Gnocchi alla crema di zucca con fonduta di gorgonzola

Gnocchi alla crema di zucca con fonduta di gorgonzola. Io li adoro. Morbidi, golosi, versatili. Mi piacciono in ogni modo, purché siano conditi con un sugo cremoso e ricco. Questi sono fatti con la zucca rossa, una fonduta di gorgonzola che ravviva il tutto e un crumble croccante di pane, nocciole e salvia. Gli gnocchi sono fatti in casa, con una ricetta provata e riprovata, una garanzia.

Ingredienti per 4 persone: 

  • 1 kg di gnocchi di patate (per la ricetta cliccare qui sul link ‘le basi’)
  • 800 grammi di zucca rossa
  • olio extravergine di oliva 3 cucchiai
  • 40 grammi di burro
  • 60 grammi di parmigiano reggiano grattugiato
  • mezza cipolla dorata
  • una fettina sottile di zenzero fresco

per la salsa al gorgonzola

  • 60 grammi di gorgonzola dolce
  • 100 millilitri di panna liquida
  • pepe nero quanto basta

per il crumble

  • 100 grammi di pane raffermo
  • 40 grammi di granella di nocciole
  • 4 foglie di salvia
  • 2 cucchiai di olio di oliva extravergine
  • sale e pepe quanto basta

Preparare gli gnocchi seguendo la ricetta e le dosi per 4 persone indicate nelle ‘basi‘. Lavare la zucca, togliere la buccia e farla a pezzetti. Tritare la cipolla. Mettere in una casseruola la cipolla con l’olio e farla soffriggere leggermente, poi unire la zucca, rosolarla e aggiungere 2 bicchieri di acqua. Aggiustare di sale, unire lo zenzero e fare cuocere finché la zucca non sarà tenera. Scolare in modo da eliminare tutta l’acqua e passare il tutto al mixer. Mettere la crema di zucca in un padellino antiaderente e, se necessario, farla restringere a fuoco basso. Unire il burro e lasciare riposare.

Per la fonduta mettere in un pentolino antiaderente la panna e portarla a bollore: unire il gorgonzola tagliato a dadini e mescolare, a fuoco bassissimo, finché non si sarà sciolto. Mettere la fonduta in una ciotola, unire un poco di pepe nero macinato e lasciare riposare finché non si addenserà.

Per il crumble, sbriciolare il pane raffermo, tritare la salvia e unire la granella di nocciole: mettere il composto in un padellino con 2 cucchiai di olio e farlo saltare per qualche minuto, aggiustare se necessario con un pizzico di sale e una macinata di pepe nero.

Lessare gli gnocchi in abbondante acqua salata e, quando salgono a galla, scolarli con una schiumarola. Condirli con la crema e con il parmigiano grattugiato facendo attenzione a non disfarli e metterli nel piatto: guarnire con la fonduta di gorgonzola e con una abbondante manciata di crumble. Una foglia di salvia per decorare et voilà.

L’ABBINAMENTO: questi gnocchi meritano sicuramente un vino frizzante. Abbiamo scelto un Franciacorta Docg Brut Satèn (100% Chardonnay) delle cantine Il Mosnel. Un vino dal profilo aromatico molto intenso, con perlage molto fine e piacevole, che riesce a bilanciare al meglio il gusto dolce della zucca e quello lievemente piccante del gorgonzola.

Dai una occhiata anche a...

14 comments

Rosy 7 Dicembre 2015 at 14:47

Ho fatto la pasta fresca di semola ieri, potrei servirla a pranzo domani con questo condimento, che ne pensi?
Grazie, Rosy

Reply
Ada Parisi 7 Dicembre 2015 at 15:27

Ciao Rosi, certo che puoi usare questo. Abbi solo cura di farlo abbastanza liquido perché la pasta di semola è ricca di glutine e quindi poi tenderà ad addensare.fammi sapere. Ada

Reply
Rosy 8 Dicembre 2015 at 19:33

E’ venuta buona, in effetti ha addensato per fortuna avevo della panna fresca a portata di mano, ne è bastata poca ma ha aiutato.
Ho scelto il formato tagliatella, per praticità, ma non so mai quanto tempo deve cuocere, per fortuna avevo ospiti beneventani pratici di pasta fresca che mi hanno aiutato ed hanno apprezzato moolto il risultato.
Grazie Ada.

Reply
Ada Parisi 8 Dicembre 2015 at 20:03

Grazie Rosy! Si è un sugo che tende ad addensare, come tutti i sughi con i formaggi. Quanto ai tempi di cottura, io proprio oggi ho fatto la pasta all’uovo, l’ho tirata molto sottile (numero 8 della macchinetta) e l’ho sbollentata per un minuto netto e poi saltata in padella per un altro minuto. Tutto dipende dal formato e soprattutto dallo spessore. Sono contenta che ti sia piaciuta. Ada

Reply
Giusi 7 Aprile 2013 at 20:07

Li ho fatti oggi a pranzo. Buonissimi! In alternativa a quello dolce, userei anche il gorgonzola tradizionale, per un gusto più deciso in contrasto al dolce della zucca.

Reply
fratelli_ai_fornelli 7 Aprile 2013 at 23:03

Grazie! Anche io amo quello piccante e lo uso molto… diciamo che è più particolare: per questo consiglio il dolce, adatto a più persone. Io ti confesso che personalmente metto sempre il piccante o addirittura il roquefort…

Reply
cecilia 7 Aprile 2013 at 13:17

Ciao ragazzi, vi ho trovato per caso e mi siete piaciuti, così sono diventata vostra follower; quando volete fate un salto da noi: http://cecieviola.blogspot.it/. Ciao ciao, a presto

Reply
fratelli_ai_fornelli 7 Aprile 2013 at 16:23

Grazie Cecilia! Ho già visto, sottoscritto e invidiato i tuoi dolci bellissimi! Ada

Reply
elena 6 Aprile 2013 at 11:06

mmmmmmhhhh!!che buoni..mai vista la zucca rossa!!li proverò al + presto..tra l’altro gli arancini promessi??:-)

Reply
fratelli_ai_fornelli 6 Aprile 2013 at 11:44

Ciao cara, gli arancini promessi sono pronti ed usciranno la prossima settimana. Spero che ti piacciano! Baci

Reply
elena 6 Aprile 2013 at 22:16

grazie..sei un tesoro e scusa l’insistenza ma sono trooooppo curiosa e…golosa!! 🙂

Reply
fratelli_ai_fornelli 7 Aprile 2013 at 16:24

Dai, una anteprima: escono giovedì alle 00-05. Baci!!!

Reply
Chris Boukouris 6 Aprile 2013 at 08:08

Wonderful and evil! A keeper recipe. Thanks for that. 🙂

Reply
fratelli_ai_fornelli 6 Aprile 2013 at 11:44

Thanks!!!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.