Home » Guida a Bergen in Norvegia: cosa vedere e dove mangiare

Guida a Bergen in Norvegia: cosa vedere e dove mangiare

Fisketorget, Torre di Rosenkranz e Fortezza e i panorami dal monte Floyen

by Ada Parisi
5 min read
Bryggen, il quartiere storico di Begen. Cosa vedere e dove mangiare a Bergen

Consigli di viaggio: Bergen in Norvegia. Cosa vedere, dove dormire e dove mangiare

Magica Bergen: oggi vi lascio una guida di viaggio alla bellissima città di Bergen in Norvegia: e vi dico cosa vedere e dove mangiare in questo posto immerso tra mare e cielo. Bergen è la capitale dei fiordi norvegesi: città sostenibile, secondo centro più importante della Norvegia (dopo Oslo),  è uno di quei posti che non si dimenticano. Merita un viaggio e almeno tre giorni di permanenza per la ricchezza e varietà della proposta turistica. Potete girare Bergen con facilità a piedi, ma affittare un’auto è necessario se volete fare alcune imperdibili gite fuori porta. Io ho utilizzato AUTO EUROPE e mi sono trovata benissimo. In questo VIDEO ITINERARIO per una vacanza di tre giorni a Bergen sul mio canale YouTube vi mostro la città dal vivo: venite con me in questa meravigliosa capitale nordica ad ammirare i fiordi di Bergen e il suo fascino d’altri tempi. 

Prima di partire, visitate on line il Centro informazioni turistiche Bergen dove raccogliere informazioni per visitare la città e dove acquistare la Bergen Card. Un pass utile per spostarsi con i mezzi pubblici, visitare i monumenti, i musei e le numerose mostre d’arte di questa città norvegese. Oltre ad avere sconti sulle consumazioni in molti ristoranti, negozi di souvenir e caffetterie. Bergen è una città immersa nel mare: un mare nordico,  molto diverso dal nostro mar Mediterraneo. Se amate i climi caldi, potreste pensare a trascorrere UN FINE SETTIMANA A MARSIGLIA, un città davvero originale e unica.

Cosa vedere a Bergen in Norvegia

Conosciuta per il suo antico quartiere di Bryggen, patrimonio dell’Unesco, Bergen è una delle città più piovose di tutto il Paese, con una media di duecento giorni di pioggia in un anno. Situata nella Norvegia sud occidentale, è frequentata da migliaia di turisti, spesso passeggeri delle grandi navi da crociera,che sbarcano numerose nei grandi moli portuali, soprattutto nel periodo estivo.

Bergen si trova ai piedi del monte Floyen, lungo la sponda del fiume Vaagen, ed è il più vasto centro medioevale della Norvegia. Il suo porto antico è costellato dalle caratteristiche case in legno colorate, che in passato erano luoghi di scambio commerciale e di lavorazione del pesce. E che oggi sono la sede di musei, negozi di artigianato, pub, bar, ristoranti e gallerie. Bergen ha un aeroporto, ma io sono andata a Bergen da OSLO CON UNA AUTO A NOLEGGIO. Ho attraversato la Norvegia e mi sono fermata a Flam, per FARE UNA INDIMENTICABILE CROCIERA SUL BELLISSIMO NAEROFIJORD: potete ammirarlo anche voi guardano questo VIDEO sulla mia esperienza. In ogni caso, ormai raggiungere la Norvegia ormai è davvero semplice e su TRAVEL UP trovate tante offerte di voli per le maggiori destinazioni europee e non solo. Come Marsiglia, il posto perfetto per un ITINERARIO DI TRE GIORNI.

Cosa vedere a Bergen in 2 giorni

Tra le prime cose da vedere a Bergen, ipotizzando una permanenza di 2-3 giorni, c’è sicuramente il mercato del pesce (Fisketorget). Il porto anseatico fu sede dei commercianti della Lega Anseatica dal quattordicesimo secolo al diciottesimo secolo. Oggi è animato da un vivace mercato di prodotti ittici che ha origini molto antiche. Fin dal tredicesimo secolo, questo spazio commerciale fornisce il pesce agli abitanti del luogo. E, oggi, sazia i numerosi visitatori che possono trovare per tutto il giorno le specialità tipiche di questa zona.

