Cannolo siciliano al cacao

Vi dico subito che questi sono i miei primi cannoli siciliani (lo so, è imperdonabile) e che quando li ho preparati non sapevo se sarebbero stati adeguati e se li avrei pubblicati. Dopo averli assaggiati e ovviamente finiti, ho deciso di darvi la ricetta, che mi è piaciuta molto. La base della scorza è quella di Maurizio Santin, con cacao e Marsala: viene fuori una cialda scura, aromatica, ricca, un po’ diversa da quella più chiara che si trova spesso nelle pasticcerie messinesi, catanesi o palermitane. Io ho aggiunto una simbolica noce di strutto e pochissimo aceto bianco, che favorisce la formazione delle tradizionali bollicine nella crosta. L’interno è il classico ma, come forse saprete, all’interno dei cannoli potete trovare tante cose a secondo della parte di Sicilia in cui vi trovate: canditi, cioccolato, scorza di arancia, cannella, pistacchio. Io ho deciso di riempirli con quello che preferisco: semplicemente ricotta, cioccolato fondente e un pizzico di cannella. Ho decorato con i pistacchi di Bronte, immancabili. Non so se avete capito che non amo i canditi… Devo dire che in questo piatto tutto dipende dalla qualità della ricotta, che deve essere rigorosamente di pecora: purtroppo il cannolo siciliano senza la ricotta siciliana non sarà mai lo stesso.

Ingredienti per 10-12 cannoli:

  • 150 grammi di farina 00
  • 30 grammi di zucchero semolato
  • 15 grammi di cacao amaro in polvere
  • 15 grammi di caffè macinato
  • Marsala quanto basta
  • un cucchiaino raso di strutto
  • un cucchiaino piccolo di aceto di vino bianco
  • olio di semi di arachide per friggere quanto basta

per la farcia

  • 600 grammi di ricotta di pecora ben scolata dal siero
  • 200 grammi di zucchero a velo
  • 100 grammi di gocce di cioccolata fondente
  • un pizzico di cannella
  • canditi misti quanto basta (facoltativo)

e ancora

  • pistacchi di Bronte o cioccolata fondente o arancia candita per guarnire
  • strutto quanto basta per ungere i tubi dove avvolgere i cannoli

Fare una fontana sul piano di lavoro con la farina e lo zucchero, quindi aggiungere al centro il cacao e il caffè macinato, lo strutto, un cucchiaino piccolo di aceto di vino bianco e infine tanto Marsala quanto necessario a ottenere un impasto omogeneo, liscio e senza grumi, un po’ come il panetto della pasta all’uovo. Avvolgerlo nella pellicola per alimenti e  farlo riposare per almeno 30 minuti.

Una volta che l’impasto avrà riposato, e sarà quindi elastico, stenderlo sul piano da lavoro leggermente infarinato a uno spessore di 2 millimetri. Quindi ricavare dei quadrati di circa 10 centimetri di lato e avvolgerli attorno ai tubi metallici appositi e unti di strutto. Bagnare i lembi nel punto in cui si collegano e pressare bene.

Friggere le cialde in olio bollente (se avete un termometro da cucina il momento giusto è quando l’olio è arrivato a 175 gradi). Mettere le cialde a raffreddare su una gratella.

Per la farcia, passare due volte la ricotta al setaccio e poi lavorarla con lo zucchero finché non diventa completamente liscia e cremosa. Unire la cannella, le gocce di cioccolato, i canditi se vi piacciono. Versare la farcia in un sac à poche e riempire i cannoli. Decorare i cannoli con quello che preferite: pistacchi di Bronte tritati, cioccolato o canditi.

Dai una occhiata anche a...

6 comments

Miranda 13 Dicembre 2016 at 22:53

Ciao Ada, sempre bravissima. Se non ho il marsala posso usare qualcos’altro per la cialda?

Grazie mille,
Miranda

Reply
Ada Parisi 13 Dicembre 2016 at 23:01

Ciao Miranda, benvenuta! Grazie di cuore ❤ certo, puoi sostituire il Marsala semplicemente con un goccio piccolo piccolo di vino bianco o rosso. Fammi sapere!

Reply
Paola 30 Aprile 2014 at 23:45

Ciao Ada questi cannoli sono una tentazione..peccato non posso mangiarli ma farli per la famiglia e il fidanzato siii 🙂 ti farò sapere

Reply
Siciliani creativi in cucina 1 Maggio 2014 at 00:05

Ciao Paola!!! Consolati perché non li mangio neanche io, li faccio per amici, famiglia e fidanzato! Buon ponte e fammi sapere! Ada

Reply
Anna 30 Aprile 2014 at 09:04

La mia bravissima Adina, mi piacciono da morire i cannoli siciliani. Questi sono fantastici. Anche se non ti lascio sempre i miei commenti, ti seguo sempre con tanto affetto.
Un cannolo lo voglio, non è giusto che bisogna guardare e non toccare. Baci Anna

Reply
Siciliani creativi in cucina 30 Aprile 2014 at 12:05

Ciao Anna, non preoccuparti, io lo so che mi segui e che sei sempre attenta. I cannoli sono facili facili, concediteli per il primo maggio! Un abbraccio, Ada

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.