Crostata alle pere, prugne e crema cotta

Crostata di pere, prugne secche e scorza di arancia candita. Un dolce racchiuso dentro una pasta brisée tenera e affondato in una morbida crema cotta. E’ una delle crostate di fine inverno che preferisco, soprattutto perché è veramente facile da fare. La difficoltà è vicina allo zero: per la base si devono solo impastare tutti gli ingredienti insieme, vi si poggia sopra la frutta e si versa un composto di uova panna e burro per la finitura. Poi in forno e sentirete che profumo. Se vi piace potete accompagnarla con il classico gelato alla vaniglia, ma io preferisco un bicchierino di buona grappa invecchiata e un po’ di sana meditazione. Spero vi piaccia. Meditate gente, meditate. E buona giornata!

Ingredienti per una crostata per 6 persone: 
per la pasta brisée

  • 180 grammi di burro morbido
  • 20 centilitri di latte intero tiepido
  • 1 tuorlo
  • un pizzico di sale
  • un cucchiaino di zucchero semolato
  • un pizzico di cannella in polvere
  • 250 grammi di farina OO

per la farcitura

  • 5 pere sode
  • 15-20 prugne secche (già ammollate in acqua tiepida per 10 minuti)
  • 40 grammi di scorze di arancia candite

per la crema

  • 3 uova intere
  • 25 grammi di farina di mandorle
  • 100 grammi di zucchero semolato
  • 150 grammi di panna liquida fresca
  • 25 grammi di burro fuso
  • 15 millilitri di grappa
  • un cucchiaio di farina 00

Per la pasta brisée, che si può preparare il giorno precedente (anzi meglio così fredda la lavorate più facilmente), impastare tutti gli ingredienti insieme a mano o in planetaria usando il gancio a foglia, lavorando con la punta delle dita finché l’impasto non è liscio e senza grumi. Avvolgere l’impasto nella pellicola per alimenti e farlo riposare nel frigorifero per 2 ore o più.

Sbucciare le pere, tagliarle a metà e poi affettare ogni metà in 4 pezzi e dividere a metà le prugne già ammollate e ben strizzate.

Per la crema: mettere in una ciotola tutti gli ingredienti e frullarli fino a ottenere un composto liquido e omogeneo.

Preriscaldare il forno a 180 gradi statico. Imburrare e infarinare una tortiera di 20-24 centimetri di diametro, rivestirla con la pasta brisée e bucherellare il fondo e i lati della crostata con i rebbi di una forchetta. Disporre sul fondo a raggiera le pere e le prugne (o come ho fatto io nella foto o come preferite), quindi versare sopra il composto di uova e panna. Infornare per 40 minuti o finché la crostata non sarà ben dorata. Fare intiepidire il dolce e spolverizzare con lo zucchero a velo prima di servire. Buon appetito!

L’ABBINAMENTO: Moscato Passito Villa Monticelli, dell’azienda agricola Barberani, di Orvieto. Un vino dai profumi delicati di albicocca e di pesche, con un gusto morbido e caldo, dalla elegante acidità agrumata, con un finale lievemente amarognolo che ricorda le mandorle siciliane.

Dai una occhiata anche a...

15 comments

Valentina 31 Dicembre 2015 at 12:03

Ciao Ada,domani lo provo assieme ad altre tue ricette (sono una fan “segreta”). Posso prepararla la mattina per la sera o meglio servirla calda?

Reply
Ada Parisi 31 Dicembre 2015 at 14:49

Ciao Valentina, intanto grazie per l’apprezzamento. Questa crostata è buonissima tiepida. Puoi però farla in anticipo e poi accendere il forno a 200° e, quando avrà raggiunto la temperatura, spegnere e mettervi all’interno la crostata per 3-4 minuti. Ti verrà benissimo. Fammi sapere e tantissimi auguri per il prossimo anno. Ada

Reply
Valentina 2 Gennaio 2016 at 21:24

Provata per degli amici stasera (per primo il risotto con porri e castagne,senza pancetta perchè sono vegetariana). La cena ha avuto un gran successo,grazie mille!!

