fbpx

Hamburger fatti in casa

Hamburger fatti in casa

Oggi parliamo di un piatto semplice ma di cui potremmo parlare per ore: hamburger fatti in casa. Quando sono andata a vivere a Milano sono rimasta sorpresa nell’apprendere che la ‘svizzera’ altro non era che quello che in famiglia abbiamo sempre chiamato ‘medaglione di carne trita’. I ragazzi di oggi probabilmente non capirebbero né la parola ‘svizzera’ né ‘medaglione’ e userebbero il termine hamburger, senza pensarci.

Di fatto, l’hamburger vero e proprio altro non è se non una polpetta di carne macinata appiattita, condita con poco sale e talvolta qualche spezia (per lo più prezzemolo) e cotta sulla griglia. Ricordate che la parola “hamburger” indica solo la carne, non il panino con tutto il resto. L’hamburger che prepariamo in famiglia, invece, è un pochino più condito. D’altra parte siamo siciliani, le cose semplici non fanno per noi.

Quando ero piccola la carne non mi piaceva per niente, quindi mia madre cercava di renderla più appetibile con vari stratagemmi. La carne macinata era tra i pochi tipi di carne che sopportavo (non sono cambiata molto crescendo)  e quindi via libera a polpette e hamburger. Il mio hamburger di manzo, quello che preparo oggi, è ancora così. E anche le polpette, come le POLPETTE IN AGRODOLCE, quelle IN BRODO o quelle IN UMIDO CON PISELLI.

Il mio hamburger, condito e sempre morbido

Nel mio ricettario, l’hamburger fatto in casa è condito con aglio o cipolla grattugiata, poca mollica di pane bagnata in acqua e strizzata,  uovo, prezzemolo tritato, sale, pepe e parmigiano Reggiano Dop o pecorino. Morbido, saporito, succoso. Da mettere nel panino, per imitare gli americani, o da mangiare al piatto con patate al forno o con una semplice insalata. Non c’è bambino che resiste davanti a una polpetta o a un hamburger ben fatto, ve lo garantisco. La maionese, soprattutto la MAIONESE FATTA IN CASA, è una salsa perfetta per accompagnare la carne alla griglia. Ovviamente, potete anche metterla in un panino, perché no. A  me piace servirlo al piatto, con una insalata e qualche pomodoro confit: un piatto leggero ma gustoso.

Consigli per la cottura perfetta degli hamburger

La cottura degli hamburger dipende ovviamente dai vostri gusti, io sono per le medie cotture, in modo che la carne non si asciughi e non diventi stopposa. In ogni caso, indipendentemente dai gusti, ci sono alcuni consigli tecnici per una cottura perfetta. Innanzitutto, la carne deve essere sempre a temperatura ambiente, leggermente unta di olio da entrambi i lati. I materiali migliori di cottura sono la ghisa e la pietra: la padella e la griglia devono essere ben calde, diciamo pure roventi. Quanto ai tempi di cottura, per un hamburger al sangue sono necessari 2 minuti per lato (55° al cuore se usate il termometro da cucina), per una cottura media 4 minuti per lato (65° al cuore) e per un hamburger be cotto 5-6 minuti per lato (75° al cuore). Questo per hamburger di 180-200 grammi di peso.

Vi la.scio anche una idea nel caso in cui gli hamburger avanzino: conservateli in frigorifero e il giorno seguente metteteli in una teglia. Conditeli con pomodori pelati o salsa di pomodoro, origano, sale e scamorza. Gli hamburger-pizza hanno sempre successo, soprattutto tra i bambini. Buona giornata!

HAMBURGER FATTI IN CASA

Print This
PORZIONI: 4 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • 700 grammi di carne di manzo macinata di prima scelta
  • 80 grammi di Parmigiano Reggiano Dop grattugiato
  • sale e pepe, quanto basta
  • un uovo intero
  • uno spicchio di aglio o un pezzetto di cipolla
  • 70 grammi di mollica di pane bagnata in poca acqua
  • prezzemolo fresco, quanto basta
  • 20 millilitri di olio extravergine di oliva

PROCEDIMENTO

Hamburger di manzo alla griglia: quale carne scegliere e come ottenere un risultato perfetto a casa

La preparazione degli hamburger fatti in casa è semplicissima: potete usare carne di manzo, di vitello, mista e anche di pollo. Mettere la carne macinata in una ciotola capiente. Aggiungere l’aglio o la cipolla  (in base ai vostri gusti) tritati molto finemente, il prezzemolo tritato, il parmigiano (o il pecorino), l’uovo intero e la mollica di pane, prima bagnata in acqua e poi strizzata con cura. Impastare con la punta delle dita, poi aggiungere sale e pepe a piacere.

Quando tutti gli ingredienti si saranno amalgamati, formare gli hamburger. Ci sono tre alternative: con la pressa per hamburger che potete acquistare su Amazon o in un negozio specializzato. Mettendo la carne in un coppapasta e pressando con la punta delle dita. Oppure, nel modo più “casalingo”, formando una pallina con la carne macinata condita e appiattendola usando il palmo delle mani. La cosa fondamentale, è che la superficie dell’hamburger sia uniforme, così che possa cuocere in modo omogeneo.

Potete conservare gli hamburger crudi in frigorifero, separati da fogli di carta forno, per un paio di ore prima di cucinarli. Potete anche congelarli, sempre separati da fogli di carta forno e chiusi  in un sacchetto gelo oppure in un sacchetto chiuso sottovuoto con l’apposita macchina per il sottovuoto (per me indispensabile in cucina). Ovviamente, se avete congelato gli hamburger, dovete lasciarli decongelare tutta la notte in frigorifero prima di cuocerli.

Quanto alla cottura, ricordate che la carne deve essere a temperatura ambiente, la griglia o la padella (perfette quelle in ghisa o in pietra) preriscaldate a dovere e che dovete ungere lievemente la carne di olio. I tempi di cottura ve li ho già detti, ma mi ripeto: per un hamburger al sangue sono necessari 2 minuti per lato (55° al cuore se usate il termometro da cucina), per una cottura media 4 minuti per lato (65° al cuore) e per un hamburger be cotto 5-6 minuti per lato (75° al cuore). Questo per hamburger di 180-200 grammi di peso.

Servite i vostri hamburger fatti in casa dentro un panino oppure al piatto: io li ho accompagnati con maionese fatta in casa, insalata verde, pomodori confit e qualche goccia di aceto balsamico di Modena Dop.

Hamburger fatti in casaHamburger fatti in casa
Hamburger fatti in casaHamburger fatti in casa

Potrebbero piacerti anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.