Home » Il pranzo di Pasqua, le mie proposte tradizionali e non

Il pranzo di Pasqua, le mie proposte tradizionali e non

by Ada Parisi
11178 views 5 min read

Pasqua si avvicina e quindi è da qualche giorno che sto rimuginando su un menù da proporvi per il pranzo pasquale. Vero è che molti vedono la Pasqua come un appuntamento tradizionale, nel quale mangiare i piatti tipici del periodo che comprendono fave, carciofi, uova, agnello, dolci a base di ricotta e cioccolato. E’ anche vero che in molti non vogliono immolare un agnello sulle tavole pasquali. E che tanti amano preparare piatti di stampo tradizionale ma con un tocco di creatività. Per non parlare di chi vede riunita una famiglia allargata nel pranzo pasquale, molto numerosa, e ha bisogno di piatti furbi, che si preparano in anticipo. Per questo ho deciso di elaborare un menù aperto, a scelta multipla, al quale potrete ispirarvi – dall’antipasto al dolce – per comporre il pranzo che vi piace di più. Spero che troverete qualche spunto interessante!

Visto che chi ben inizia è a metà dell’opera, per ANTIPASTO vi faccio ben tre proposte, tra tradizione e creatività, con un occhio per chi avrà tanta gente a pranzo e vuole preparare qualcosa in anticipo:

uovaincocottecontartufoLOGO2

 

Pecorino fritto con crema di fave

La seconda proposta che vi faccio è di impronta tradizionale nel classico accostamento pasquale fave-pecorino, ma rielaborata  da me:  crema di fave con cubi di pecorino fritto. Bella e buona, ve lo garantisco.

 

 

Flan di fave e pecorino

La terza e ultima è una proposta informale, sempre con l’abbinamento fave e pecorino, ma finger food, adatta a grandi tavolate o a buffet in piedi perché si preparano in anticipo: mini quiche di fave e pecorino, veramente buonissime.

 

 

Passiamo ai PRIMI PIATTI: anche qui tre proposte, tutte all’insegna delle verdure di stagione, una veramente semplice ma di grande soddisfazione, una un po’ più complicata di ispirazione tradizionale e rivisitata e una per chi ha un buffet e ha bisogno di preparare in anticipo e che la gente possa servirsi da sola.

Tonnarelli al cacio e carciofi

Tonnarelli cacio e carciofi: un piatto di una semplicità disarmante ma dal gusto senza difetti. I tonnarelli potete farli a mano se siete volenterosi o comprarli freschi al supermercato. Il sugo si prepara in un attimo, è saporito e con verdure di stagione.

 

gnocchi gnocchi

La seconda proposta sono degli gnocchi cacio e pepe con le favette fresche. Se siete in pochi a tavola, volenterosi in cucina, veri buongustai e avete voglia di stupire gli ospiti questo è il piatto giusto.

 

 

Arancini fave, pancetta e pecorino

Con l’ultima proposta gioco in casa: è un po’ laboriosa ma si prepara in anticipo, perché gli arancini sono buoni anche freddi. E in questo caso ricorda la pasqua e la primavera nell’abbinamento con guanciale, fave e pecorino nel ripieno. Potete farli grandi o piccoli, in ogni caso sono squisiti e in un buffet fanno un figurone.

 

Veniamo ai SECONDI:  due proposte sono di carne, visto che in molti non rinunciano all’agnello e che chi non mangia l’agnello a Pasqua si orienta comunque verso piatti di carne. la terza proposta è per chi preferisce non mangiare carne ma vuole rispettare la tradizione e preparare il più possibile in anticipo.

Agnello con pecorino e menta, purè di patate e riduzione di Porto

Ecco quindi la mia proposta per gli amanti dell’agnello, un piatto importante e veramente squisito che vi invito a provare: agnello con pecorino, pistacchi e menta, purè di patate e riduzione di Porto. L’agnello viene prima rosolato in padella, poi coperto con una panura aromatica e quindi finito in forno e ha un sapore rotondo ed equilibrato. 

 

Arrosto di vitello farcito

Se amate la carne ma non l’agnello, provate questo arrosto di vitello farcito: i suoi colori sono magnifici ed è perfetto per un pranzo primaverile. Potete sostituire il vitello anche con il manzo o il maiale, purché sottili e ben battuti. Potete variare anche il ripieno, mettendo quello che più vi piace di gusto e di colore.

Torta rustica di bietole e ricotta

Carciofi alla romana con patate viola

A tutti consiglio un contorno ‘di rinforzo’: i carciofi ripieni, qui nella versione ‘alla romana’. Immancabili sulle tavole pasquali.

 

 

 

Veniamo al momento della golosità: i DOLCI. Visto che tutti avrete in casa la colomba pasquale, vi suggerisco immediatamente un modo gustosissimo e facile per riciclare gli avanzi. Ovviamente non manca un dolce tradizionale e neanche un paio di consigli per chi ama i dolci con la frutta di stagione, in versione golosa ma anche leggera.

Tiramisù di chantilly al limone e frutti di bosco

Ecco il tiramisù di crema chantilly al limone e frutti di bosco, che potete preparare con la colomba pasquale o, se siete dei collezionisti, con pandoro, panettone avanzati, ritagli di pan di Spagna o di plum cake.

 

Crostata di ricotta e cioccolato

Se volete andare sul classico allora ecco la crostata di ricotta e cioccolato, imperdibile per gli amanti del genere.

 

cheesecakeNY2LOGO

Zuppetta di fragole con semifreddo allo zabaione (di Santin)

Ultima proposta: vi piacciono le fragole ma volete un dessert più leggero e fresco? Eccolo, zuppetta di fragole con gelato allo zabaione, o alla vaniglia se preferite. E cosa volete di più?

 

 

 

Hai già visto queste ricette?

4 commenti

Kenneth Kapasi 11 Aprile 2014 - 18:46

Great work.

Reply
Siciliani creativi in cucina 11 Aprile 2014 - 20:19

Thanks Kenneth!!! Have a wonderful Easter!

Reply
Carmela 11 Aprile 2014 - 03:53

Molto buone ricette!

Reply
Siciliani creativi in cucina 11 Aprile 2014 - 20:20

Grazie Carmela!

Reply

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. * By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito usa cookies di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Ok Read More