Home » Crema di zucca, carote, curcuma e funghi pioppini

Crema di zucca, carote, curcuma e funghi pioppini

by Ada Parisi
10397 views 5 min read

Crema di zucca, carote e curcuma con funghi pioppini: una ricetta che celebra il meglio dell’autunno e i suoi colori.  Le creme di verdura sono il mio rifugio per le cene autunnali e invernali e devo ammettere che questa crema di zucca e carote è così buona che vi suggerisco caldamente di provarla. Trovo che questa ricetta sia davvero deliziosa ed elegante da portare in tavola.

A me piace molto, anche quando ho ospiti, sorprenderli con una vellutata o una zuppa non banale, diversa dal solito. Perché portare in tavola sempre un primo piatto a base di pasta o riso (anche se il risotto con la zucca è sempre un piatto strepitoso) ? In questo caso, la crema  di zucca e carote è dolce, i funghi pioppini carnosi e con il lieve retrogusto di bosco tipico dei funghi, i crostini e i semi oleosi misti danno una nota croccante. E poi, nonostante la zucca sia un ortaggio invernale, ha un colore così allegro che mi fa sorridere.

Questa crema di zucca e carote con funghi è un piatto vegetariano ma se omettete il pecorino diventa una crema di verdure vegana, leggera e gustosissima. Anzi, pur essendo io una grande amante dei formaggi, sto rivalutando il gusto di alcuni cibi in purezza, tra i quali proprio le zuppe di verdura. Vi ricordo anche che la curcuma fa bene e dovremmo usarla il più spesso possibile, non solo per il bel colore giallo vivo ma anche perché ha proprietà anti ossidanti, anti tumorali e anti infiammatorie. Non dimenticate di dare una occhiata, visto che siamo nella stagione giusta, a tutte le mie RICETTE CON LA ZUCCA e alle mie RICETTE CON I FUNGHI. Buona giornata!

CREMA DI ZUCCA, CAROTE e CURCUMA CON FUNGHI (ricetta facile)

Porzioni: 4 Preparazione: Cottura:
Nutrition facts: 250 calories 20 fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

300 grammi di carote

600 grammi di zucca

un pezzetto di curcuma

una patata di piccole dimensioni

uno scalogno

una costa piccola di sedano

250 grammi di funghi pioppini

200 grammi di pane casareccio per i crostini

semi di zucca, quanto basta

un pezzetto di peperoncino

sale e pepe, quanto basta

olio extravergine di oliva, quanto basta 

Parmigiano Reggiano 24 mesi Dop grattugiato, quanto basta

brodo vegetale (o acqua), quanto basta

Procedimento

Pelare le carote e togliere le estremità, pulire la zucca eliminando i semi e la buccia, pelare la curcuma e la patata e tagliare tutte le verdure a pezzi, pulire e tagliare a fettine lo scalogno e la costa di sedano.

Per la crema di zucca, carote e curcuma con funghi pioppini, tritare finemente scalogno e sedano, poi rosolare le verdure in olio extravergine di oliva. Aggiungere il peperoncino, la curcuma, le carote, la patate e la zucca tagliate in piccoli pezzi. Aggiungere il brodo vegetale fino a coprire le verdure, salare e cuocere finché le verdure non saranno tenere. Frullare la zuppa con un mini pimer fino a ottenere una crema liscia e vellutata e mettere da parte.

Pulire i funghi pioppini eliminando l'estremità del gambo, quindi sciacquarli velocemente e asciugarli con cura. Saltare a fuoco vivo i funghi in una padella con olio extravergine di oliva, sale e pepe: la cottura dovrà essere brevissima, perché i funghi per la crema di zucca, carote e curcuma devono restare croccanti.

Tagliare il pane a cubetti e tostarlo in una padella (se volete che sia più saporito potete aggiungere un filo di olio extravergine e un pizzico di sale), poi tostare leggermente anche i semi di zucca.

Riscaldare la vellutata di zucca, carote e curcuma, aggiustare eventualmente di sale e pepe, aggiungendo a fuoco spento il parmigiano Reggiano grattugiato a piacere e olio extravergine di oliva. Servire la crema di carote, zucca e curcuma guarnendola con i funghi pioppini saltati, i semi di zucca e ancora un po' di Parmigiano grattugiato. E buon appetito!

L'OLIO CONSIGLIATO: Olio extravergine d'oliva dell'azienda Baldizzone, in Liguria. Un olio ottenuto dalla varietà Taggiasca, con profumi fruttati, tendenza dolce e senzazioni lievi di amaro e di piccante. Le piante si trovano a circa 500 metri di altitudine e, grazie a un clima particolarmente fresco nelle fasi di maturazione, le olive danno un olio con caratteristiche meno intense e più delicate.

L'ABBINAMENTO: Valdobbiadene Metodo Classico Docg. Abbiamo scelto "10", prodotto dall'azienda Valdo Spumanti. Uno spumante ottenuto con uva "Glera", che sosta sui lieviti per dieci mesi (tempo minimo), con netti sentori di crosta di pane e frutta bianca, dal perlage mai aggressivo, di discreta struttura ma allo stesso tempo di grande bevibilità.

Hai provato questa ricetta?
Se ti è piaciuta taggami su Instagram @sicilianicreativi

Hai già visto queste ricette?

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. * By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito usa cookies di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Ok Read More