Involtini di pollo, frittata e caciocavallo, con peperoni

Involtini di pollo, frittata e caciocavallo ai peperoni. La stagione dei peperoni non manca mai di entusiasmarmi! Adoro i colori, l’aroma e la consistenza dei peperoni, che sono estremamente versatili e si prestano a ricette tradizionali, rivisitate e creative. Oggi vi presento proprio la rivisitazione di una ricetta tradizionale, il pollo ai peperoni (che trovate sul blog qui nella sua versione originale) : in questa versione ho sostituito il pollo a pezzi con golosi involtini di pollo, ripieni di frittata e formaggio “caciocavallo ragusano” Dop, e ho preparato un intingolo a base di pomodoro e peperoni arrostiti; quindi, senza la buccia e con un particolare aroma lievemente abbrustolito. Ho accompagnato il tutto con un semplice riso aromatico lessato per creare un piatto unico colorato e gustoso. In questo piatto, ho sperimentato una nuova passata di pomodorino datterino della azienda Sole e sapori, che francamente mi è piaciuta molto e in cui ho la certezza di non trovare coloranti né conservanti. Insomma, questo è un piatto estivo, sia nei colori sia nei sapori: gli involtini danno una marcia in più, ve lo garantisco. Non dimenticate che noi siciliani siamo i maghi delle “braciole” che, come sapete, è il nostro modo di chiamare gli involtini.

Ingredienti per 4 persone:

  • 5 peperoni rossi e gialli
  • 500 grammi di petto di pollo tagliato in fette molto sottili
  • 4 uova
  • Parmigiano Reggiano Dop grattugiato: quanto basta
  • 150 grammi di formaggio “Caciocavallo ragusano” Dop
  • sale e pepe: quanto basta
  • olio extravergine di oliva: quanto basta
  • 100 grammi di pane grattugiato raffermo
  • 300 millilitri di passata di pomodoro (ho usato quella di datterino di Sole e Sapori)
  • un pizzico di zucchero
  • 120 millilitri di vino bianco
  • maggiorana o origano freschi quanto basta
  • 2 spicchi di aglio in camicia
  • 250 grammi di riso basmati o jasmine o apollo (scegliete quello che preferite purché sia un riso aromatico)
involtinidipolloaipeperoni3

Involtini di pollo, frittatine e caciocavallo ai peperoni

Lavare i peperoni, avvolgerli nell’alluminio per alimenti e cuocerli in forno a 220 gradi per trenta minuti. Lasciarli raffreddare chiusi nell’alluminio, poi spellarli (vedrete che le bucce verranno via con estrema facilità), eliminare i semi. Infine, farli a strisce non troppo sottili e metterli in uno scolapasta, in modo che perdano la loro acqua di vegetazione.

Per le frittate, mettere in una ciotola le uova, il parmigiano, l’origano tritato, il sale e il pepe. Sbattere con una frusta e cuocere in una padella unta di olio tante frittate sottili quante ne vengono con il composto che avete a disposizione.

Mescolare in una ciotola il pane grattugiato con sale, pepe, caciocavallo tagliato a cubetti molto piccoli, un po’ di origano fresco e tanto olio quanto necessario a ottenere un composto soffice e ben sgranato.

Ricavare dalle frittate tanti pezzi quante sono le fette di pollo. Stendere il pollo su un tagliere, appoggiare un pezzo di frittata sopra ogni fettina e completare con il composto di mollica e caciocavallo. Arrotolare le fettine su se stesse, ben strette, per formare degli involtini e fermarli con uno o due stuzzicadenti (che dovrete rimuovere una volta che gli involtini saranno cotti).

Infarinare gli involtini e rosolarli nell’olio da entrambe le parti finché non saranno leggermente dorati.

Lessare il riso in abbondante acqua salata.

Mettere in un tegame capiente un po’ di olio extravergine, quindi rosolarvi l’aglio in camicia a fuoco basso. Quando l’aglio sarà dorato, unire i filetti di peperoni e la passata di pomodoro. Salare, pepare e aggiungere l’origano o la maggiorana. Adagiare gli involtini di pollo sul sugo e poi sfumare con il vino bianco. Fare evaporare la parte alcolica del vino, regolare di sale e pepe e cuocere per trenta minuti con il tegame coperto.  Togliere il coperchio, fare eventualmente ridurre il sugo a fuoco alto, nel caso non fosse abbastanza denso. Togliere gli stuzzicadenti e servire gli involtini di pollo con il loro sugo, accompagnando il pollo con il riso lessato e guarnendo con qualche foglia di origano o maggiorana freschi. Buon appetito!

L’ABBINAMENTO: Suggeriamo l’abbinamento con un rosato Igp Umbria, prodotto dall’azienda agricola “La Palerna“, a Città di Castello (provincia di Perugia). Il vino è chiamato “Rosa di Martino” ed è ottenuto utilizzando i vitigni Merlot, Sangiovese, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc. Profuma di ciliegia, con lievi sentori di melograno, è delicato e fresco al palato. Si abbina bene a questa carne bianca insaporita dal caciocavallo.

Dai una occhiata anche a...

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.