Bergen: esperienze tra enogastronomia e natura

Scoprire le specialità enogastronomiche locali. A Bergen potete anche fare una divertente VISITA GUIDATA PER SCOPRIRE LE SPECIALITA’ LOCALI tra il mercato e il centro storico. E, se siete dei veri gourmet e il vostro è un viaggio che punta sull’enogastronomia, vi suggerisco una bellissima esperienza: TASTE OF NORWAY, una visita nelle principali botteghe di food di Bergen con degustazione di caffè, brioche e dolci tradizionali come i Kanelbullar (le Cinnamon rolls norvegesi) e cena degustazione a base di specialità locali.

Dai salami di balena alle zuppe di pesce fresco, dal caviale alle aringhe passando per ogni tipo di molluschi e crostacei ma anche paella e  hamburger di renna, accompagnati dalle birre locali. Il centro storico, a ridosso del porto, conserva il suo impianto medioevale, con strette vie ricoperte di ciottoli, che oggi sono ricche di locali e servizi per i residenti, dai panifici alle sale da tè e ai cocktail bar.

Da non perdere il monte Floyen: è una delle attrazioni più popolari di Bergen. È un luogo immerso nel verde da cui si può ammirare una vista panoramica della città e del mare, con lo sguardo che si perde nei numerosi fiordi che la circondano. Per arrivare al monte Floyen, è possibile prendere la funicolare Floibanen (tempo 5 minuti) e raggiungere le alture boschive. Da qui è possibile fare delle tranquille e facili escursioni in sentieri tracciati e ben segnalati, oppure prendere un semplice caffè ammirando i panorami.

Soprattutto per i bambini vi suggerisco di vedere l’acquario di Bergen: per un’esperienza divertente ed educativa, l’acquario ospita una vasta varietà di vita marina, tra cui squali, razze e tartarughe marine.

Se amate la natura, potete visitare la zona di Ulriken: è la più alta delle sette montagne che circondano Bergen. È un ottimo posto per fare un’escursione e ammirare le viste mozzafiato della città. Si raggiunge anche con una spettacolare funivia che raggiunge la quota di 650 metri sul livello del mare.

Monumenti e centro storico di Bergen: cosa vedere

Una visita al centro storico di Bergen deve partire ovviamente da Bryggen (patrimonio Unesco). E’ il quartiere storico della città, con le sue inconfondibili case in legno coloratissime che spesso, in passato, sono state danneggiate da grandi incendi e poi ricostruite. Ne sono rimaste circa sessanta. Situato sulla riva destra del porto, a pochi passi dal mercato del pesce e dalla Fortezza di Bergenhus, il quartiere di Bryggen è solitamente. Dal 1979 è inserito tra i beni tutelati dall’Unesco. A partire da quella data è iniziata una grande attività di tutela e promozione di questo quartiere tardo-medioevale e delle sue architetture uniche, che formano una sorta di labirinto. E che rendono la città di Bergen uno dei luoghi più visitati di tutta la Norvegia.

Se avete poco tempo e non sapete bene a cosa dare priorità, vi consiglio di affidarvi a chi ha più esperienza e prenotare una VISITA GUIDATA ALLE PRINCIPALI ATTRAZIONI TURISTICHE DI BERGEN.

Visitate assolutamente la Fortezza di Bergenhus e la Torre di Rosenkranz: è una fortezza che risale al tredicesimo secolo, dove conoscere meglio la storia della città di Bergen. Dalle mura della fortezza si godono dei bei panorami sul porto e sulle colline circostanti. A due passi si trova la Torre di Rosenkranz, uno degli edifici più antichi di tutta la Norvegia, costruito nell’anno mille e duecento, in quell’epoca residenza del re di Norvegia, Eirik Magnusson.

