Pan brioche leggero e senza impasto

La ricetta di oggi, il pan brioche leggero, con lievito di birra e senza impasto, è riservata a chi, nel campo dei lievitati, fa parte del ‘vorrei ma mi sembra troppo difficile’: questo pan brioche si prepara praticamente senza impastare nulla, sono sufficienti una ciotola e un cucchiaio di legno. In più, contiene pochissimo burro e latte parzialmente scremato, il che lo rende perfetto per una colazione golosa ma senza troppi sensi di colpa. Insomma, se non avete mai avuto il coraggio di avvicinarvi a un lievitato, questo pan brioche leggero e senza impasto fa per voi. La ricetta è tratta dal libro Fragole a Merenda di Sabrine d’Aubergine, ma io l’ho presa direttamente da Gabila Gerardi di “Pane dolce al cioccolato”, di cui mi fido ciecamente. Come sapete io utilizzo normalmente il lievito madre, sia per il pane sia per i lievitati dolci (brioche, panettoni), ma stavolta ho seguito la ricetta e ho usato il lievito di birra secco: il pan brioche è venuto morbido, soffice e senza alcun retrogusto di lievito. Rispetto alla ricetta di Gabila, che già aveva dimezzato le dosi di lievito proposte nel libro, io ho ulteriormente ridotto a 2 grammi appena, più che sufficienti per fare partire una bella e rapida lievitazione. Abbiate cura di lasciare lievitare il pan brioche senza impasto in un luogo caldo e non abbiate fretta di infornare. Potete usare latte intero o parzialmente scremato e zucchero semolato o di canna, come preferite. Questo pan brioche si mantiene 2-3 giorni morbido se avvolto in pellicola per alimenti o tenuto dentro un sacchetto gelo, e conservato in luogo fresco e asciutto. Chissà che, con questa ricetta, qualcuno di voi non inizi una carriera nelle lievitazioni! Buona giornata.

PAN BRIOCHE LEGGERO E SENZA IMPASTO (dosi per uno stampo da 30 centimetri)

Print This
PORZIONI: 8 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • 450 grammi di farina manitoba
  • 2 grammi di lievito di birra secco
  • 180 millilitri di latte intero (o parzialmente scremato, se preferite)
  • 50 grammi di burro
  • 60 grammi di zucchero semolato (o di canna, se preferite)
  • 1 pizzico di sale
  • 120 grammi di uova (circa 2 uova grandi intere)
  • 30 millilitri di succo di limone
  • E ANCORA:
  • un tuorlo
  • poco latte
  • granella di zucchero, quanto basta

PROCEDIMENTO

Per preparare il pan brioche leggero e senza impasto versare in una ciotola capiente la farina e il lievito di birra secco.

Versare il latte in una casseruola, unire il burro tagliato a dadini, lo zucchero e il sale. Scaldare a fuoco basso in modo che il latte non arrivi a ebollizione e, quando il burro si sarà sciolto, togliere dal fuoco e lasciare raffreddare. E’ importante che il latte non sia caldo, altrimenti ucciderà i batteri del lievito.

Mettere le uova in una ciotola con il succo di limone e montare con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto schiumoso. Versare a filo il latte tiepido sulle uova, mescolare e versare il tutto, poco per volta, nella ciotola contenente il lievito e la farina. Mescolare vigorosamente con un cucchiaio fino ad ottenere un composto morbido e appiccicoso. Non preoccupatevi se ci sarà qualche grumo, si scioglierà durante la lievitazione.

Coprire la ciotola con la pellicola per alimenti e fare riposare l’impasto per il pan brioche leggero in un luogo caldo (28-30 gradi, va bene il forno con la lucina accesa) finché non raddoppierà di volume.

Quando l’impasto sarà raddoppiato, imburrare abbondantemente e infarinare uno stampo da plumcake (di dimensione normale, 30 centimetri di lunghezza, o due da 15 centimetri).

Infarinare leggermente il piano di lavoro, rovesciare sul piano l’impasto e tagliarlo in 3 parti. Dovete solo fare attenzione a non schiacciare troppo l’impasto, in modo che l’aria della lievitazioni resti il più possibile al suo interno. Ricavare dall’impasto tre cordoni e intrecciarli tra loro. Disporre la treccia di pan brioche nello stampo.

Se la cosa vi sembrasse troppo difficile, dividete l’impasto in tre parti uguali, arrotondatele in modo da ottenere tre palline e mettetele nello stampo una accanto all’altra.

Coprire lo stampo con la pellicola per alimenti leggermente oleata o unta con burro fuso e lasciare lievitare, sempre in luogo caldo (il solito forno con lucina) finché l’impasto non sarà gonfiato superando di almeno 2 centimetri il bordo dello stampo.

Mentre il pan brioche lievita, preriscaldare il forno a 200 gradi statico. Spennellare il pan brioche leggero e senza impasto con un po’ di tuorlo sbattuto con un goccio di latte e cospargere con la granella di zucchero. Infornare a metà altezza del forno e, dopo i primi 20 minuti di cottura, coprire la superficie ormai gonfia con un foglio di alluminio per evitare che si scurisca troppo, quindi proseguire la cottura per altri 15 minuti.

La ricetta originale prevede di togliere il pan brioche dallo stampo e cuocerlo per altri 10 minuti per dorarlo uniformemente all’esterno, ma nel mio caso non è stato necessario. Tenete presente, però, che se vi venisse un po’ pallido esternamente avete questa possibilità.

Lasciare raffreddare completamente il pan brioche prima di sformarlo. Buon appetito!

Dai una occhiata anche a...

2 comments

conny 12 ottobre 2018 at 10:04

come sempre brava ed esaustiva, lo farò con pasta madre

Reply
elisabetta corbetta 12 ottobre 2018 at 08:51

Che delizia è bellissimo cosi dorato.
Grazie
Un bacione

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.