Carciofi ripieni di risotto

Buon giorno! Amanti dei carciofi e del risotto, non fatevi scappare questa ricetta vegetariana e golosissima! Carciofi ripieni di un cremoso risotto allo zafferano con pecorino, timo e nocciole tostate. Il procedimento è semplice: si puliscono i carciofi come per fare dei normali carciofi ripieni, si prepara un risotto molto all’onda e si farcisce il carciofo con il risotto. Quindi, si cuociono i carciofi in tegame con olio e poca acqua finché non diventano teneri. Poi si guarnisce il carciofo con una pioggia di nocciole tostate. Ovviamente, potete tranquillamente servire questi carciofi come un sostanzioso piatto unico, accompagnandoli con una insalata mista, oppure in un buffet. E con questa ricetta allungo ancora un poco la mia personale classifica ‘carciofara’ :-). Ovviamente, se sostituite l’olio al burro e omettete il pecorino, ottenete un ricco e saporito piatto vegano.

 Ingredienti per 4 persone: 

  • 8 carciofi (sceglietene una tipologia piuttosto morbida e grande, come le mammole romane)
  • 150 grammi di riso Arborio o Carnaroli
  • zafferano in pistilli quanto basta
  • olio extra vergine di oliva quanto basta
  • 30 grammi di burro freddo
  • uno scalogno
  • timo al limone quanto basta
  • brodo vegetale quanto basta
  • 50 millilitri di vino bianco secco
  • 30 grammi di nocciole tritate tostate
  • pecorino stagionato Dop grattugiato quanto basta
  • olio extravergine per la cottura dei carciofi quanto basta

Pulire i carciofi togliendo le foglie esterne e più dure e il gambetto (non gettatelo, potete friggerlo o stufarlo per condire una pasta o un risotto) e metterli a bagno in acqua acidulata con succo di limone. Asciugare bene i carciofi e allargare la corolla di foglie con le mani, con delicatezza. Quindi infilare un coltello al centro e rigirarlo per togliere la barbetta interna e creare lo spazio necessario per il ripieno. Infine, bucherellare il fondo dei carciofi con i rebbi di una forchetta per facilitare la cottura.

Per il risotto, appassire lo scalogno tritato finemente nel burro. Unire il riso e tostarlo. Sfumare con il vino e aggiungere i pistilli di zafferano sciolti in poca acqua calda. Quando l’alcol sarà evaporato, iniziare la cottura del risotto aggiungendo il timo al limone e, piano piano, il brodo vegetale. Considerate che il risotto poi dovrà cuocere ulteriormente all’interno del carciofo, quindi cercate di restare abbastanza indietro di cottura. Mantecare, a fuoco spento, con il burro a dadini e con il pecorino grattugiato e fare riposare.

Farcire ogni carciofo con il risotto, pressando bene per riempirli a sufficienza e formando una ‘cupoletta’ di riso, quindi decorare con le nocciole tritate. Disporre i carciofi ‘in piedi’ con il ripieno in alto, in una teglia dai bordi alti e aggiungere sul fondo un poco di acqua con qualche goccia di limone. Coprire la teglia con carta alluminio e fare cuocere per 15 minuti o finché, infilando i rebbi di una forchetta alla base del carciofo, questa non risulterà tenera.  Se volete fare i primi della classe (cosa che io apprezzo sinceramente), una volta che i carciofi saranno cotti passateli sotto il grill del forno a 220 gradi per 5 minuti in modo da rendere dorata e croccante la superficie del risotto. A questo punto non mi resta che dirvi “buon appetito!”.

L’ABBINAMENTO: Con i carciofi scegliamo di abbinare una birra chiara, prodotta ad Augusta (Siracusa). L’azienda si chiama “Bona” (il suo proprietario è Andrea Bona) e la birra si chiama Augusta: è una pils in stile lager, con profumi che vanno dal malto a quelli floreali, una schiuma densa, lievemente amara, con un grado alcolico pari a 4,8% vol. Tutte le birre prodotte dall’azienda siciliana non vengono pastorizzate e pertanto sono da considerarsi “crude”.

 

 

Dai una occhiata anche a...

4 comments

edvige 26 Febbraio 2015 at 20:39

Questa volta passo. I carciofi non sono il forte di maritozzo quindi per me lo faccio bollito con un pò poi di olio a crudo e me li gusto così mi piace il sapore. Inoltre parla di risotto e dice vade retro…se fosse ripieno di pasta forse…. un abbraccio e buona serata.

Reply
Siciliani creativi in cucina 27 Febbraio 2015 at 00:39

Ciao Edvige, mi pare tu abbia la missione di provare tutti i miei piatti! Ma ti esento da quelli che non sono di tuo gusto o del gusto di tuo marito! Io adoro il risotto, come mai là al Nord a tuo marito non piace? Un bacione

Reply
giulia 26 Febbraio 2015 at 14:08

Ciao Ada!!che buon piatto…adoro i carciofi e il risotto! brava come sempre

Reply
Siciliani creativi in cucina 26 Febbraio 2015 at 14:18

Ciao Giulia! Anche io li adoro entrambi e li ho perversamente messi insieme! Sei un tesoro!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.