Reply
Ada Parisi 3 Gennaio 2016 at 10:24

Che gioia Valentina!!!! Io ho adorato questo dolce! Ti abbraccio e ancora tanti auguri !!!! Ada

Reply
simona 1 Dicembre 2015 at 13:09

Uhm.
Io non ho capito una cosa….sbuccio le pere e faccio a pezzi le prugne…e va bene.
Poi scrivi : Per la crema mettere in una ciotola tutti gli ingredienti e frullarli fino a ottenere un composto liquido e omogeneo.

Ehm. quali ingredienti? Quelli che avanzano? cioè leggendo gli ingredienti..tutti quelli che avanzano a partire dalle scorza di arancia candite?
Scusa la domanda ma non ho capito bene 🙁

Reply
Ada Parisi 1 Dicembre 2015 at 14:11

Ciao Simona, certo mi è saltata una frase, grazie per avermelo fatto notare: sì per la crema si usano tutti gli ingredienti dopo i canditi (basta frullarli), ed è saltata la frase ‘per la crema’. Ora si dovrebbe capire. Mi fai sapere? Ada

Reply
Ivana 28 Aprile 2016 at 22:47

in effetti avevo pensato la stessa cosa ..la mia scelta e’ stata quella di mettere non frullare le arance candite ma di tagliarle a cubetti e cospargerle sulle pere e prugne prima di versare la crema.
Veramente speciale e buonissima anche se fatta il giorno prima!

Reply
Ada Parisi 29 Aprile 2016 at 11:18

Grazie Ivana! Ed è una delle mie crostate invernali preferite, con quella fusione di sapori speziata che sa tanto di camino acceso!

Reply
Ivana 27 Aprile 2015 at 14:00

ADAaaaaaaa! TuMiTenti3VolteTanto!!!!
gia’ fatta due volte e scusa per il commento in ritardo …ero troppo impegnata a mangiarla :-))))
Semplicemente strepitosa, io ho usato prugne nella scatola di latta che erano già’ morbide ed ho fatto senza metterle in ammollo.
Confesso che non amo troppo la panna nei dolci ma di questa torta…non puoi non innamorartene!
Da ripetere a volontà’,
GRAZIE!
Ivy

Reply
Ada Parisi 27 Aprile 2015 at 14:14

Ivy che bella notizia che mi hai dato!!!! Io adoro questo dolce e finora non avevo avuto nessuna traccia di persone che lo avessero preparato! E ora ce l’ho!!! Mi hai reso davvero felicissima, oggi la mia giornata ‘ha svoltato’! Felicissima io! Bacioni, Ada

Reply
speedy70 16 Marzo 2015 at 19:44

Che bella crostata golosa, molto invitante!!!!

Reply
Siciliani creativi in cucina 16 Marzo 2015 at 20:49

Ciao! Benvenuta! Ti ringrazio tantissimo! In effetti mi rispecchia.. io sono golosissimaaa!

Reply
alessia mirabella 16 Marzo 2015 at 12:42

Ada, è meravigliosa. Immagino il sapore e il profumo e a quest’ora mi fanno più male che bene, io sono un’eterna affamata, ma come si fa?
Ti stringo forte, penso proprio che la proverò presto.
Buon lunedì! A.

Reply
Siciliani creativi in cucina 16 Marzo 2015 at 17:29

Alessia ciao! Grazie! Siamo in due ad essere affamate, ma tu sei anche bellissima, il che direi non guasta! E anche io ti stringo forte! Buon inizio di settimana! Spero di vederti presto!
Ada

Reply
anna 13 Marzo 2015 at 17:32

Che bontà!! Bravissima come sempre. Da fare assolutamente.
Un caro saluto Anna

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.