Cannelloni vegetariani di ricotta e pomodoro

Cannelloni vegetariani con la ricotta e il pomodoro: facilissimi da preparare, senza besciamelle, per me sono gli unici veri cannelloni al mondo. Di cannelloni ce ne sono tantissimi: ripieni di carne, di verdure, persino di pesce. Ma questi, traboccanti di morbida ricotta ed esaltati dalla salsa di pomodoro, non li ho mai visti da nessuna parte. La ricetta arriva da una prozia trapanese di mia madre e a casa sono sempre stati il piatto tradizionale delle feste. Mia madre utilizza masochisticamente le lasagne all’uovo secche, le sbollenta una per una in acqua e olio per un paio di minuti e, roventi, le riempie e le arrotola. Io, che preferisco vivere, spesso opto per le sfoglie di pasta all’uovo fresca che si trovano nei banchi frigo del supermercato, più facili e sbrigative da usare e comunque ottime, oppure per quelle fatte in casa da me nelle domeniche mattine di relax. Se amate i cannelloni vi consiglio di provare anche i cannelloni con ragù di zucca, funghi porcini e speck, i cannelloni tradizionali al ragù di carne, sempre un grande classico, oppure i cannelloni vegetariani con ricotta e spinaci.

CANNELLONI VEGETARIANI CON RICOTTA E POMODORO (ricetta facile)

Print This
PORZIONI: 6 TEMPO DI PREPARAZIONE: TEMPO DI COTTURA:

INGREDIENTI

  • 250 grammi di sfoglie fresche all'uovo per lasagne (se volete farle in casa trovate la ricetta qui)
  • 600 grammi di ricotta di pecora
  • 2 tuorli
  • 100 grammi di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 1 pizzico di noce moscata
  • sale e pepe, quanto basta
  • 500 ml di passata di pomodoro
  • basilico fresco, se di stagione
  • 1 pizzico di zucchero
  • 50 grammi di burro
  • olio extravergine di oliva, quanto basta

PROCEDIMENTO


Cannelloni di ricotta e pomodoro

Preparare i cannelloni vegetariani al forno con ricotta e pomodoro è semplicissimo. Innanzitutto preparare la salsa di pomodoro: in una casseruola mettere la passata, un filo di olio extravergine di oliva, il pizzico di zucchero e aggiustare di sale. Cuocere a fuoco basso per 15-20 minuti, mescolando spesso.

Prendere le sfoglie di lasagna e tagliarle ciascuna a metà nel senso della larghezza, ottenendo da ciascuna due rettangoli. In una ciotola capiente mescolare la ricotta, i due tuorli, la noce moscata, 70 grammi di grana e un pizzico di pepe, lavorando bene il composto con una forchetta. Quando il composto sarà amalgamato, aggiustare di sale. Mi raccomando, aggiungete il sale solo dopo avere assaggiato l’impasto, perché la ricotta spesso è già sapida e il Parmigiano apporta ulteriore sale.

Porre nella parte inferiore (quella più vicina a voi) di ogni rettangolo di pasta una cucchiata generosa di ripieno e arrotolare verso l’alto fino a formare il cannellone. Preriscaldare il forno statico a 200 gradi. Velare il fondo di un’ampia teglia con qualche cucchiaiata di salsa di pomodoro e qualche fiocchetto di burro; disporvi, uno accanto all’altro, i cannelloni ripieni di ricotta, ricoprire generosamente i cannelloni on la salsa di pomodoro, distribuire sulla superficie abbondante Parmigiano Reggiano grattugiato e aggiungere qualche fiocchetto di burro. Proseguire con un secondo strato di cannelloni, anche se vi suggerisco di farne solo uno ed, eventualmente, usare una seconda teglia, in modo che tutti siano uniformemente gratinati.

Coprire le teglie con i cannelloni di ricotta e pomodoro con la carta d’alluminio e infornare per 20 minuti, poi rimuovere la carta e, a forno ventilato, gratinarli per cinque minuti o finché non avranno una crosticina brunita. Buon appetito!

L’ABBINAMENTO: consigliamo un vino bianco. Per restare in Sicilia proponiamo il Mamertino bianco Doc, prodotto dall’azienda Vasari (a Santa Lucia del Mela, provincia di Messina). Ottenuto da un blend di vitigni Grillo, Inzolia e Catarratto. Il Mamertino bianco è un vino delicato, profuma di agrumi e frutta secca e ha una discreta struttura. Il gusto è lievemente sapido e, soprattutto, non copre il gusto della ricotta, abbinandosi molto bene all’acidità del pomodoro.

Dai una occhiata anche a...

1 comment

amorincucina 19 gennaio 2013 at 14:17

Ehhh si…ci toccherà scopiazzare codesta ricetta…anzi…copieremo meglio dei cinesi 🙂
Bravissima…
Fabio e Cetty

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.