Involtini di melanzane alla griglia

Involtini di melanzane alla griglia, ripieni e cotti in forno con una golosa salsa di pomodoro: per me la golosità allo stato puro senza il peccato. Esagero? No! Per chi come me ama le verdure ripiene, e in particolare le melanzane in ogni modo (parmigiana, polpette, fritte, ripiene, al sugo, con la pasta, in crema….) questo piatto è una vera manna. Gustosi involtini di melanzane alla griglia, ripiene di pane grattugiato, un po’ di pecorino e parmigiano grattugiati e tante erbe aromatiche, conditi con una semplice salsa di pomodoro e basilico e una spolverata di parmigiano reggiano. In forno per 20 minuti e gli involtini di melanzane sono pronti per essere gustati con una bella insalata. Il sapore è fantastico (lo sapete che sono una buona forchetta e al gusto non rinuncio) e, tutto sommato, questi involtini di melanzane al forno non vi lasceranno per nulla appesantiti.  Pronti a comprare gli ingredienti?

INVOLTINI DI MELANZANE ALLA GRIGLIA (ricetta siciliana)

Print This
PORZIONI: 4 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • 2 melanzane del tipo allungato
  • 150 grammi di pane grattugiato
  • 50 grammi di pecorino Dop grattugiato
  • 60 grammi di parmigiano Reggiano Dop grattugiato
  • 100 grammi di provolone della Val Padana a dadini piccoli (o il formaggio semi stagionato che preferite)
  • sale e pepe, quanto basta
  • prezzemolo e basilico tritati, quanto basta
  • poco aglio tritato finemente (se vi piace)
  • PER LA SALSA
  • 500 millilitri di passata di pomodoro
  • olio extravergine di oliva, quanto basta
  • qualche foglia di basilico
  • sale, quanto basta
  • uno spicchio di aglio in camicia
  • un cucchiaino di zucchero
  • parmigiano reggiano Dop grattugiato, quanto basta

PROCEDIMENTO

Per preparare gli involtini di melanzane al forno, lavare le melanzane, tagliare le estremità e affettarle con la mandolina a uno spessore di mezzo centimetro circa. Ungerle leggermente di olio con un pennello e grigliarle sulla griglia ben calda da entrambi i lati.

Nel frattempo, preparare la salsa mettendo in una casseruola l’olio, l’aglio in camicia, la passata di pomodoro, il basilico. Aggiungere lo zucchero e un po’ di sale e fare cuocere coperto finché la salsa non sarà ben ristretta. Aggiustare eventualmente di sale e rimuovere l’aglio.

Mettere in una ciotola il pane grattugiato, i formaggi grattugiati e a dadini, le erbe aromatiche tritate finemente, eventualmente l’aglio. Salare e pepare e poi aggiungere tanto olio quanto necessario per ottenere un composto morbido e umido, ma ben sgranato.

Preriscaldare il forno a180 gradi ventilato

Versare un poco di salsa sul fondo di una pirofila. Disporre il ripieno sulle fette di melanzane e arrotolarle delicatamente su se stesse, adagiandole nella pirofila. Una volta terminato, irrorare gli involtini di salsa di pomodoro, spolverizzare abbondantemente con parmigiano Reggiano grattugiato e guarnire con qualche foglia di basilico e un filo d’olio. Infornare per 20-25 minuti e lasciare intiepidire qualche minuto prima di servire. Buon appetito!

L’ABBINAMENTO: Un rosato dell’Etna per questa ricetta. Suggeriamo Arcuria Rosato Igt prodotto dall’azienda agricola Vini Calcagno, a Castiglione di Sicilia (nella frazione di Passopisciaro). Realizzato con il vitigno Nerello Mascalese, è un vino fruttato (frutta esotica), dal gusto fresco, grazie a una buona acidità.

Dai una occhiata anche a...

8 comments

Giovanni 12 Luglio 2015 at 19:35

Salve, dopo quelli di peperoni – davvero eccellenti – vorrei provare con gli involtini di melanzana. Ho un solo dubbio: nella ricetta non si prevede lo “spurgo” delle melanzane prima della cottura in forno per eliminarne l’amaro. Val la pena farlo o si può soprassedere?… Grazie e complimenti!

Reply
Ada Parisi 12 Luglio 2015 at 23:00

Ciao Giovanni, grazie davvero! Lo spurgo ormai non serve più, soprattutto quando le melanzane non si devono friggere, perché le melanzane di oggi non sono più amare e ricche di semi. Se usassi però melanzane del tuo orto potresti farlo ugualmente, perché probabilmente è ancora una varietà con una punta amara. In ogni caso vale solo se devi friggerle, se le fai alla griglia o lesse o al forno non serve. Fammi sapere, Ada

Reply
Giovanni 13 Luglio 2015 at 12:15

Gentile Ada, risultato perfetto! … Ancora grazie!

Reply
Ada Parisi 13 Luglio 2015 at 12:47

Giovanni ne sono felice! Grazie di cuore, Ada

Reply
Anna 25 Agosto 2014 at 09:07

Carissima Ada, li ho fatti e li abbiamo DIVORATI. A mio figlio ci penserò, la prossima volta , al limite, provo a congelarli.
Bravissima come sempre. Grazie! Anna

Reply
Siciliani creativi in cucina 26 Agosto 2014 at 15:41

brava Anna, meglio una gallina oggi che un uovo domani. non è una cattiva idea congelarli, per poi riscaldarli al forno. a presto. Ada

Reply
anna 21 Agosto 2014 at 12:12

Carissima Ada,
che bello leggere le tue fantastiche ricette. Queste le voglio fare e vorrei inviarle a mio figlio a Milano insieme ad altre cosine buone, non so se dopo cotte al forno le metto dentro un barattolo di vetro e le sterilizzo a bagno maria, come saranno? Cosa mi consigli?
Un bacio grande con affetto Anna

Reply
Siciliani creativi in cucina 22 Agosto 2014 at 19:58

Ciao Anna, mi devi dire quanto dura il viaggio in questione. Teoricamente, se le prepari, le cuoci in forno e le fai raffreddare, le puoi tranquillamente trasportare nella teglia o pirofila in cui le hai cotte, avvolte in carta di alluminio. Magari le metterei in una di quelle buste atermiche con una mattonella di ghiaccio secco per essere certi che non si scaldino troppo.
Non ho mai provato a trasportare cibo in vasetti sterilizzati perché ho sempre fatto così senza problemi.
Considera che ho trasportato in questo modo anche il pesce spada a ghiotta già cotto, naturalmente in un barattolo, ma solo perché c’era il sugo. Io non farei sterilizzazione a bagno maria. E quanto all’uso del barattolo temo che potresti avere difficoltà a tirare fuori gli involtini. Fammi sapere. Se hai bisogno sono qui. Ciao. Ada

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.