneo ed elastico (non umido), avvolgetelo in pellicola per alimenti e lasciatelo riposare per un'ora a temperatura ambiente. A questo punto potete preparare la pasta che preferite. Lavorate l'impasto su una spianatoia infarinata: per gli gnocchetti vi serve la tavoletta in legno apposita, per i busiati un ferro da calza o uno spiedino, per tagliatelle o fettuccine potete usare il mattarello o tirare la sfoglia con la macchina per la pasta. Divertitevi, e conditela come preferite! Buon appetito.

Note

Potete congelare la pasta fresca mettendola su un vassoio leggermente infarinato, ogni pezzetto ben distanziato dall'altro. Dopo due ore circa in congelatore, mettete la pasta in sacchetti gelo chiusi ermeticamente e consumatela entro 2 settimane.

Potete anche lasciare essiccare la pasta fresca, mettendola su gratelle e lasciandola in ambiente fresco e asciutto per almeno 4 giorni, finché non avrà perso volume e non sarà completamente secca. In questo caso, potete poi conservarla in sacchetti di carta e consumarla entro 1 settimana.

Hai provato questa ricetta?
Se ti è piaciuta taggami su Instagram @sicilianicreativi

Hai già visto queste ricette?

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. * By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.