La peperonata

Ecco un piatto che mi fa impazzire: la peperonata. Io adoro tutti i piatti a base di verdure, che a mio parere sono il punto di forza della cucina italiana (tra l’altro questo è un piatto vegano ante litteram). Abbiamo una tale varietà di verdure in qualunque stagione dell’anno che si potrebbe preparare, senza usare né carne né pesce, un piatto nuovo ogni giorno. Questo è un classico: peperoni, cipolle e patate soffritti nell’olio extravergine e, visto che ancora c’è il basilico fresco, esaltati dal suo aroma persistente. Come decorazione ho pensato di ‘riciclare’ le bucce del pomodoro, che ho fritto per pochi secondi e poi salato: si sono trasformate in gustose e croccanti chips. L’ho servita in una cena vegetariana come antipasto in questi vasetti trasparenti e accompagnata con crostini di pane casareccio. Ovviamente è anche un fantastico contorno, sia per la carne sia per il pesce.

Ingredienti per 4 persone: 

  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • 3 patate medie a pasta gialla
  • 1 cipolla dorata grande
  • 4 pomodori tondi da sugo
  • semola quanto basta per insemolare le bucce di pomodoro
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • olio extravergine di oliva quanto basta
  • sale quanto basta
  • 40 millilitri di aceto di vino rosso
  • 2 cucchiaini di zucchero semolato

Lavare le patate, pelarle e tagliarle prima a metà e poi a spicchi non troppo spessi. Coprire il fondo di una padella con l’olio (io uso quelle in pietra naturale, sono totalmente antiaderenti e metto pochissimo olio, risparmiando così calorie con risultati ottimi dal punto di vista organolettico) e mettervi le patate. Salare e farle rosolare a fuoco alto per 5 minuti, poi abbassare il fuoco, coprire e lasciare cuocere mescolando spesso finché non saranno cotte ma sode, con una crosticina croccante. Metterle da parte.

Mentre le patate cuociono, lavare i peperoni, togliere la calotta superiore, rimuovere i semi e i filamenti bianchi all’interno e farli a pezzi: io li faccio a pezzi rettangolari, ma potete tagliarli a strisce o in modo irregolare, come i maltagliati. Una volta tolte le patate, aggiungete se necessario un filo di olio nella padella e cuocetevi i peperoni. Stesso procedimento delle patate: salateli, rosolate a fuoco alto, poi coprite e abbassate il fuoco.

Nel frattempo tagliare la cipolla a fettine sottili. Lavare i pomodori, inciderli a croce e sbollentarli un minuto in acqua bollente per spellarli più agevolmente. Mettere da parte le bucce: stendetele su un foglio di carta assorbente e copritele con un altro foglio, in modo che si asciughino perfettamente. Fare a pezzi i pomodori togliendo i semi e l’acqua di vegetazione, poi tagliarli a dadini. Mettere la cipolla nel tegame dove avete cotto le patate e i peperoni (aggiungendo se necessario un po’ d’olio) e rosolarla finché non sarà dorata. Unire il pomodoro e il concentrato di pomodoro e mescolare finché non sarà perfettamente sciolto, salare leggermente e fare cuocere per 5 minuti. Unire al sugo le patate e i peperoni, assaggiare ed eventualmente aggiustare di sale e fare insaporire tutto a fuoco basso per 5 minuti. Mescolare in un bicchiere l’aceto di vino con lo zucchero e versare il tutto sulla peperonata. fare sfumare a fuoco basso per qualche minuto e spegnere il fuoco.

Mentre la peperonata intiepidisce (non si mangia calda, meglio tiepida o addirittura a temperatura ambiente), friggere le bucce di pomodoro in abbondante olio evo. Mi raccomando, friggono in un secondo, un secondo in più e si bruciano. Metterle su un foglio di carta assorbente e salare.

Servire la peperonata, se vi piace servirla nei vasetti come finger food come ho fatto io, guarnendola con le bucce di pomodori fritte e una foglia di basilico fresco.

L’ABBINAMENTO: Un bianco corposo, fresco e con profumi intensi come il Verdicchio di Matelica Doc è il nostro suggerimento per la peperonata, che può abbinarsi anche a un rosso giovane, non tannico. Suggeriamo Terravignata, il Verdicchio prodotto dall’azienda Borgo Paglianetto nelle Marche. E’ un bianco fruttato con sentori di mela renetta e mandorla, al gusto è fresco e armonico.

Dai una occhiata anche a...

10 comments

Paola 9 Aprile 2015 at 15:24

La peperonata è sempre buona, ma questa è ottima!!!

Reply
Siciliani creativi in cucina 10 Aprile 2015 at 11:36

Grazie Paola! Ricetta della mamma, della nonna, della bisnonna.. insomma di famiglia! E quindi grazie ancora di più! Ada

Reply
Laura De Vincentis 11 Ottobre 2013 at 19:24

Buona da morire la peperonata, io la mangerei a qualsiasi ora del giorno e della notte. Bella l’idea di servirla con le chips di buccia di pomodoro in quei simpatici vasetti.

Reply
Siciliani creativi in cucina 11 Ottobre 2013 at 19:26

Ciao Laura, si è buonissima… a casa ne vanno tutti matti. In Sicilia ne facciamo anche una versione in agrodolce, che io amo particolarmente. La farò presto, così mi dici che te ne pare! Un abbraccio, Ada

Reply
annaferna 11 Ottobre 2013 at 17:50

io l’adoro e voglio provare la tua versione prima che finiscano i peperoni che adesso danno i massimo!!
bacio e buon w.e.

Reply
Siciliani creativi in cucina 11 Ottobre 2013 at 17:54

Ciao Annina! Grazie e provala! Ancora c’è un po’ di tempo per i peperoni! Un abbraccio, Ada

Reply
conunpocodizucchero 11 Ottobre 2013 at 16:27

ma guarda che presentazione chic oggi! uella!!!!
adesso mi guardo un po’ delle tue ricettine con il pesce così mi verrà certamente voglia di prepararlo!
ps: vieni a milano a novembre? daiiiii

Reply
Siciliani creativi in cucina 11 Ottobre 2013 at 17:17

Ciao cara! Mi mancavano i tuoi commenti deliziosi! Ci provo a venire a Milano, avrei il turno in redazione, preferivo il fine settimana seguente… vediamo che riesco a fare… Un bacione, Ada

Reply
Adri Barr Crocetti 10 Ottobre 2013 at 23:50

I love peperonata, and this one sounds wonderful. I have never made it with potatoes. I imagine they would lend a lovely body to the dish. I will have to try your recipe. The photograph is absolutely tantalizing. Complimenti!

Reply
Siciliani creativi in cucina 11 Ottobre 2013 at 11:21

Thanks Adri and welcome on my blog! My family make always peperonata in this way, potatoes are consistent and give a different texture to th dish. Thanks for your words about the photo, my husband (he takes photo) will be happy! I hope to see you soon again, grazie, Ada

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.