Funghi porcini fritti con salsa di yogurt e lime

Quando la semplicità paga: funghi porcini fritti, semplicemente avvolti in un velo di semola, con una salsa di yogurt e lime che, con la sua acidità sgrassa la bocca dalla frittura. Potrei anche non dire altro, ma aggiungerò che per questa ricetta che sa di bosco sono proprio necessari i funghi porcini, perché con altri funghi il risultato non è lo stesso. La scelta di usare solo la semola, e non una panatura normale con farina, uovo e pane grattugiato, è ovviamente dovuta alla necessità di non mascherare e non mortificare il profumo e il sapore della materia prima. La salsa, tra l’altro, va bene per qualsiasi frittura, perché si prepara in un minuto ed è così buona che non ve ne stancherete mai. Serviteli come appetizer agli amici con il solito bicchiere di ottime bollicine (Franciacorta, Prosecco Docg o Doc, Trento Doc, etc.), anche in un mini buffet di aperitivi per Natale o Capodanno, saranno un ottimo inizio per il vostro Cenone… Buona giornata a tutti!

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 grammi di funghi porcini (boletus edulis)
  • semola di grano duro: quanto basta
  • Fior di sale o sale Maldon: quanto basta
  • olio di semi di arachide per friggere: quanto basta
  • 200 grammi di yogurt greco denso
  • succo di lime: quanto basta
  • la scorza grattugiata del lime
  • olio extravergine di oliva: quanto basta
  • sale e pepe: quanto basta
  • un po’ di tabasco (facoltativo)

Pulire bene i funghi porcini dai residui di terra utilizzando una spazzola per funghi e una spugnetta morbida leggermente imbevuta d’acqua. Togliere l’estremità del gambo e tamponare bene i funghi. Affettarli a fette spesse circa un centimetro e mezzo e passarli da ogni lato nella semola. Friggere i funghi in abbondante olio e asciugare l’olio in eccesso su carta assorbente, quindi salarli con il fior di sale o con il sale Maldon.

Per la salsa, lavorare lo yogurt in una ciotola fino a renderlo cremoso, quindi unire l’olio extravergine a filo, il succo di lime, il tabasco e il sale (scegliete voi la quantità in base ai vostri gusti e, mi raccomando, assaggiate sempre) e da ultimo la scorza grattugiata di lime.

Servire i funghi appena fritti con la salsa, e buon appetito!

L’ABBINAMENTO: Suggeriamo un metodo classico del Trentino: il Trento Doc brut dell’azienda Letrari, ottenuto dai vitigni Chardonnay e Pinot nero. Il suo profumo spazia dalla frutta esotica ai lieviti; il suo perlage fine ed elegante e il suo gusto delicato ed equilibrato, consentono di apprezzare al meglio questi funghi porcini fritti. Servitelo intorno agli otto gradi di temperatura

Dai una occhiata anche a...

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.