Crostata rustica di sfoglia con pesche e uva

Un dolce facile facile, estivo, ricco di frutta e impossibile da sbagliare? Provate questa crostata rustica di pasta sfoglia con crema pasticcera, pesche e uva. E’ un dolce dell’ultimo minuto, fatto qualche tempo fa, che ho improvvisato per amici che hanno deciso di auto invitarsi a cena (non so come mai, ma a casa mia accade spessissimo che chi passa per un saluto poi si fermi anche a cena o a pranzo: cosa abbastanza imbarazzante perché si aspettano sempre piatti gourmet e io non sempre soddisfo le aspettative). Tengo sempre nel congelatore un po’ di pasta sfoglia surgelata. Il latte è sempre in frigorifero, come pure le uova. E in questo periodo la frutta estiva non manca mai. Dovete solo fare una crema pasticcera, con latte uova farina e zucchero. E poi decorarla con la frutta che preferite: uva e pesche sono un ottimo abbinamento, ma anche le albicocche o i fichi o le ciliegie vanno benissimo, anzi vi invito a provarla in ogni modo! Venti minuti di forno ed è pronta: è buonissima tiepida, magari con un po’ di panna montata o gelato, ma anche fredda. Buona, anzi, dolce giornata!

Ingredienti per una tortiera di 26 centimetri di diametro:

  • un rotolo di pasta sfoglia già pronta (ma se volete farla in casa trovate la ricetta qui)
  • 2-3 pesche nettarine
  • uva nera e uva bianca: quanto basta
  • zucchero semolato: quanto basta
  • poco tuorlo d’uovo, per spennellare la sfoglia

per la crema pasticcera da forno

  • 300 millilitri di latte intero
  • 150 millilitri di panna liquida fresca (se volete potete usare la stessa quantità di latte aumentando la fecola di 10 grammi)
  • 150 grammi di zucchero semolato
  • 120 grammi di tuorli (circa 6)
  • un cucchiaio di estratto di vaniglia
  • 30 grammi di fecola di patate o amido di mais
  • la scorza di un limone grattugiata

Per la crema da forno, mettere in una casseruola il latte, la panna e l’estratto di vaniglia e riscaldare il tutto senza portare a ebollizione. Nel frattempo, usando una frusta montare i tuorli con la fecola, lo zucchero e la scorza di limone. Quando avrete ottenuto un composto liscio, biancastro e denso, versarlo nel latte sempre sbattendo con la frusta. Cuocere a fuoco bassissimo mescolando continuamente finché la crema non si sarà addensata iniziando a bollire, quindi mettere da parte fino a completo raffreddamento.

Preriscaldare il forno a 200 gradi.

Lavare le pesche e l’uva. Tagliare le pesche a metà, rimuovere il nocciolo e tagliare a fette non troppo sottili. Tagliare ogni acido d’uva a metà, eliminare i semi.

Stendere la pasta sfoglia in una tortiera rivestita di carta forno, facendo in modo che i bordi fuoriescano leggermente dall’orlo della teglia. Bucherellare ripetutamente la base con i rebbi di una forchetta.

Versare la crema pasticcera nella tortiera, pareggiandola con una spatola. Disporre armoniosamente sulla crema la frutta, alternando pesche e chicchi d’uva e spolverizzare il tutto con un po’ di zucchero semolato. Spennellare con il tuorlo d’uovo leggermente sbattuto la sfoglia e cuocere per 20 minuti o finché la sfoglia non sarà gonfia e dorata. Se volete gustarla tiepida, servitela con panna montata o con una pallina di gelato alla vaniglia. E’ ottima anche fredda, a colazione o alla fine di un pranzo leggero. Buon appetito!

Dai una occhiata anche a...

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.