Home » Lasagne al pistacchio

Lasagne al pistacchio

by Ada Parisi
12423 views 5 min read
Lasagne al pistacchio

Le foto di oggi parlano da sole: lasagne al pistacchio e mortadella, cremosissime e deliziose. Se amate la focaccia con mortadella Bologna Igp, pistacchio verde di Bronte Dop e burrata di Andria Igp che tanto va di moda da qualche anno, non perdete queste lasagne. D’altra parte, che le lasagne e le ricette di pasta al forno in genere tra le più amate dagli italiani è incontrovertibile. Anzi, in vista delle festività di Natale (incrociamo le dita) vi rimando al mio articolo con 15 IDEE DI LASAGNE E PASTA AL FORNO PER LE FESTE, dove sicuramente troverete qualche ricetta golosa che vi ispiri. E io stessa ne sono una appassionata, come potete evincere dalle tante RICETTE DI LASAGNE che ho sperimentato in questi anni.

Il segreto di queste lasagne è arricchire la besciamelle con un pesto di pistacchio e olio extravergine di oliva. La besciamelle prende una colorazione leggermente verde e un gusto intenso di pistacchio, diventando ancora più cremosa e saporita. All’interno, l’abbinamento ormai collaudato con la mortadella, che risulta estremamente delicata, non salata come lo speck o la pancetta. Tanta granella di pistacchio, dadini di taleggio Dop, anch’esso delicato e scioglievole, un profumato pepe nero e Parmigiano Reggiano completano questa lasagna davvero strepitosa.

La pasta di pistacchio, qualche consiglio

In commercio ci sono dei pesti salati di pistacchio, già pronti, con quantità variabili di pistacchio dal 40% al 70% Potete aggiungere quelli alla besciamelle. Oppure acquistare una pasta neutra di pistacchio (solitamente si usa in pasticceria e ve la consiglio, e potete usarla anche in ricette salate). Ma io vi suggerisco di fare un piccolissimo sforzo e preparare il pesto di pistacchio in casa. Per evitare conservanti e usare esclusivamente pistacchio e olio extravergine di oliva. Dovete semplicemente frullare (o pestare al mortaio) i due ingredienti, ottenendo un pesto grossolano, al quale aggiungere un po’ di granella di pistacchio per una consistenza più divertente.

A casa le lasagne al pistacchio hanno trionfato, spodestando dal podio le LASAGNE ZUCCA E SALSICCIA e quelle BIANCHE CON MELANZANE FRITTE, io sono sicura che piaceranno anche a voi. Buona giornata.

Lasagne al pistacchio

LASAGNE AL PISTACCHIO

Porzioni: 6 Preparazione: Cottura:
Nutrition facts: 250 calories 20 fat
Rating: 3.0/5
( 2 voted )

Ingredienti

una confezione di sfoglie fresche per lasagne
granella di pistacchio, quanto basta
200 grammi di mortadella affettata molto sottile
150 grammi di Parmigiano Reggiano Dop grattugiato
250 grammi di taleggio Dop
pepe nero macinato fresco, quanto basta
20 grammi di burro
PER LA BESCIAMELLE AL PISTACCHIO:
un litro di latte intero
80 grammi di burro
80 grammi di farina 00
120 grammi di pistacchio verde di Bronte Dop
30 millilitri di olio extravergine di oliva
sale, quanto basta

Procedimento

Lasagne al pistacchio

La preparazione delle lasagne al pistacchio è semplicissima. L'unica cosa che dovete preparare è la besciamelle. Sciogliere il burro a fuoco dolce, aggiungere la farina e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo (roux). Riscaldare il latte e cuocere il roux a fuoco bassissimo sempre mescolando. Versare il latte a filo e in piccola quantità sul roux di burro e farina, mescolando velocemente con la frusta a mano fino ad ottenere una pastella senza grumi Proseguire versando sempre a filo il latte sul composto, fino a incorporarlo completamente. Regolare di sale e cuocere a fuoco basso, sempre mescolando, finché la besciamelle non si sarà addensata velando il cucchiaio.

Per il pesto di pistacchio, frullare o pestare al mortaio il pistacchio e l'olio extravergine fino ad ottenere un composto cremoso ma con pezzetti di pistacchio. Aggiungere anche due cucchiai di granella di pistacchio. Unire il pesto di pistacchio alla besciamelle, mescolando fino a sciogliere il pesto. La besciamelle assumerà un delicato colore verde.

Mettere un po' di besciamelle sul fondo della teglia, coprire con le sfoglie fresche per lasagne, aggiungere ancora un po' di besciamelle. Distribuire la mortadella tagliata a fette sottilissime (abbondate), qualche pezzetto di taleggio, un po' di Parmigiano Reggiano Dop grattugiato e un po' di granella di pistacchio. Aggiungere ancora un po' di besciamelle e coprire con un'altra serie di sfoglie per lasagne. Proseguire fino ad esaurimento degli ingredienti. Io vi suggerisco di fare 4-5 strati. Condire l'ultimo strato con abbondante besciamelle, Parmigiano Reggiano, granella di pistacchio e qualche fiocchetto di burro.

Preriscaldare il forno a 200 gradi statico. Coprire la teglia con carta alluminio e cuocere per 30 minuti. Togliere la carta alluminio e gratinare le lasagne al pistacchio per 10 minuti o finché sulla superficie non si sarà formata una crosticina dorata. Sfornare e lasciare riposare le lasagne al pistacchio e mortadella per 10 minuti prima di servire. Buon appetito!

L'ABBINAMENTO: Prosecco Doc Rosé, Brut Millesimato 2019 dell'azienda Bottega. Un vino che ha fatto il suo esordio nel 2020 sul mercato e che si caratterizza per piacevoli note floreali e sentori fruttati (ribes, fragole) e per una freschezza al palato, capace di sgrassare e pulire la bocca dagli elementi più grassi di questa ricetta che merita sicuramente una bollicina un po' strutturata.

Hai provato questa ricetta?
Se ti è piaciuta taggami su Instagram @sicilianicreativi

Hai già visto queste ricette?

2 commenti

Maite la basque 19 Novembre 2020 - 08:20

Bonjour, merci pou cette recette, j’aime beaucoup votre blog et la cuisine italienne fait partie de celles que fait régulièrement. Amicalement

Reply
Ada Parisi 20 Novembre 2020 - 10:05

Merci, moi aussi j’aime votre cuisine et j’espère d’aller en France dans la prochaine année. Bien à toi, Ada

Reply

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. * By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.