Panna cotta al Porto con pere caramellate

Oggi la ricetta di una panna cotta diversa dal solito, con vino Porto e pere caramellate. Una panna cotta decisamente non banale, dal gusto alternativo, più adulto, adatta a concludere una cena tra amici che non disdegnano il buon bere: è aromatizzata alla vaniglia e al Porto, accompagnata da pere caramellate e granella di mandorle. Io la abbino al Muffato Nobile di Orvieto dell’azienda Barberani, un perfetto complemento per questo dolce ricco di aromi e consistenze. La ricetta del dolce non è mia, l’ho tratta da uno degli agili manualetti delle scuole di cucina del Gambero Rosso, perché mi ha ispirata immediatamente: ovviamente ho fatto alcune piccole aggiunte o sottrazioni alla ricetta per adeguarla al mio gusto personale.

Ingredienti per 4 persone:

  • 350 millilitri di panna liquida fresca
  • 100 millilitri di latte intero
  • 8 grammi di colla di pesce
  • 230 grammi di zucchero
  • la scorza di mezzo limone (non trattato) grattugiata
  • i semi di mezzo baccello di vaniglia
  • 3 cucchiai di Porto
  • 3 pere Williams o comunque mature
  • un pizzico di cannella
  • 30 grammi di burro
  • un pizzico di sale
  • granella o lamelle di mandorle per decorare
  • zuccherini alla cannella

Mettere la colla di pesce a bagno per 15 minuti in una ciotola di acqua fredda, finché non diventerà morbida. Mettere in un pentolino la panna, il latte, 80 grammi di zucchero, i semi di vaniglia e la scorza di limone e portare a ebollizione. Spegnere il fuoco e unire la colla di pesce ben strizzata, mescolando fino a completo scioglimento. Unire il POrto e mescolare bene. Quindi filtrare il composto ottenuto al chinoise e versarlo dentro gli stampini che avete scelto. Fare raffreddare a temperatura ambiente e poi lasciare riposare in frigorifero per almeno 4 ore.

Mettere in una casseruola il burro, il sale e lo zucchero e fare cuocere fino a ottenere un composto leggermente caramellato. Sbucciare le pere e tagliarle in grossi spicchi, quindi unirle al composto di zucchero insieme alla cannella e fare cuocere, rigirandole delicatamente di tanto in tanto, finché non saranno tenere.

Tostare la granella di mandorle in modo che diventino croccanti. Servire la panna cotta fredda accompagnata dalle pere calde o tiepide e dal loro sciroppo, guarnendo il piatto con la granella di mandorle tostata e gli zuccherini alla cannella. Buon appetito!

Dai una occhiata anche a...

4 comments

anna 7 Gennaio 2015 at 15:41

Carissima Ada,
per prima cosa di invio gli auguri per il nuovo anno.
Poi volevo dirti, che ho fatto la tua Panna cotta al Porto.
Presentazione perfetta, sono fiera di me, ma nell’assaggio la panna cotta è uscita molto compatta, quasi gommosa, non cremosa come la tua. Dove ho sbagliato non lo. Il sapore perfetto, e molto profumato, ma non morbida. 🙁
Io ho sostituito il Porto, non avendolo in casa, con il vino cotto o annoso.
Ci riproverò. Un bacio Anna

Reply
Siciliani creativi in cucina 7 Gennaio 2015 at 15:53

Ciao Anna, forse troppa colla di pesce, perché dipende anche dalla marca. Diminuisci la quantità a 9 grammi se usi i fogli di qualità oro (tipo Paneangeli), che sono i più venduti nei supermercati e hanno maggiore potere addensante rispetto ad altri. Talvolta con la colla di pesce anche io ho brutte sorprese, ora ho trovato una marca che mi da garanzie, con fogli da 2 grammi l’uno. Riprova e fammi sapere se riesce più cremosa, penso sia proprio solo una questione di dose di colla di pesce. A me con altre marche rispetto alla miauna volta ne è venuta una dura come il marmo e una che era decisamente ‘poco cotta’, troppo morbida… e purtroppo non c’è rimedio. Buon anno cara!

Reply
Mila 14 Novembre 2014 at 11:27

Bellissima ricetta, fresca ma allo stesso tempo di stagione

Reply
Siciliani creativi in cucina 14 Novembre 2014 at 17:13

Ciao Mila grazie!!!!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.