Home » Panino alla disgraziata alla messinese

Panino alla disgraziata alla messinese

Con verdure sott'olio, formaggio, salame o acciughe

by Ada Parisi
5 min read
Pane cunzato (condito) alla messinese

Panino alla disgraziata alla messinese, lo conoscete? E’ la versione messinese del celebre PANE CUNZATO SICILIANO (se volete provarlo ecco la VIDEO RICETTA), che trovate soprattutto nella Sicilia occidentale, zona del trapanese in primis.  Tra le tante variazioni di questa ricetta povera e saporita c’è quella messinese, di cui vi lascio anche la VIDEO RICETTA.

Il pane cunzato messinese e il chiosco di Don Minico

A Messina il pane cunzato , chiamato anche “panino alla disgraziata’, è una istituzione. Lo si va a mangiare tutti insieme sui Peloritani, lungo la strada statale 113 che collega Villafranca Tirrena a Messina. Qui c’è  un chiosco che su questo panino ha costruito al propria fortuna. Si chiama “Don Minico” alle “Quattro strade”. Il pane casareccio, rotondo e con la crosta croccante, farcito con melanzane, carciofini e pomodori secchi sott’olio, olive, salame locale e formaggio pecorino pepato semi stagionato  o tuma. Tutti i prodotti provengono dalla zona dei Peloritani, e le verdure sott’olio sono fatte in casa, visto che Don Minico ora è anche una azienda agricola.

Pane alla disgraziata: consigli e varianti

La mia ricetta del panino alla disgraziata ha una variante: uso le acciughe salate al posto del salame e preferisco la tuma al pepato, troppo saporito.. Una variante, quella dell’uso di un prodotto di mare come le acciughe, che si ritrova anche nelle Isole Eolie. Dove il pane cunzato è fatto con l’aggiunta di tonno sott’olio e capperi.

Pochi consigli: utilizzate un olio extravergine di oliva di grande qualità e non lesinate sulla quantità. Il pane deve assorbirlo. Ancora, vi serve un pane casareccio di semola di grano duro, con tanta mollica e una crosta spessa e croccante, meglio se rotondo. Potete farcirlo e scaldarlo intero e poi tagliarlo a pezzi. Io ho usato un pane già tagliato per comodità, visto che dovevo anche girare la video ricetta. Infine, preparate il panino alla disgraziata, scaldatelo un attimo in forno e poi lasciatelo insaporire per qualche minuto prima di assaggiarlo. Sempre che resistiate al profumo! Buona giornata.

Pane cunzato (condito) alla messinese

PANINO ALLA DISGRAZIATA ALLA MESSINESE

Porzioni: 4 Preparazione: Cottura:
Nutrition facts: 250 calories 20 fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

800 grammi di pane casareccio aa base di semola di grano duro, meglio se rotondo

melanzane sott'olio e/o carciofini, quando basta

pomodori secchi sott'olio, quanto basta

350 grammi di formaggio pecorino pepato semi stagionato o tuma

8-10 acciughe sotto sale (oppure salame a grana grossa, quanto basta)

olive nere condite, quanto basta

origano secco, quanto basta

olio extravergine di oliva, quanto basta

Procedimento


Pane cunzato (condito) alla messinese

La ricetta del panino alla disgraziata o pane cunzato alla messinese è semplicissima.

Tagliare a metà il pane o i panini che avete scelto. Condire il pane da entrambi i lati abbondante olio extravergine di oliva, poi riunire le due metà e schiacciare in modo che l'olio si distribuisca bene sulla mollica.

Lavare le acciughe sotto sale per eliminare il sale. Togliere la lisca. Ovviamente, se avete deciso di usare il salame, omettete le acciughe.

Tagliare a fette spesse un centimetro il formaggio: potete usare un pepato semi stagionato, un pecorino semi stagionato o la tuma. Se non trovate nessuno di questi formaggi, potete utilizzare un Asiago semi stagionato.

Distribuire sul pane le verdure sott'olio: melanzane, carciofini se vi piacciono e pomodori secchi. Aggiungere le olive, poi le fette di formaggio e le acciughe o il salame. Aggiungere un pizzico di pepe nero macinato fresco e, se vi piace, un pizzico di origano. Coprire con la seconda fetta di pane e schiacciare, pressando delicatamente.

Potete mangiare il panino alla disgraziata immediatamente, oppure dopo averlo messo per 2-3 minuti in forno preriscaldato e spento, in modo da riscaldarlo appena. Solitamente io lo avvolgo nella pellicola per alimenti e lo metto in frigorifero ad insaporire per un'ora o due. Poi lo metto in forno caldo ma spento come vi ho spiegato sopra. Buon appetito!

Hai provato questa ricetta?
Se ti è piaciuta taggami su Instagram @sicilianicreativi

Hai già visto queste ricette?

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. * By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.