Home » Cinque dolci tradizionali per la festa del Papà

Cinque dolci tradizionali per la festa del Papà

Dolci campani e siciliani: fritti, al forno o farciti

by Ada Parisi
5 min read
Cinque dolci tradizionali per la festa del Papà: le zeppole napoletane di San Giuseppe

Oggi vi lascio le ricette di cinque dolci tradizionali per festeggiare la Festa del Papà, che si celebra il 19 marzo in tutta Italia. Sfinci, zeppole, fritte e ravioli: dolci che uniscono l’Italia da Nord a Sud.  E che possono diventare anche un bel regalo fatto con le proprie mani a chi si ama. In Sicilia la Festa del Papà è una ricorrenza molto sentita e ogni provincia ha le proprie tradizioni. Anzi, direi che ogni famiglia ha una sua ricetta dolce con cui festeggiare la Festa del Papà. Come anche in Campania, altra regione dove i dolci di San Giuseppe rivestono una importanza particolare.

Lo sapevate che la festa del Papà non si celebra solo in Italia ma in tutto il mondo? Solo che, mentre in Italia si festeggia il 19 marzo, giorno di San Giuseppe, nel resto del mondo ogni paese declina questa feste in giorni e mesi diversi. San Giuseppe era il padre putativo di Gesù Cristo e questa festa affonda le sue origini nella storia della Chiesa Cattolica. La festa del Papà è stata istituita nel 1871, anno di proclamazione di San Giuseppe come santo patrono di tutti i papà d’Italia. Inoltre, simbolicamente la data arriva due giorni prima del 21 marzo, equinozio di primavera: data che sancisce la fine dell’inverno e l’inizio della bella stagione.

Ecco le mie cinque ricette preferite di dolci tradizionali italiani per la festa del Papà. Due sono campane e tre sono siciliane. In sostanza, si tratta sempre di frittelle semplici, farcite con crema o con ricotta o a base di riso.

  • le ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE: forse la più famosa ricetta di dolce per la festa del Papà, di tradizione napoletana. Si tratta di bignè di pasta choux fritti o cotti in forno e ripieni di crema pasticciera e decorati con le amarene in sciroppo. Una vera delizia.
  • le SFINCI O CRISPELLE DI RISO MESSINESI: frittelle dolci a base di riso cotto nel latte con scorza di agrumi e poi fritte. Hanno una forma allungata e si mangiano cosparse di zucchero a velo
  • le SFINCI DI SAN GIUSEPPE PALERMITANE: un dolce tipico della pasticceria siciliana e soprattutto palermitana. Pasta bignè fritta, ripiena di crema di ricotta con gocce di cioccolato e guarnita con frutta candita.
  • le FRITTELLE O CRISPELLE DI RISO CATANESI: un impasto simile alle sfinci messinesi, ma con la farina e il lievito. Il risultato sono frittelle più morbide, di forma oblunga, che si mangiano irrorate di miele caldo e scorza di arancia grattugiata. Profumatissime.

Hai già visto queste ricette?

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web. * By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.