Ancora, non perdete la Cattedrale di Bergen: percorrendo la Lille Øvregate si potranno ammirare delle opere di street art, che hanno reso Bergen famosa nel mondo. La cattedrale di Bergen è fondo alla strada. Una palla di cannone è conficcata in uno dei suoi muri, a testimonianza della Battaglia di Vågen, tra la flotta inglese e quella olandese nel 1665. L’edificio è dedicato al santo patrono della Norvegia, Olav II, morto martire nella battaglia di Stiklestad, nel 1030.

Prendendo uno dei tanti autobus locali potete andare a visitare la Damsgard country mansion: è un edificio in stile roccocò, interamente realizzato in legno. Tra i tanti presenti a Bergen è quello che meglio è stato conservato. Costruito intorno al 1770, ospita un museo e un giardino ben curato che sono entrambi visitabili.

Dove mangiare a Bergen, Norvegia

  • Al Fisketorget: mangiare nel mercato del pesce significa poter provare le varie pietanze nei chioschi e nei piccoli ristoranti all’aperto. Si può scegliere tra un tavolo oppure passeggiare mangiando tra le bancarelle. Ci sono diversi ristoranti, anche da asporto, e il mio preferito è stato FishMe. Qui potete gustare tra le altre cose un buonissimo sushi con pesce locale.
  • Bryggeloftet & Stuene restaurant: ristorante tradizionale, dove si possono provare i piatti a base di halibut, renna, la pavlova con le triglie. Bellissimo il primo piano del locale, dove si può gustare anche un’ottima birra artigianale.
  • The Unicorn fish restaurant (ristorante caratteristico, ospitato all’interno di una storica casa in legno nel quartiere Bryggen. Pietanze della tradizione in un ambiente raffinato, come la tradizionale zuppa di pesce o il carpaccio di balena. Onestamente un po’ troppo caro rispetto alla qualità del cibo.
  • Bryggen tracteursted: un grazioso ristorante tradizionale, ospitato nel cuore delle case in legno dell’antico quartiere di Bryggn. Offre piatti locali come lo stoccafisso gratinato, il salmone marinato, la tartare di renna, le costine di montone.
  • Bien Basar, dove si può provare il persetorsk, antico piatto tradizionale a base di baccalà, marinato in una soluzione di sale e zucchero e servito con una purea di piselli, una salsa al burro e uova di trota.
  • Cornelius Sjømatrestaurant à ristorante di alta cucina, che offre una degustazione di rarità del mare norvegese con pesci, molluschi e crostacei. Si raggiunge in barca, in circa 30 minuti, dopo un bellissimo viaggio tra i fiordi che è compreso nel prezzo. E’ una esperienza meravigliosa che consiglio a chiunque vada a Bergen.
  • No Stress: uno dei migliori cocktail bar della Norvegia, ambiente moderno e informale. Qui potrete provare una mixology di altissima qualità, con preparazioni ottenute da originali distillati norvegesi assieme ai grandi classici internazionali.

Dove dormire a Bergen, in Norvegia

Noi abbiamo deciso di alloggiare al Thon hotel Bristol Bergen, molto centrale, a due passi dal Fisketorget, il mercato del pesce. Ma su Booking.com trovate molti hotel centrali tra cui scegliere in base al vostro budget. Dormire e mangiare in Norvegia è in genere piuttosto caro, ma c’è una grande offerta e certamente troverete una sistemazione adatta a voi.

2 commenti

Maïté la basque 27 Marzo 2024 - 07:57

bonjour Ada
merci pour ce reportage où tu mêles tourisme sans oublier la gastronomie . Le marché aux poissons a de quoi réveiller nos papilles !
si un jour tu viens au Pays Basque , j’aimerais que tu viennes me voir .
amicalement

Reply
Ada Parisi 30 Marzo 2024 - 19:42

Bonjour! bien sûr! Cela me ferait grand plaisir ! Joyeuses Pâques

Reply

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. * By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.