fbpx

Gamberoni ripieni agli agrumi con insalatina e patatine finte

Un piatto diverso, che combina in modo un poco insolito ingredienti tradizionali e gioca con le forme ‘falsificando’ il cibo. Sono degli involtini di gamberoni ai profumi di limone e arancio, accompagnati da una insalata a base di arancia, finocchi, erba cipollina, rape rosse e pistacchio e da quelle che sembrano patatine fritte, ma non lo sono. Sono infatti dei bastoncini di farina di ceci, le classiche panelle siciliane, servite con una salsina che ‘sgrassa’ un poco la frittura, a base di yogurt, limone e delle parti verdi dei finocchi… Mi sono divertita a preparalo e mi è sembrato buono…ditemi voi cosa ne pensate…

Ingredienti per 4 persone: 

per i gamberoni ripieni

  • 12 gamberoni (meglio se sono quelli rossi di Mazara del Vallo)
  • la scorza grattugiata di mezzo limone e di mezza arancia
  • 50 grammi di pane raffermo grattugiato
  • sale e pepe quanto basta
  • olio extravergine di oliva quanto basta
  • cinque rametti di erba cipollina tritata

per l’insalatina

  • gli spicchi di una arancia pelati a vivo
  • una rapa rossa
  • un finocchio
  • un mazzetto di erba cipollina
  • 20  grammi di pistacchi di Bronte
  • 100 millilitri di aceto balsamico di Modena Igp
  • olio extra vergine di oliva quanto basta
  • sale e pepe quanto basta

per le finte patatine

  • 100 grammi di farina di ceci
  • 400 millilitri di acqua
  • sale e pepe quanto basta
  • olio di semi per friggere quanto basta

per la salsa:

  • 250 grammi di yogurt greco
  • le barbette verdi di 2 finocchi
  • olio extravergine di oliva quanto basta
  • sale e pepe quanto basta
  • il succo di un limone

Preparare l’impasto per le ‘finte patatine’: mettere in una pentola antiaderente la farina di ceci e aggiungere a filo l’acqua, mescolando con cura per non fare formare grumi. Quando farina e acqua si saranno amalgamate, mettere la pentola sul fuoco e portarla a bollore, sempre mescolando perché tende ad attaccarsi. Aggiustare di sale e pepe. Il composto si addenserà piano piano e sarà pronto quando si staccherà dalle pareti della pentola. Versare l’impasto ottenuto sul piano di lavoro ricoperto da carta forno e stenderlo con l’aiuto di una spatola a circa 3-5 millimetri di altezza. Fatelo raffreddare e poi tagliarlo in bastoncini delle stesse dimensioni delle comuni patatine fritte.

Pulire i gamberoni togliendo le teste (non buttatele!! Sono ottime per una bisque o un semplice fumetto) e il carapace. Con un coltello affilato incidere i gamberoni lungo tutto il dorso e togliere il filo scuro dell’intestino: incidete ancora un poco il gamberone, facendo attenzione a non tagliarlo troppo in profondità. Mettete il gamberone aperto su un foglio di pellicola per alimenti, ricoprirlo con un altro foglio di pellicola e batterlo delicatamente con un batticarne per allargarlo il più possibile, ma senza ‘frantumarlo’. Ripetere la stessa operazione con gli altri gamberoni. In una ciotola, unire il pane raffermo grattugiato, le zeste di limone e arancia (che daranno al ripieno i profumi di agrume, quindi non esagerate), un poco di erba cipollina tritata: aggiustare di sale e pepe e amalgamare con un filo di olio. Dovrà risultare un impasto sgranato ma morbido.  Distribuire l’impasto ottenuto su tutta la superficie dei gamberi e arrotolarli su se stessi. Mettere gli involtini su una placca da forno ricoperta da un foglio di carta da forno, leggermente unto d’olio.

Per l’insalatina pelare a vivo le arance, tagliare i finocchi con la mandolina ( o con un coltello ben affilato) a fette sottilissime, affettare la rapa e tagliarla a listarelle molto sottili. Tritare grossolanamente i pistacchi. Nel frattempo preparare una riduzione di balsamico, mettendo 100 millilitri di aceto balsamico di Modena Igp in una padellina antiaderente e lasciarlo cuocere a fuoco basso finché non si riduce della metà.

Per la salsina delle finte patatine, mescolare in una ciotola lo yogurt, le barbette dei finocchi tagliate sottili (daranno un lieve sentore di anice alla salsa), un filo di olio, un poco di succo di limone e poi aggiustare di sale e pepe, secondo i propri gusti.

A questo punto preriscaldare il forno a 200 gradi. Mentre il forno si riscalda, friggere le finte patatine in abbondante olio di semi bollente: dovete ottenere dei bastoncini dorati e croccanti. Metter i gamberoni nel forno caldo per 2-3 minuti. Servire mettendo sul piatto l’insalatina di finocchi, arance e rape condita con un filo di olio, sale, pepe, i pistacchi tritati e la riduzione di balsamico; al centro mettere tre involtini di gamberoni e completare con le finte patatine guarnite da una cucchiaiata di salsa allo yogurt.

L’ABBINAMENTO: gamberi, agrumi, farina di ceci, frittura. Il piatto è complesso: come abbinamento vi consigliamo un Trento Doc Rosè dell’Azienda agricola Zeni, il Maso nero Brut rosè è un blend di Pinot nero e Chardonnay di grande versatilità, con profumi di frutti di bosco; al gusto è di buona acidità e persistenza.

 

Potrebbero piacerti anche

8 comments

sweetlife 7 Marzo 2013 at 22:37

Complimenti per il tuo blog e per questa ricetta gustosa e presentata benissimo!

Reply
fratelli_ai_fornelli 7 Marzo 2013 at 23:07

Grazie mille! E grazie anche per essere venuta a farci visita!

Reply
Francesca 7 Marzo 2013 at 16:47

Gamberi e arancia, il trionfo della bontà arancione! 🙂

Reply
fratelli_ai_fornelli 7 Marzo 2013 at 16:52

Andiamo incontro alla primavera, speriamo il bel tempo arrivi presto…nel frattempo ci consoliamo con i colori…Grazie di essere passata!

Reply
luisella 7 Marzo 2013 at 10:32

buone le finte patate =) un bacione cara

Reply
fratelli_ai_fornelli 7 Marzo 2013 at 13:38

Un bacio a te….le panelle mi confortano sempre…

Reply
Dany 7 Marzo 2013 at 07:01

Ciao, che bello questo piatto! certo che le ” patate finte” incuriosiscono… eheheh xk è una bella idea!! complimenti io segno eh!!! aahahha
ciao buona giornata 🙂

Reply
fratelli_ai_fornelli 7 Marzo 2013 at 13:39

Idea ‘mammesca’: non c’è nulla da fare, quando invento qualcosa senza il consiglio della mamma non si va avanti…Un caro saluto

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.