Home » Pasta al pesto di foglie di ravanelli

Pasta al pesto di foglie di ravanelli

Con pinoli e pistacchio, per non sprecare

by Ada Parisi
5 min read
Pasta al pesto di foglie di ravanelli

Pasta al pesto di foglie di ravanelli: una ricetta primaverile anti spreco e di riciclo, facile e veloce. E soprattutto gustosa, perché il pesto di foglie di ravanelli è davvero buono, fresco, con spiccate note vegetali. E’ perfetto anche per condire una insalata di pasta fredda, anche in abbinamento con altri ingredienti. Le foglie dei ravanelli solitamente vengono scartate ed è un vero peccato: preparando questo pesto, invece,  non gettiamo via nulla. Ed è semplicissimo a preparare, come vedete nella VIDEO RICETTA sul mio canale YouTube. Allo stesso modo, si possono usare le foglie delle rape, sia bianche sia rosse. Perfette anche per preparare gustose FRITTATE o SFORMATI CON PASTA FILLO E MOZZARELLA.

Le foglie di ravanelli: proprietà e come usarle in cucina

Le foglie dei ravanelli, al contrario dei frutti, non sono piccanti: hanno un gusto molto vegetale e piacevole. Le loro proprietà salutistiche non sono da sottovalutare: contengono  infatti alte quantità di flavonoidi, dal potere anti ossidante. Sono anche ricche di vitamine e minerali come ferro, fosforo, acido folico, calcio e vitamina C. Sono anche diuretiche. Perché quindi gettarle? Sono scarti che meritano di essere valorizzati. E’ però importante utilizzarle in fretta, perché sono fortemente deperibili. Potete conservarle in frigorifero per un giorno al massimo. Le foglie di ravanelli si possono tranquillamente mangiare crude, ad esempio aggiungendole all’insalata. O cotte: provate a saltarle in olio extravergine, sale e scalogno o aglio e poi usarle per fare una frittata primaverile. O potete aggiungerle alla maionese, accuratamente tritate, per darle un aroma più fresco.

Pesti fatti in casa: un jolly

Il pesto di foglie di ravanelli è facile da fare, ha un gusto fresco e molto vegetale. Se omettete il Parmigiano e il Pecorino, ovviamente, il pesto di foglie di ravanelli è vegano. Ed è anche un modo per ricordare che non esiste solo il pur buonissimo PESTO ALLA GENOVESE ma anche tanti pesti alternativi. In pratica, da quasi ogni verdura, a foglia o meno, si può ricavare un pesto buonissimo. Da provare, ad esempio, il PESTO DI PISELLI E PISTACCHIO, il pesto insolito a base di ALICI, AGRUMI E PINOLI. Oppure tre tipici pesti siciliani: il PESTO  ROSSO DI POMODORI SECCHI E RICOTTA, il classico PESTO DI  PISTACCHIO VERDI DI BRONTE DOP o il PESTO ALLA TRAPANESE.

Pasta al pesto di foglie di ravanelli

PASTA AL PESTO DI FOGLIE DI RAVANELLI

Porzioni: 4 Preparazione: Cottura:
Nutrition facts: 250 calories 20 fat
Rating: 5.0/5
( 2 voted )

Ingredienti

le foglie di due mazzetti di ravanelli

30 grammi di pinoli

40 grammi di pistacchi

20 grammi di pistacchi in granella

uno spicchio di aglio

40 grammi di pecorino sardo Dop

40 grammi di Parmigiano Reggiano Dop

olio extravergine di oliva

sale e pepe

Procedimento

La ricetta del pesto di foglie di ravanelli è molto semplice, come vedete nella VIDEO RICETTA sul mio canale YouTube. Ovviamente, se volete preparare questa ricetta in chiave vegana dovrete omettere Parmigiano e Pecorino.

Innanzitutto lavare bene le foglie di ravanelli: scartate quello giallastre o troppo coriacee. Eliminate i gambi più fibrosi, come vedete nella VIDEO RICETTA. Asciugate bene le foglie e mettetele nel frullatore. Aggiungere un pizzico di sale e pepe, i pinoli e i pistacchi e l'olio extravergine. La quantità dipende dai vostri gusti: deve essere abbastanza da potere emulsionare la salsa. Normalmente per 2 mazzetti di foglie utilizzo circa 50 millilitri di olio extravergine di oliva. Utilizzate un fruttato leggero, in modo da non coprire il gusto del pesto.

Frullate il pesto secondo il vostro gusto: più o meno rustico. Una volta frullato, aggiungere la granella di pistacchi (meglio se leggermente tostata), il Parmigiano e il Pecorino. Mescolare bene. Versare il pesto nei vasetti e coprire la superficie con un filo di olio extravergine, in modo che il pesto non cambi colore. Chiudere e conservare in frigorifero. In questo modo il pesto di foglie di ravanelli durerà 3-4 giorni al massimo.

Quando preparerete la pasta, mettere il pesto in una ciotola e diluirlo con un po' dell'acqua di cottura della pasta. Potete aggiungere ancora un po' di olio extravergine, oppure formaggio grattugiato. O altri ingredienti che la fantasia vi suggerisce: prosciutto crudo croccante, gamberi saltati, briciole di pane fritto, taralli sbriciolati. Buon appetito!

Hai provato questa ricetta?
Se ti è piaciuta taggami su Instagram @sicilianicreativi

Hai già visto queste ricette?

2 commenti

alessandro 16 Aprile 2023 - 12:57

Buonissimo!! un’altra ricetta fantastica! ..grazie Ada :)

Reply
Ada Parisi 16 Aprile 2023 - 21:54

Grazie sempre a te per l’attenzione! Un abbraccio, Ada

Reply

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. * By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.