Minestra di fave, piselli e lattuga con cialde di parmigiano

Una minestrina tra il primaverile e l’estivo, verde speranza visto che le verdure verdi fanno benissimo alla salute: piselli freschi, fave fresche, lattuga, basilico e sfoglie di parmigiano reggiano. Farla è veramente semplice e, se vi piace il pepe, con una spolverata del mio amato pimento diventa una minestra dal sapore dolce ma deciso. Si può mangiare anche leggermente tiepida: è buonissima ugualmente. Suggerisco caldamente un bel po’ di pane abbrustolito per fare ‘zuppetta’.

Ingredienti per 4 persone: 

  • un cespo di lattuga romana (quella con le foglie croccanti e allungate)
  • 1,2 chilogrammo di fave da sgranare
  • 500 grammi di piselli
  • un cipollotto fresco
  • 6 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe quanto basta
  • qualche foglia di basilico fresco
  • 120 grammi di Parmigiano Reggiano Dop grattugiato
  • 20 grammi di farina

Sgranare i piselli e le fave (se sono grandi togliere anche la seconda buccia, altrimenti potete lasciarla) e lavarli. Tritare il cipollotto, lavare e tagliare a listarelle sottili la lattuga.

Mettere in una casseruola il cipollotto con l’olio e farlo appassire a fuoco basso: unire i piselli e le fave e rosolarli con cura. Salare, pepare e aggiungere acqua tiepida a coprire e il basilico spezzettato. Fare cuocere per 20 minuti.

Mentre la minestra cuoce, mescolare in una ciotola il parmigiano con la farina, preriscaldare una padella antiaderente e versarvi sopra tanto parmigiano quanto basta a ricoprire il fondo in modo uniforme.

Quando il parmigiano si sarà fuso e vedrete che sta dorando, togliere la padella dal fuoco e arrotolare la cialda su se stessa. Rimettere la padella sul fuoco e fare dorare il rotolo di parmigiano uniformemente da tutti i lati. Procedere fino a esaurimento del parmigiano. Una volta freddi, tagliare i rotolini a listarelle (saranno croccanti).

A 5 minuti dal termine della cottura della minestra, aggiungere la lattuga tagliata a pezzetti, mescolare e portare a cottura per altri 2-3 minuti. La lattuga deve rimanere croccante. Servire la minestra calda o leggermente tiepida, guarnendo il piatto con un poco di basilico, una spolverata di pepe nero macinato fresco  e le cialde di parmigiano.

L’ABBINAMENTO: Un vino biancoè la nostra scelta per questa minestra. Abbiamo scelto il Pinot Grigio Valdadige Doc prodotto dall’azienda Santa Margherita. I suoi sentori di frutta bianca, le note speziate e l’assenza dei tannini lo rendono un abbinamento ideale per questa minestra delicata e, allo stesso tempo, profumata.

 

Dai una occhiata anche a...

2 comments

conunpocodizucchero.it 21 Maggio 2013 at 16:31

oh la prima minestra! certo d’autore eh!

Reply
Siciliani creativi in cucina 21 Maggio 2013 at 16:34

Ah ah ah Elenina…mi cadi sul pisello… Ho fatto altre minestre, non è che friggo sempre (domani per esempio avrai il tuo amato fritto)… bacioni e aspetto il commento di tuo marito sulla ricetta di domani!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.